Analisi Auditel – La seconda puntata del più grande spettacolo dopo il weekend di Fiorello

Le curve degli ascolti della seconda puntata de “Il più grande spettacolo dopo il weekend” di Fiorello

di Hit


Il trionfo di ascolti registrato sette giorni fa dal ritorno di Fiorello su Rai1 si può dire ormai già ridimensionato dinanzi ai risultati registrati, ieri 21 novembre, dalla seconda puntata de “Il più grande spettacolo dopo il weekend“. Il talento e l’energia di Fiorello hanno stregato gli italiani e la diretta dal teatro 5 di Cinecittà che vedeva tra i protagonisti anche i Coldplay, Michael Bublè, Laura Chiatti e Caparezza porta i nostri grafici con le curve degli ascolti a livelli da record. Dodicimilionicentocinquantasettemila telespettatori di media con un picco di quattordicimilioniseicentonovantacinquemila alle 21:47. Ventitremilioniottocentocinquantaquattromila contatti per una permanenza del 50,96%: questi sono i numeri non di un successo ma di un trionfo. Fiorello ha travolto la televisione, il suo pubblico, i suoi costumi, lo ha fatto con la leggerezza, il gioco, la travolgente passione per il suo lavoro, il tutto con la naturalezza che solo un artista del suo calibro possiede.

Dopo tutti questi numeri viene semplice e difficile allo stesso tempo confezionare l’analisi auditel della seconda puntata del #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend, lo facciamo mostrandovi i nostri consueti grafici con le curve dei valori assoluti e dello share minuto per minuto che parlano da sole e valgono più di mille parole. Il prime time, dopo il picco di Striscia la notizia sui 9 milioni di telespettatori, ci consegna da subito il decollo della curva blu del #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend che passa dagli 8 milioni di telespettatori ereditati dai Soliti ignoti, fino a toccare in circa 15 minuti la linea dei 14 milioni di telespettatori, linea che mantiene sostanzialmente fino al nero pubblicitario, con telepromozione annessa.

Picco in valori assoluti di Fiorello, come detto, alle 21:47 con 14.695.000 telespettatori. La curva arancione di Canale5 dopo il picco del programma di Ricci, crolla fino ad appoggiarsi sulla linea dei 4 milioni, linea che mantiene stabilmente praticamente per tutta la durata della trasmissione. Fiorello chiude attorno ai dieci milioni di telespettatori, che in termini di share significa il 49%. Nel prime time la curva blu del varietà di Rai1 scorre stabile nella corsia fra il 40 ed il 50% di share, mentre la curva arancione del Grande Fratello passa dal 12% iniziale fino a toccare strada facendo il 20%. Al termine del varietà di Fiorello la curva del GF sale di qualche punto fino a toccare nel finale di puntata il 27%, ma rimanendo sempre dietro Rai1 che in quel momento con la propria curva blu toccava la linea del 30% di share con la puntata di Porta a Porta dedicata proprio al grande showman siciliano.

La curva marrone del totale delle altre reti digitali sommate alle pay tv scorre vicina alla curva di Canale5 in prime time e in seconda serata al di sotto del 20%. Grazie a Fiorello ieri sera è andata in scena la grande rivincita della televisione cosidetta “tradizionale” sulla televisione “nuova”.

Ultime notizie su Fiorello

Tutto su Fiorello →