Better Call Saul 6, nella stagione finale il ritorno di Aaron Paul e Bryan Cranston

Per Cranston e Paul è un ritorno nel mondo creato da Vince Gilligan, con cui hanno lavorato per cinque stagioni ed un film-tv

“Stanno tornando”: due parole che hanno reso questa domenica una giornata ancora più di festa. Almeno, lo è per i numerosissimi fan di Breaking Bad e di Better Call Saul, che hanno avuto proprio in queste ore la conferma che Bryan Cranston ed Aaron Paul, i due protagonisti di Breaking Bad, riprenderanno i loro ruoli in Better Call Saul 6, sesta ed ultima stagione.

La conferma è giunta durante un evento al PaleyFest, direttamente dal co-creatore del prequel della serie cult Peter Gould. Alle sue parole, ha poi fatto seguito un post sui social network della pagina ufficiale della serie, con le due parole che abbiamo messo in apertura.

Proprio poche ore prima, ad un altro evento, Jonathan Banks -interprete di Mike, altro personaggi che dalla serie originale è stato traghettato nel prequel fin dalla prima stagione- aveva scherzato su una possibile presenza di Cranston in Better Call Saul 6: “Ma perché lo volete vedere? Voglio dire, è un’attore sopravvalutato”. Parole ovviamente ironiche a cui Bob Odenkirk, interprete del protagonista, aveva risposto “Per favore, assicuratevi che Bryan sappia cosa ha detto”.

Scherzi a parte, il ritorno di Cranston e Paul nel mondo creato da Vince Gilligan e che li ha resi popolari a livello globale non è certo un modo per aumentare l’hype verso la stagione finale dello spin-off, attesa da ormai più di due anni.

La quinta stagione è infatti stata trasmessa dalla Amc, negli Stati Uniti, nel 2020: poi, la pandemia ha rallentato la produzione dell’ultima stagione, e non solo quella. A luglio 2021 Odenkirk è collassato in New Mexico, sul set della serie: per lui un ricovero in ospedale, tanta paura ma fortunatamente una ripresa rapida, che gli ha permesso di tornare al lavoro prima possibile.

La conclusione di Better Call Saul era, quindi, già di per sé molto attesa prima ancora di questa notizia, ma sicuramente adesso lo è ancora di più. Da parte sia di chi ha visto la serie subito dopo la conclusione di Breaking Bad -in una sorta di “compensazione” per la sua fine-, ma anche di chi, magari incuriosito di rivedere i due personaggi, ne approfitterà per recuperare il prequel.

Tutte le stagioni di Better Call Saul sono disponibili in Italia su Netflix, così come lo sarà la sesta, che da noi uscirà ad un solo giorno di distanza dalla messa in onda americana, con un episodio a settimana: l’appuntamento è quindi per il 19 aprile 2022. I tredici episodi finali saranno suddivisi in due parti: la prima tra aprile e maggio, la seconda tra luglio ed agosto.