Che Tempo che Fa, Fiorello conferma Amadeus a Sanremo 2023

Ospite di Che Tempo che Fa, Amadeus riceve la telefonata di Fiorello che conferma il quarto Festival dell’amico. Lui ci sarà? La saga riparte

Amadeus condurrà Sanremo 2023? Per Fiorello è cosa fatta. Questo, in sintesi, il succo della telefonata intercorsa nella puntata di Che Tempo Che Fa di domenica 20 febbraio, che ha visto Amadeus ospite di Fabio Fazio, tra commenti sulla scorsa edizione del Festival e nuovi progetti, come quell’Affari Tuoi – Formato Famiglia che ha debuttato in prime time sabato 19 febbraio.

Visto che quando si parla di e con Amadeus inevitabilmente spunta Fiorello, ecco che l’ospitata a Che Tempo Che Fa non poteva fare eccezione. Amadeus ha con sé il cellulare mentre parla con Fazio e arriva la telefonata dell’amico Ciuri che da casa si domandava per l’appunto se Ama avesse con sé il cellulare, tanto da fare una prova. Casualmente Amadeus lo aveva. Molto casualmente, come spesso accade nelle telefonate ‘improvvise’ à la Fiorello (e il pensiero corre alla telefonata di Maria De Filippi a Fiorello a Sanremo 2020).

L’occasione è lieta per chiedere del futuro sanremese di Amadeus: il conduttore di Che Tempo Che Fa chiede proprio a Rosario se secondo lui Amadeus condurrà il suo quarto Festival di fila.

“Vi dico solo che farà il quarto e anche il quinto Festival!”

dice Fiorello, senza neanche scherzare più di tanto.

Ma lui, Fiorello, sarà ancora a Sanremo con Amadeus? Qui la risposta si fa meno convincente:

“E come no! Anzi vado a Sanremo anche un paio di mesi prima!”.

Vedremo. Diciamo che dopo una prima edizione da co-conduttore, con spazi condivisi con la guest stare Tiziano Ferro, e una seconda in solitaria – anche nel senso di senza pubblico causa picco di pandemia -, la sua terza partecipazione a Sanremo è stata una intramuscolo (non a caso da lui stesso definita un”booster del divertimento”) per aiutare l’amico nel kick-off e per raccogliere quel bagno di folla negatogli dal Covid l’anno prima. Per una quarta partecipazione di fila a Sanremo chissà se sarà mantenuto il ‘format’ del calcio d’inizio (con tanto di bacio al direttore di Rai 1, prossimamente direttore dell’Intrattenimento di Prima Serata Stefano Coletta).

Dal canto suo Amadeus ha detto recentemente, ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta, che un Sanremo senza Fiorello è impensabile. Solo con lui. In qualche modo. E chissà che l’anno prossimo non si torni alle ‘origini’ con una partecipazione in gara: dopo Morandi, Ranieri e Zanicchi – e con Al Bano già candidatosi a Sanremo 2023 da quel di San Marino – perché non un Fiorello bis in occasione di un Amadeus quater.

Che poi Amadeus accetti la conduzione e la direzione di Sanremo 2023 sembra al momento molto probabile: non ci sono conferme ufficiali, ma neanche secche smentite. Tra gli ascolti record e il successo discografico Rai e industria musicale non sono così propensi a lasciarlo andare. Anche perché dopo di lui non sembrano esserci molti nomi papabili senza un cambio di paradigma.

Vedremo. Intanto Fiorello conferma il Sanremo quater di Amadeus proprio al cospetto di Fazio che quattro Festival li ha condotti, a blocchi di due. E l’ultimo non fu poi così fortunato.

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →