Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: Maccio Capatonda

Gli ospiti della decima puntata de Le Invasioni Barbariche sono Serena Dandini che torna su La7 per parlare del suo libro Ferite a Morte, il comico e conduttore radiofonico Maccio Capatonda, la presentatrice de La Domenica Sportiva Paola Ferrari, la religiosa dal passato burrascoso Suor Anna Nobili e l’artista visivo Sebastiano Mauri.

di grazias

00.09 “Questa è la tua prima intervista in diretta?” “Sì, una volta sono andato da Piroso ma direi di sì”. “E come ti trovi?” “Malissimo”. Il pubblico ride ma no, non è una battuta.

00.07 L’uomo che usciva la gente:

00.04 Maccio si rianima dando vita a brevi battute dei suoi personaggi. “Ormai in strada non ci vado più, ormai passo tutte le mie giornate a montare video”. Maccio però stai su, dai.

00.00 Spottone a Mario su Mtv:

23.54 Quinto blocco pubblicitario

23.52 Ecco una clip di Giammangiato:

23.49 “La passione per il cinema mi è nata da piccolissimo davanti a Ritorno al Futuro. Appena è finito il film ho detto: “io da grande voglio fare il registro!”. Così mio nonno, lungimirante, mi ha regalato una telecamera, la mia prima telecamera, a nove anni”.

23.47 “Ti definisco “famoso comico”, ti ci senti?” “No, io mi sento un poveraccio”. Però è arrivata la birra:

23.44 Daria lancia un rvm con un medley di alcune clip di Maccio, tra cui quella dell’italiano medio:

23.42 “Mia madre è laureata in lettere e lavora in un museo di Chieti, mentre mio padre cucina e per hobby arrampica le montagne”.

23.38 Arriva Maccio Capatonda, al secolo Marcello Macchia. Il comico dice di essere molto timido e che sono sei mesi che non esce di casa perché ha troppo da lavorare (cioè deve montare il suo ultimo capolavoro in onda su Mtv: Mario).

Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: Suor Anna Nobili

23.33 Suor Anna Nobili balla “Io credo in te Gesù”:

23.28 Quarto blocco pubblicitario.

23.26 Suor Anna vuole ballare anche a Le Invasioni Barbariche. Lo farà subito dopo la pubblicità (giusto il tempo di cambiarsi).

23.22 Suor Anna ammette che prendere i voti non sia stata una decisione facile, si era anche fidanzata (in castità) con un ragazzo dell’oratorio: “Ma alla fine ero così innamorata di Gesù che il mio corpo era già suo, stare con qualcuno sarebbe stato come tradirlo”.

23.20 Il primo passo di Anna verso la sua nuova vita è stato quello di spogliarsi dal trucco e di lasciare la discoteca.

23.18 Ad un certo punto Anna entra in chiesa e scopre che le piace perché le dà una gioia diversa rispetto a quella che le regala la discoteca: “In chiesa le persone volevano parlare con me solo per conoscermi, non per usarmi”, dice.

23.16 Suor Anna ammette di aver fatto la cubista in molti locali milanesi e che lavorava tutte le notti con la musica come unica droga.

23.14 La conversione si Anna è stata lenta. Nel frattempo è riuscita anche a ballare in tivvù. Era il 1991:

23.11 Ad un certo punto Anna scopre la discoteca e anche il fatto che frequentandola molto spesso può “incontrare” un ragazzo diverso ogni sera. Quindi lo fa per diverso tempo finché non si innamora davvero di un ragazzo olandese che segue fino in patria (all’insaputa di lui).

23.09 All’età di dodici anni Anna fa la cameriera in un ristorante dove incontra un carabiniere ventiduenne di cui si innamora ma la madre lo allontana comprensibilmente spaventata per la differenza d’età tra quest’uomo e la figlia.

23.06 La madre (per fortuna) si innamora di un altro e lascia il marito violento per trasferirsi a Milano. Il padre decide di lasciarle la prole e Anna e i suoi fratelli si ritrovano in una casa senza bagno e piena di scarafaggi e topi.

23.03 Suor Anna racconta di aver avuto due genitori particolarmente aggressivi sia con i figli (lei e i suoi due fratelli) che tra di loro. “E non capisco perché, mia madre era molto bella e stirava”. Ho un brivido d’orrore (per il commento della religiosa, più che altro).

22.58 “Io ballo con Dio” è il libro di suor Anna Nobili, religiosa con un passato da lap dancer oggi ospite di Daria Bignardi.

Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: Paola Ferrari

22.53 Terzo blocco pubblicitario

22.52 Daria Bignardi fa notare alla conduttrice de La Domenica Sportiva che la sua denuncia a Twitter non ha aiutato la sua immagine sul social: “Sai che hanno scritto: Paola Ferrari querela l’isola di Pasqua perché non ci ha trovato l’uovo con la sorpresa?”. “Sì ma questo va benissimo: è come nel calcio, lo sfottò va bene, ma lo sfottò razzista no”.

