• Tv

DAZN: un mese gratis a chi ha presentato un reclamo durante la giornata di ieri?

DAZN ha attribuito le responsabilità del disservizio di ieri a Comcast Technology Solutions, società del gruppo Comcast che controlla Sky.

Aggiornamento 19:30 Stando ad una notizia pubblicata da La Repubblica, il modo con cui DAZN avrebbe pensato di farsi “perdonare” dai suoi abbonati, dopo i disservizi riscontrati durante la trasmissione streaming di Inter-Cagliari e Verona-Lazio, sarebbe quello di offrire un mese gratis a coloro che hanno presentato un reclamo durante la giornata di ieri.

La notizia non è ancora ufficiale. Le modalità e i tempi di questo provvedimento non sono ancora noti.

Gli abbonati che hanno presentato un reclamo durante la giornata di oggi sono esclusi dal mese gratuito.

DAZN, la replica dopo il disservizio di ieri: “Il problema, originato dal nostro partner Comcast Technology Solutions”

Ieri, è stata una giornata nera per DAZN. Gli abbonati alla piattaforma streaming che, come ricordiamo, si è aggiudicata tutta la Serie A per quanto riguarda il prossimo triennio, hanno riscontrato non pochi problemi durante la visione di due partite, Inter-Cagliari, trasmessa a mezzogiorno, e Verona-Lazio, giocatasi alle ore 15, per quanto riguarda esclusivamente lo streaming e non la trasmissione su satellite (DAZN, come ricordiamo, è disponibile anche su Sky, sul canale 209).

Il messaggio di scuse è arrivato praticamente in tempo reale. Di seguito, trovate il post pubblicato sul profilo ufficiale Instagram:

Siamo molto dispiaciuti di quanto sta accadendo oggi sulla piattaforma DAZN. Il problema è derivato dal fallimento del servizio di autenticazione fornito da un nostro partner esterno che non è stato in grado di risolvere velocemente applicando le previste procedure di backup, pur avendo ricevuto da parte di DAZN, informazioni tempestive e collaborazione immediata. Il nostro partner è attualmente al lavoro per risolvere una problematica che sembra coinvolgere più paesi a livello europeo e stiamo investigando ulteriormente la natura del danno ed eventuali responsabilità.

Su Twitter, invece, DAZN ha messo esplicitamente in chiaro che le responsabilità del disservizio sono da attribuire a Comcast Technology Solutions (CTS):

Stiamo indagando il problema originato dal nostro partner Comcast Technology Solutions (CTS), che ha avuto un impatto su DAZN e su altri broadcaster europei. Siamo profondamente dispiaciuti e adotteremo ogni opportuno provvedimento per quanto accaduto.

DAZN ha anche annunciato imminenti indennizzi, che saranno comunicati nei prossimi giorni, nei riguardi di coloro che hanno affrontato il disservizio, terminato intorno alle ore 17 di ieri.

Su Instagram, quindi, DAZN, in un primo momento, ha parlato di un problema derivante da un partner esterno, senza citarlo esplicitamente. Su Twitter e nella nota Ansa, invece, DAZN, come scritto in precedenza, ha attribuito la responsabilità chiaramente a Comcast Technology Solutions che è una società del gruppo Comcast Corporation che ha anche il controllo di Sky, acquistato nel 2018 da Rupert Murdoch.