Barbara D'Urso nel reality di La5 Bella più di prima. Ma non era contro i ritocchini?

Da nemica della chirurgia estetica la D'Urso ne diventa testimonial

Barbara D'Urso è una conduttrice dalle mille sorprese. L'abbiamo vista più volte, nel corso dell'ultima stagione di Pomeriggio Cinque, allestire dei "Da che parte stai?" sulla chirurgia estetica, dichiarandosi personalmente contraria a ogni tipo di ritocchino. Una volta ha pure citato a modello Lady Gaga, a suo dire divenuta paladina di chi si piace per com'è.

Dal canto suo Carmelita si è sempre lanciata nelle faccette più improbabili, suo cavallo di battaglia per dimostrare di poter muovere la faccia a differenza di altre. La valida alternativa da lei proposta, in una puntata del contenitore pomeridiano, è stata un corso di ginnastica facciale per ridurre le rughe.

Ora accade, invece, che Barbara D'Urso sia stata annunciata come guest star del nuovo reality di La5, di cui sono in corso i casting, Bella più di prima. Protagoniste saranno tutte quelle donne che non si sentono più belle e attraenti come un tempo e che, per questo, verranno aiutate da un team di professioniste, tutte rigorosamente di sesso femminile, a riconquistare la femminilità e l’autostima perdute.

Tutto al naturale? Insomma, perché nel team di esperti è prevista la presenza, oltre che di una dentista, un make up artist e un'hair stylist, anche di un chirurgo estetico. Il “tagliando”, infatti, sarà professionale e completo: un nuovo sorriso, un make up dedicato, un taglio di capelli nuovo di zecca e, dulcis in fundo, "qualche ritocco assolutamente non invasivo".

La D'Urso avrà accettato, grazie al "ritocco non invasivo", un piccolo compromesso aziendalista con i suoi principi? Non resta che capire in cosa consisterà il suo ruolo, ma una cosa è certa: l'anno prossimo La5 andrà di moda.

Se Alessia Marcucci e Silvia Toffanin metteranno la faccia nella giuria del nuovo Fashion Style, Bella più di prima ha scelto la Wonder Woman di Cologno come testimonial.

Le reti digitali, insomma, iniziano ad attingere alle grandi regine della generalista e, viceversa, queste ultime approfittano di produzioni sperimentali per mettersi in gioco (senza lo spauracchio dell'Auditel).

Ricordiamo che Mediaset aveva in mente un programma puro sulla chirurgia plastica, da trasmettere nella scorsa primavera con la conduzione di Alessia Marcuzzi. Ma poi ci ha ripensato.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: