Avanti un Altro, sì, non è una novità ma Paolo Bonolis è in stato di grazia

Il sarcasmo di Paolo Bonolis sulla mancanza di novità offre lo slancio perfetto per questo nuovo ciclo di puntate di Avanti un Altro.

Avanti un Altro, sì, non è una novità, come sottolineato da Paolo Bonolis, sia durante i geniali promo in rotazione nelle ultime settimane che nella prima puntata andata in onda oggi, nel preserale di Canale 5.

Lo stato di grazia del conduttore romano, però, è evidente. Quella di Paolo Bonolis, infatti, non è una conduzione trascinata, una direzione tediosa o monotona. Le capacità indiscusse, che non scopriamo certo oggi ovviamente, del conduttore rendono Avanti un Altro, un game show sul quale indiscutibilmente non si può non puntare ancora.

Il leit-motiv di questo inizio stagione si è rivelato ottimo per lanciare l’undicesima edizione. Paolo Bonolis ha giocato la carta del sarcasmo e dell’autoironia, una scelta che denota un’intelligenza che non tutti possiedono perché solamente con l’autoironia si disinnescano le critiche.

Avanti un Altro: la prima puntata

Nella prima puntata andata in onda oggi, il conduttore ha spesso sottolineato la mancanza quasi assoluta di novità in questa nuova edizione:

– “Novità delle novità, quest’anno non abbiamo badato a spese eh!”
– “Tra le grandi novità di quest’anno!”
– “Non c’è ancora il campione! È la grande novità di quest’anno!”
– “Ed ecco un’altra grande novità di quest’edizione!” (riferito allo Iettatore, ndr)
– “Ed ecco un’altra splendida novità di quest’anno! Avete lavorato ‘st’estate, c’avete dato giù!” (rivolto a Christian Monaco e Stefano Jurgens, ndr)
– “La novità del Cambio! non è proprio nuova nuova…”.

È ovvio che Bonolis non cavalcherà certo questo tormentone all’infinito ma questa trovata, brillante in quanto semplice, dà slancio a questo nuovo ciclo di puntate del quiz, dal quale escludiamo le puntate pre-COVID ancora inedite, delle quali è prevista la messa in onda per quest’anno.

Avanti un Altro, quindi, come scritto in apertura, non presenta novità strutturali e tutto è, come sempre, approntato per far rendere Bonolis al meglio.

Nella puntata di oggi, ad esempio, abbiamo trovato un valletto caratterista imitatore (“Ma ha degli spasmi!”, il commento di Bonolis), poi c’è Luca Laurenti che gioca ed enfatizza i propri strafalcioni, passando per i concorrenti che definire peculiari è un eufemismo (tra quelli di oggi, un frequentatore di Spa nudiste e una traduttrice russa).

Praticamente a fine puntata, Paolo Bonolis non aveva ancora un campione con il quale giocare al gioco finale e, anche in questo caso, il conduttore ha rigirato tutto a proprio favore:

Questa trasmissione sta perdendo credibilità! Uno, per i concorrenti, due, per Laurenti e tre, per le problematiche che ci andiamo a cercare!

Finché Bonolis conduce Avanti un Altro così, non manifestando una stanchezza che, probabilmente, c’è ma che, appunto, all’esterno non si nota, è davvero un peccato rinunciarci.

Ultime notizie su Avanti un altro

Avanti un altro è il game show in onda dalle 18.

Tutto su Avanti un altro →