A Friend of the Family su Peacock la storia vera di una ragazzina rapita due volte

Anna Paquin, Colin Hanks, Jake Lacy guidano il cast perfetto di una miniserie da non perdere.

A Friend of the Family è una nuova miniserie in 9 episodi che saranno rilasciati settimanalmente su Peacock da venerdì 25 novembre 2022, che racconta un’incredibile storia vera. Una vicenda così assurda che probabilmente non sarebbe stata accettata se fosse l’idea per il soggetto di un romanzo o di una serie tv, ritenendola poco credibile. Eppure è una storia realmente accaduta a Jan Broberg, oggi attrice abbastanza conosciuta, rapita per ben due volte dal vicino di casa quando era solo una bambina. E se vi state domandando come sia possibile rapire una bambina per ben due volte, questa è solo la prima delle tante domande che suscita questa storia.

A Friend of the Family, la trama

So che può sembrare incredibile ma era un mondo diverso all’epoca. Ho deciso di raccontare la mia storia perchè troppe persone pensavano non potesse essere successa davvero“, le parole di Jan Broberg aprono la miniserie A Friend of the Family, giusto per sottolineare come la serie scritta da Nick Antosca (esperto di storie vere da The Act a Candy) sia approvata dalla famiglia Broberg. La serie racconta la vera storia di Jan Broberg (naturalmente con elementi romanzati per esigenze narrative) e della sua famiglia, vittima dell’abile fascinazione di Bob Berchtold.

La serie ci riporta nella comunità mormone dell’Idaho degli anni ’70. Bob e Mary Ann Broberg hanno tre figlie, la maggiore è Jan, e incontrano Robert “Bob” Berchtold e sua moglie Gail, anche loro tre figli ma di cui due maschi. Le due famiglie fanno subito amicizia, passano molto tempo insieme e Bob, che per evitare confusione viene chiamato “Fratello B” (Brother B in originale), per sua naturale inclinazione è l’amico, il fratello, l’amante che tutti vorrebbero avere.

Le vere intenzioni di Bob sono però quelle di avere un rapporto stretto e diretto con Jan. Così la rapisce quando ha solo 12 anni, facendole crede che siano stati rapiti da una razza aliena e che l’unico modo per salvare la loro specie è compire la missione: fare un figlio insieme. Per anni Jan resta così soggiogata da B.. Le forze dell’ordine non riescono a intervenire realmente. Jan non denuncia maltrattamenti, Bob e Mary Ann avevano a loro volta rapporti talmente stretti con B. che diventa impossibile provarne la malafede. L’assurdo piano di B. è così perfettamente compiuto.

A Friend of the Family, il commento

La storia di Jan Broberg era stata raccontata in un libro scritto da Jan con la madre Mary Ann Stolen Innocence: The Jan Broberg Story e dal documentario Abducted in Plain Sight (tutti e tre i titoli perfetti per sintetizzare la vicenda). Proprio il documentario aveva suscitato una forte ondata di commenti negativi verso i genitori di Jan e verso la stessa ragazza, da parte del tribunale del web. E il primo errore che si possa fare guardando questa miniserie è giudicare senza riflettere. Senza soffermarsi sul contesto in cui si svolge la vicenda. Una comunità ristretta come quella mormone, in cui la bacheca social era la vita di quartiere,  gli eventi ecclesiastici. In cui era facile fidarsi degli altri non solo per ingenuità quanto per una naturale propensione all’accoglienza, al cercare il buono nel cuore dell’altro.

Per evitare il rischio di colpevolizzare la vittima, Nick Antosca sceglie una narrazione compassata, in cui la ripetizione delle situazioni ha l’effetto di una goccia nella roccia, facendo entrare lo spettatore nella vita dei Brobergs, nella loro quotidianità stravolta da quello che credevano un amico. Bob Berchtold è tutto quello che Bob Broberg non è: bello, brillante, seducente, incarna l’amante ideale, il fratello perfetto, il compagno di scuola ideale. Solo quando è riuscito a sedurre tutta la famiglia Broberg, Brother B. compie la sua mossa. A quel punto per Jan è impossibile non credere alla sceneggiata messa in atto dall’amico. E la genuina semplicità di Mary Ann e Bob finisce per renderli involontari complici di Brother B.