22.48 “Dobbiamo parlare della questione del faro…ma davvero hai denunciato Twitter?” “Sì, perché sono stufa che le donne debbano sempre essere giudicate dagli uomini sulla loro minore o maggiore bellezza o sull’età. Se una donna è vecchia e non ci tiene a truccarsi, va bene, se si vuole rifare, che si rifaccia: noi siamo come siamo e questo non può essere un problema!”.

22.45 Per chi avesse mai avuto dei dubbi, la Ferrari non è bionda naturale:

22.41 “Qualche anno fa mi sono candidata con la Destra di Storace perché mi sembrava importante che una donna potesse guidare il Paese” “Daniela Santachè?”, domanda allibita la Bignardi. “Sì, è una mia grande amica e le mie amiche non hanno mai un carattere debole”. “Uhm, quindi basta essere amiche per fare politica?”, incalza la Bignardi.

22.38 Pare che la conduttrice sia scappata di casa alla tenera età di sedici anni e dice di essersi arrabbiata molto quando le hanno fatto pesare che le mancasse la laurea. La Ferrari ce l’ha anche con Maroni che avrebbe dichiarato: “La Ferrari non l’abbiamo neanche mai presa in considerazione”.

22.36 La Ferrari ha davvero rischiato di diventare assessore regionale alla cultura in Lombardia. La proposta le era arrivata davvero “perché il Pdl aveva bisogno di volti nuovi lontani dalla vecchia politica” e sarebbe stata disposta a lasciare La Domenica Sportiva.

22.33 “Paola, come sei sobria stasera. Ma faremo vedere anche qualche video con le tue grazie più tardi”, così la Bignardi dà il benvenuto in studio a Paola Ferrari.

Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: Sebastiano Mauri

22.28 Secondo blocco pubblicitario

22.27 Daria congeda Sebastiano Mauri. Dopo la pubblicità sarà la volta di Paola Ferrari.

22.24 “In Italia ci si può permettere di avere un atteggiamento atroce nei confronti degli omosessuali. Basti pensare che avevamo un premier che dichiarava che fosse meglio andare a donne piuttosto che essere gay”.

22.21 “In un ambiente altoborghese è più difficile ammettere la propria omosessualità. Lo testimonia il fatto che non ce n’è quasi nessuno (di dichiarato, almeno)”.

22.17 “Essere attratti da una persona dello stesso sesso per me era come una persona che rimane stregata dai paesaggi di Cuba ma decide di non andarci per via di ragioni politiche. Si impone di non andarci per questo e va in altre località, magari non poi non si diverte ma non può fare altrimenti. Questo ero io fino ai 27 anni. Nel frattempo ho anche avuto una storia con una donna durata diversi anni, l’ho anche amata ma poi ho scoperto Cuba”.

22.14 Il padre di Sebastiano ammette: “Leggendo il libro di mio figlio ho capito tutta la mia cecità”:

22.11 Parte un rvm in cui parla anche Diana, la mamma di Sebastiano. Nel video ci sono anche testimonianze di amici e conoscenti che garantiscono: “casa loro era come la New York di Brera”. Pare che una volta sia passato di lì anche Bob Marley.

22.07 “Esiste già un’idea di omesessualità fin da molto piccoli. Io a cinque anni mi dicevo che probabilmente mi sarei divertito meno, ma non avrei mai espresso la mia omosessualità nella vita”.

22.05 “Com’è possibile che in una famiglia così aperta e progressista sia stato così difficile il tuo coming out?” “Quando i tuoi genitori sono molto aperti, a volte i miei lo sono pure più di me, credi che loro abbiano capito tutto della vita e ti sembra strano fare qualcosa che sia diversa da quelle che fanno loro”.

22.03 Arriva in studio l’artista visivo Sebastiano Mauri che racconta il suo libro (autobiografico) Goditi il problema. Lo scrittore proviene da una famiglia singolare: padre documentarista per la Rai, madre sociologa. Tantissimi viaggi per l’orario e nessun orario, nemmeno per la cena.

Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: Serena Dandini apre la decima puntata

22.00 Daria congeda la Dandini e ricorda: “Leggete Ferite a morte anche se fa male, anche se non siete interessati al tema perché è una di quelle opere che rimangono”.

21.59 Geppi, una delle voci dello spettacolo teatrale tratto dal libro della Dandini, legge un estratto di Ferite a Morte:

21.58 A vedere tutto ciò, una domanda sorge spontanea a Daria e non solo: “Non ti manca tutto questo?” “Nessuno può toglierci i tanghi che abbiamo ballato”, risponde la Dandini.

21.56 Daria però non mantiene la propria promessa e mostra la Dandini a Parla con me (e non a The show must go off) durante le sue interviste (sullo storico divano) ai personaggi più illustri. Tipo Tarantino:

21.53 Si torna in onda con la Bignardi che annuncia gongolante: “Adesso sfotto un po’ la Dandini”

21.49 Primo blocco pubblicitario

21.48 Ecco la pubblicità che ha indignato l’Italia intera e che il ministro Fornero ha fatto rimuovere. “Beh, almeno una cosa l’ha fatta la Fornero”, commenta la Dandini:

21.46 Eccovi l’espressione della Dandini mentre ascolta la domanda che su di lei si pone Guia Soncini:

21.44 “C’è qualcosa che accomuna le donne vittime di violenza che racconti nel libro?” “Sono donne uccise all’interno di un legame affettivo. I numeri sembrano incredibili e invece sono reali. Stiamo parlando solo dei casi denunciati, oltretutto”.

