Controcorrente: il nuovo programma di Rete 4 condotto da Veronica Gentili, da lunedì 26 luglio. Ospite della prima puntata, Roberto Speranza

Da lunedì 26 luglio, avrà inizio Controcorrente, il nuovo programma di approfondimento giornalistico di Rete 4, condotto da Veronica Gentili.

Aggiornamento 25/7 – Nella prima puntata di Controcorrente, in onda lunedì sera su Rete 4, Veronica Gentili intervisterà il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Tra gli ospiti, ci saranno anche Alessandro Sallusti, Maria Giovanna Maglie, Vittorio Sgarbi, Red Ronnie, il prof. Massimo Galli, Fabrizio Pregliasco, Stefania Salmaso, Antonio Maria Rinaldi, Valentina Petrini e Antonio Caprarica.

A partire da lunedì 26 luglio 2021, in prima serata e in diretta, andrà in onda Controcorrente, il nuovo programma di approfondimento giornalistico di Rete 4, condotto da Veronica Gentili, attualmente al timone di Stasera Italia News e Weekend, in onda tutti i giorni nell’access prime time, sempre di Rete 4.

Il nuovo programma di approfondimento targato Videonews terrà compagnia ai telespettatori di Rete 4, ogni lunedì sera, a partire dalle ore 21:20, per tutto il mese di agosto.

In Controcorrente, non mancheranno ospiti in studio e in collegamento che affronteranno, insieme alla conduttrice, i temi di maggiore attualità, politica, economica e sociale, con attenzione rivolta anche verso la cronaca. Ci saranno interviste con grandi nomi della politica e anche servizi che racconteranno l’estate italiana, con approfondimenti e inchieste. Nel corso delle puntate, inoltre, ci saranno anche collegamenti con manifestazioni, sia di tipo politico che sociale.

Di seguito, trovate le dichiarazioni ufficiali di Mauro Crippa, riguardanti non solo Controcorrente ma anche l’imminente partenza del nuovo programma di informazione di Canale 5, Morning News, condotto da Simona Branchetti, in onda sempre da lunedì 26 luglio, ogni mattina dalle ore 8:45 alle ore 11:

Videonews non va in vacanza. Abbiamo scelto di produrre due nuovi programmi di approfondimento in piena estate, garantendo ai telespettatori un’informazione rigorosa e puntuale anche quando gran parte delle produzioni televisive italiane hanno ormai chiuso i battenti. Anche questo, a nostro avviso, è servizio pubblico.