Dopo In Nome del Cielo (su Disney+) un’altra vicenda drammatica ci porta dentro una comunità mormone, in un’epoca diversa rispetto a quella di oggi. In un mondo isolato e senza tecnologia in cui è facile lasciarsi sedurre dal fascino della parola, delle azioni. L’incredibile diventa credibile quando esce dalla bocca di una persona in cui riponiamo tutta la nostra fiducia. In fondo è così che tutti noi cresciamo, credendo alle parole di amici e familiari. Ma anche gli adulti subiscono il fascino di una personalità ingombrante come quella di Brother B. capace di manipolare a proprio vantaggio la realtà.

Al di là della storia che incarna uno di quei classici esempi di una sceneggiatura che si scrive da sola, A Friends with the Family è valorizzato da un cast perfetto, che offre interpretazioni in grado di dare corpo e struttura ai personaggi sviluppati su carta. Se Anna Paquin e Colin Hanks rappresentano delle certezze, la sorpresa è Jake Lacy un attore che pur offrendo sempre ottime interpretazioni (I’m Dying Up Here, The White Lotus) non era mai riuscito a fare quel salto di qualità tale da renderlo indimenticabile. Restava sempre un volto visto in una o più serie tv, di cui si dimenticava in fretta il nome. Dopo A Friend of the Family Jake Lacy è un nome che difficilmente scorderemo.

Inoltre la serie è arricchita da una particolare cura del dettaglio e delle ricostruzioni dell’epoca. La fotografia ci riporta nelle atmosfere dell’epoca rendendo ancor più semplice la visione. Anche se siamo davanti all’ennesima miniserie (che forse ha anche un paio di episodi di troppo) e siamo bombardati da prodotti, questa miniserie di Peacock è da non perdere, soprattutto perchè c’è il concreto rischio di ritrovarla nell’elenco delle nomination dei prossimi premi della tv americana.

A Friend of the Family, il cast

Il cast di A friend of the Family è costituito da un solido gruppo di attori dalla lunga e consolidata carriera come Anna Paquin, Colin Hanks, Jake Lacy. Va sottolineata anche la prova delle due ragazze che si sono divise il ruolo di Jan dalla sorprendente Hendrix Yancey che la interpreta da più giovane, alla più matura Mckenna Grace che nonostante i soli 16 anni ha già una lunga carriera.

Anna Paquin è Mary Ann Broberg
Colin Hanks è Bob Broberg
Jake Lacy è Robert Berchtold
McKenna Grace è Jan Broberg
Hendrix Yancey è la giovane Jan
Lio Tipton è Gail Berchtold
Austin Stowell è l’agente FBI Peter Walsh
Patrick Fischler è Garth Picock

A Friend of the Family, quante puntate sono

A Friend of the Family è una miniserie che racconta una storia vera, composta da 9 episodi da circa 50 minuti l’uno.

A Friend of the Family, la programmazione italiana

Seguendo quanto fatto negli Stati Uniti, anche in Italia il rilascio della miniserie sarà settimanale, con un nuovo episodio disponibile su Peacock via Sky e NOW ogni venerdì mattina.

A Friend of the Family, come vedere la serie

A Friend of the Family è una serie tv originale Peacock che arriva in Italia nella sezione dell’on demand Sky e della piattaforma di streaming NOW dedicata ai contenuti Peacock. Ogni venerdì nel box dedicato alla serie sarà caricato un nuovo episodio, un contenuto quindi incluso sia per tutti gli abbonati Sky via Sky Q o Sky Glass, in streaming con Sky Go, che per gli abbonati al ticket di Intrattenimento di NOW .