Better Call Saul, Bob Odenkirk in ospedale dopo essere collassato sul set

L’attore 58enne protagonista del prequel di Breaking Bad è collassato mentre era sul set della serie tv in New Mexico: è stato subito portato in ospedale

Ore di apprensione sul set di Better Call Saul, popolare spin-off/prequel di Breaking Bad: nelle ore scorse, l’attore protagonista della serie Bob Odenkirk è collassato a terra mentre si trovava sul set in New Mexico. L’attore 58enne, stando a quanto riferisce Tmz, è caduto improvvisamente a terra, ed è stato immediatamente soccorso dalla troupe presente sul set, che ha subito chiamato i soccorsi.

Bob Odenkirk: malore sul set

Odenkirk è stato così trasportato in ospedale, dove si trova tutt’ora e dove la sua situazione è monitorata dai medici. Non è chiaro quali siano le sue condizioni e da cosa sia stato causato il malore, così come se durante il trasferimento al nosocomio l’attore fosse cosciente oppure no. Di certo, Odenkirk in queste ore sta ricevendo l’affetto dei milioni di fan della serie, nata nel 2015 sulla Amc, la stessa rete via cavo che ha mandato in onda la serie madre, ottenendo altrettanto successo di pubblico e critica: basti pensare che ha ottenuto, ad oggi, diciannove nomination agli Emmy Awards.

Sono attesi aggiornamenti sulle sue condizioni di salute.

Better Call Saul, il prequel di Breaking Bad

Al centro della serie il personaggio di Saul Goodman, interpretato da Odenkirk già durante Breaking Bad, diventato uno tra i preferiti dai fan fin dalla sua prima apparizione: avvocato poco affermato, nella serie originale Saul aiuta Walter White (Bryan Cranston) e Jesse Pinkman (Aaron Paul) a navigare tra le pieghe della criminalità in cui si sono ritrovati con la loro attività illecita di produzione di metanfetamina.

Nel prequel, l’attenzione si sposta esclusivamente su Saul e sulla sua vita prima dell’incontro con i due, raccontandone i numerosi cambiamenti e le numerose vicissitudini in cui Saul/Jimmy (il suo vero nome) si ritrova pur di ingranare con la sua attività. La stagione che ora si sta girando, la sesta, sarà anche l’ultima per la serie tv, e sarà composta da tredici episodi invece che dei canonici dieci. La messa in onda, inizialmente prevista per il 2021, è slittata a causa dei ritardi alle riprese dovuti alla pandemia. Amc ha comunicato che Better Call Saul tornerà in onda nei primi mesi del 2022, nella speranza che il set possa riprendere a lavorare con il suo attore protagonista il prima possibile.