Alba Parietti a TvBlog: "Aldo Busi si è arrabbiato. Ma Alballoscuro è improvvisazione"

Alballoscuro, Alba Parietti su La7 D

Ho sentito Alba Parietti al telefono per una intervista molto piacevole, prima del suo esordio come opinionista a L'Isola dei Famosi 8, come commentatrice del Festival di Sanremo 2011 per RadioMontecarlo e dopo la battuta che ha scatenato le ire di Aldo Busi fatta durante la registrazione della seconda puntata di Alballoscuro (qui il video e il post di queerblog).

Chiarisce Alba Parietti che la trasmissione è costruita sull'improvvisazione e che dunque lei si trova catapultata alla presenza dell'ospite di turno senza preparazione, filtri e raccomandazioni varie.

Mi racconta, dandoci del lei, del dream team che la segue (Claudio Sabelli Foretti,Giovanni Benincasa, Sergio Colabona, Claudio Bonivento Daniele Soragni e Francesca Reggiani con le sue imitazioni) e di Alballoscuro in onda il giovedì in seconda serata su La7 D, che rappresenta per la rete un punto di forza grazie al gioco messo in piedi dalla Parietti.

D.: Con Aldo Busi cos'è accaduto?

R.: Fa parte del gioco. Con Busi c'è stata una reazione violenta, ma l'improvvisazione è la forza di questo programma. Dopo intervisto Arisa e parleremo di sesso e di come a entrambe piaccia un eros spinto. Forse di Arisa non si direbbe.

Alballoscuro, Alba Parietti su La7 DAlballoscuro, Alba Parietti su La7 DAlballoscuro, Alba Parietti su La7 D


D.: Alballoscuro una trasmissione che le è stata cucita addosso direi.

R.: Si decisamente. In genere si dice che un buon conduttore non può rovinare una cattiva trasmissione e che una cattiva trasmissione può rovinare un buon conduttore. Ho avuto delle perplessità e mi sono rivista. E' un programma da guardare in seconda serata. E poi mi ricorda Grimilde.

D.: La puntata d'esordio in cui intervista Lele Mora e Vauro a qualcuno non è piaciuta però (mi riferisco all'articolo di Aldo Grasso Ndr).
R.: Io ascolto le critiche negative. Ma quelle sono critiche superficiali. Credo che non l'abbia neanche vista.

D.: Lei con il suo ospite di turno è circondata da un pubblico telecomandato e pesca delle domande a caso. In fondo mi sembra onesto.
R.: Si è onesto. Il pubblico, quello vero poi, non segue quasi mai quanto accade nello studio E' distratto, spesso applaude o ride quando non dovrebbe. Meglio quello telecomandato. Il gioco delle domande è leale: tutti i conduttori hanno domande preparate che leggono prima. Io so che ci sono domande preparate ma le leggo al momento.

D.: La sua è un'incosciente lucidità?
R.: Mi piace questa definizione, si sono incosciente ma anche lucida.

D.: Ma anche una strega cattiva?
R.: Sono una donna che non è omologata, sono una donna libera. Io non sono di sinistra io sono anarchica. Non ho su di me il cartellino del prezzo. Poi mi viene in mente Grimilde e allora provo dolore.

D.: Grimilde su Italia1?
R.: Logiche aziendali strane. Nella puntata di esordio abbiamo fatto il 18%. Troppo? Non ho mai capito perché sia stata chiusa. Ha dato fastidio a qualcuno? Di certo so solo che Luca Tiraboschi avrebbe voluto continuare.

D.: Tra qualche giorno sarà opinionista a L'Isola dei Famosi 8.
R.: Ringrazio Simona Ventura. Lei mi piace moltissimo, è sulla mia stessa lunghezza d'onda. Il programma mi ha sempre divertito e fa parte delle mie perversioni televisive.

D.: Con Vladimir Luxuria, sarete due zie o cosa?
R.: Meglio baldracca che zia. Comunque la preoccupazione è: come faremo a litigare io e Vladimir?

D.: A proposito delle concorrenti (scoppiamo in una gran risata)...
R.: Non posso di certo a 50 anni mettermi a attaccare le ragazzine. Vederemo. Io aspetto sulla riva del fiume.

D.: A Sanremo 2011 lei è opinionista per Radiomontecarlo.
R.: Non vedo l'ora. sopratutto perché divido la stanza con Manuela Moreno con cui mi faccio delle gran risate. Sarà come tornare ragazzine, ha presente la vacanza con l'amica?
  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: