Giancarlo Leone a TvBlog: “Entro il 2014 su Rai1 testiamo due nuovi format per il preserale. Cambi profondi nel palinsesto del pomeriggio”

Le parole del direttore di Rai1 su Sanremo 2015, C Factor e le novità della prossima stagione

A margine della conferenza stampa di presentazione di Si può fare, il nuovo show di Rai1 in onda a partire dal venerdì 2 maggio (con anteprima lunedì 28 aprile in access prime time), TvBlog ha rivolto alcune domande al direttore di rete Giancarlo Leone, partendo ovviamente dall’annuncio fatto pochi minuti prima in merito alla prossima edizione del Festival di Sanremo.

Allora Leone, Carlo Conti condurrà Sanremo 2015

Non ci allarghiamo. Ho detto che Carlo è la mia scelta per il prossimo Festival; adesso Carlo ci penserà, farà un progetto, poi ci saranno alcuni passaggi formali, ma diciamo che è partita la macchina del Festival di Sanremo 2015; abbiamo rilevato il personaggio più rilevante in questo momento, in grado di fare un bellissimo Festival. Siamo in una fase di partenza, però abbiamo voluto raccontare con trasparenza queste fasi. La prima fase è la volontà della rete di affidarlo a lui. Poi ci saranno altri passaggi.

Se Conti condurrà il Festival significa che il suo impegno giornaliero a L’Eredità sarà ridimensionato e che la prossima stagione magari la staffetta con Frizzi potrebbe essere anticipata?

Lo vedremo; è probabile che, se Carlo dovesse fare Sanremo, il preserale in un periodo prima del Festival non sia affidato a lui; è giusto, deve concentrarsi sul Festival. Troveremo poi le forme più opportune: un nuovo preserale oppure, dato il successo, la presenza di Frizzi.

Rai1 E Canale5 hanno optato per la staffetta nella conduzione dei due giochi del preserale. Questo palesa un bel gioco di squadra, ma anche, a mio giudizio, la paura di sperimentare format inediti. È così?

Abbiamo due format nuovi del preserale che testeremo entro fine anno. Uno è in produzione interna Rai. Faremo questi test, ma la lunga serialità deve essere assicurata da prodotti forti. In periodi più stretti di tempo si testano nuovi programmi, lo faremo. (a gennaio 2013 ai nostri microfoni dichiarò qualcosa di simile)

C Factor andrà in onda a maggio o è saltato?

Lo abbiamo rinviato per il momento sia per la necessità di ulteriore preparazione, sia per una overdose di comici in televisione tra Giass e Made in Sud che ci sconsiglia una strada che ha già visto tantissima offerta. Aggiungerne una ulteriore sarebbe un rischio che non vogliamo correre.

Riguardo al daytime della prossima stagione, anche se mancano alcuni mesi, può dirci se ci sono delle certezze?

Nessuna certezza, perché dobbiamo capire se avremo le risorse necessarie per fare cambiamenti che come direttore di rete intendo fare. Cambiamenti anche profondi nella struttura del palinsesto e di contenuti. In questi giorni si sta discutendo di budget, non posso fare progetti senza avere certezze in questo senso.

A cosa si riferisce quando parla di cambiamenti di contenuti? Qual è la linea guida che intende seguire?

Non posso dire di più, salvo che sono previsti al momento cambi profondi nella struttura del palinsesto, del pomeriggio in particolare.

I Video di TvBlog