Coppa Italia 2022/23: per SportMediaset, la conferma di un ottimo investimento

Gol, divertimento, esiti non scontati: anche quest’estate, la Coppa Italia ha spezzato la monotonia, in attesa del ritorno della Serie A.

La Coppa Italia Frecciarossa, anche quest’estate, si è confermata un ottimo investimento per SportMediaset, con i trentaduesimi di finale, andati in onda da venerdì 5 a lunedì 8 agosto su Italia 1 e sul canale 20, che hanno offerto gol, spettacolo ed esiti non scontati, con tante squadre di Serie A già eliminate dalla competizione da squadre di livello inferiore.

La coppa nazionale ha spezzato la monotonia di un’estate che, al di là dello sfortunato e deludente Europeo giocato dalla nazionale azzurra di calcio femminile e dell’abbuffata di partite della UEFA Nations League di metà giugno, non ha offerto granché ai telespettatori. La monotonia, comunque, si interromperà tra meno di una settimana, il prossimo 13 agosto, quando tornerà il campionato di Serie A.

Quelli che, un tempo, erano i tradizionali appuntamenti amichevoli estivi sulle reti generaliste, ormai, non esistono più. Un tentativo in tal senso, l’anno scorso, fu fatto dal Monza, che ripristinò lo storico Trofeo Luigi Berlusconi, rituale calcistico estivo che ha riguardato, per tantissime estati, Milan e Juventus. Ma sono tempi andati, che è inutile rimembrare.

Ben venga, quindi, questa Coppa Italia, finalmente valorizzata dal punto di vista mediatico e televisivo. In questi trentaduesimi di finale, sì, non ci sono state le big ma non sono certo mancate, come anticipato in apertura, partite divertenti e risultati inaspettati.

In questi 4 giorni di calcio, andati in onda il pomeriggio e in prima serata su Italia 1 e 20 (non sarebbe male, senza voler chiedere troppo, sperimentare anche una specie di Diretta Gol quando si presentano partite in contemporanea), abbiamo assistito all’eliminazione di ben cinque squadre di Serie A (Verona, Salernitana, Sassuolo, Empoli e Lecce), eliminati da club della serie cadetta.

Partite come Venezia-Ascoli, Monza-Frosinone, Sampdoria-Reggina, Cremonese-Ternana, Lecce-Cittadella o il derby di Modena (Modena-Sassuolo), alcune di esse oggettivamente, sulla carta, non entusiasmanti, sono risultate, invece, piacevoli e degne di nota per episodi particolari come la reazione nervosa di Domenico Berardi, attaccante del Sassuolo, contro un tifoso del Modena, o la complicata partita arbitrata dall’arbitro donna Maria Sole Ferrieri Caputi, che presto vedremo anche in Serie A.

E nei pre e post-partita, condotti da Monica Bertini, inoltre, non sono mancati anche gli aggiornamenti riguardanti l’ultima parte della sessione estiva di calciomercato.

Un’ottima anteprima in attesa dell’entrata in scena delle big, già qualificate agli ottavi di finale, in programma a gennaio.