21.42 La Bignardi comincia a far domande sul libro della Dandini contro la violenza sulle donne: pare che l’opera sia piena di ironia per quanto le protagoniste siano donne uccise (che si raccontano dopo essere già passate a miglior vita).

21.40 “Serena, tu a modo tuo hai fatto un passo indietro…come ci si trova?” “Uscire fuori dalla televisione fa bene. I politici che son sempre rimasti dentro al loro campo senza mai mettere il naso fuori casa, non è che stiano facendo grandi cose, ad esempio”.

21.36 Daria incalza la Marzano: “Ma lei perché ha lasciato la sua cattedra a Parigi per venire qui in Italia a fare il deputato?” “Se lo sta chiedendo proprio in questo momento, mi sa”, sottolinea la Dandini.

21.34 Marzano: “I dieci saggi sono tutti economisti e giuristi, perché? La saggezza è prima di tutto filosofia, per dire”.

21.32 L’Onorevole Marzano sostiene che uno dei problemi della situazione politica italiana di oggi sia che non si riesca a capire chi prenda le decisioni e perché.

21.30 Daria si collega con l’Onorevole del Pd Michela Marzano da Roma. Secondo la Dandini, Napolitano avrebbe dovuto sceglierla tra i dieci saggi (tutti uomini, per chi ancora non lo sapesse):

21.37 L’Onorevole Marzano sembra avere una grande iniziativa per far diventare realtà il cambiamento in Italia. Peccato che, dice, nessuno all’interno del Partito abbia voglia di ascoltarla trincerandosi dietro un laconico “Vedremo”.

21.32 Serena Dandini entra in studio e appena si siede alla scrivania di Daria afferma: “Mai intervistarsi tra conduttrici”. La Bignardi sembra essere d’accordo. Sarà mica un po’ tardi?

Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: l’Agenda di Geppi Cucciari

21.26 La Bignardi strappa la quasi promessa di un’intervista a Geppi per l’ultima puntata:

21.25 “Ho visto un uomo che moriva per amore…”:

21.23 La Merkel è venuta in vacanza in Italia e Geppi la invita a tornare: “Angela, torna pure quando vuoi tanto se continuiamo così tutto questo un giorno sarà tuo, temo”:

21.21 “Napolitano si è pure scusato ma il motivo per cui non ci sono donne tra i dieci saggi è che le donne sono troppo sagge per prendere parte ad una cosa del genere!”

21.18 Geppi sostiene che nell’uovo di Pasqua non abbiamo trovato solo portachiavi brutti ma anche dieci saggi. Questi qua:


21.16 Daria Bignardi saluta il suo pubblico complimentandosi con se stessa perché stasera avrà ospiti “un sacco di ragazze”. Poi annuncia l’Agenda di Geppi Cucciari.

Manca pochissimo all’inizio della decima puntata de Le Invasioni Barbariche su La7. Daria Bignardi, oltre a dare spazio in apertura alla futura conduttrice del prossimo concertone del primo maggio Geppi Cucciari, farà due chiacchiere con ben cinque ospiti. Apre l’appuntamento barbarico Serena Dandini che ci parlerà del suo libro contro la violenza sulle donne, Ferite a morte. Maccio Capatonda, al secolo Marcello Macchia, sarà il secondo ospite mentre la puntata proseguirà poi con la promessa (non mantenuta) de consiglio regionale lombardo nonché presentatrice de La Domenica Sportiva Paola Ferrari. Chiuderanno l’appuntamento di questa sera suor Anna Nobili, religiosa dal passato a luci rosse e l’artista visivo Sebastiano Mauri che nel 2012 ha esordito nel mondo della letteratura con il romanzo Goditi il problema. A partire dalle 21.10 (Gruber permettendo) troverete qui su TvBlog il nostro consueto e dettagliatissimo live. A tra poco!

Le Invasioni Barbariche, 3 aprile 2013: anticipazioni e live su TvBlog

Daria Bignardi vi aspetta questa sera nel primetime di La7 per il decimo appuntamento con Le Invasioni Barbariche. La puntata verrà inaugurata dalla rubrica fissa di Geppi Cucciari. La conduttrice sarda ci regalerà di nuovo la sua Agenda della settimana rivisitando in chiave ironica i fatti salienti degli ultimi sette giorni con l’altrettanto consueto accompagnamento musicale del maestro Cappa.

Cinque saranno gli ospiti di questa sera: aprirà la puntata Serena Dandini che torna su La7 dopo The Show Must Go Off per parlarci del suo libro, Ferite a Morte, contro la violenza sulle donne. Si passerà poi allo spettacolo con l’intervento del comico Marcello Macchia, decisamente più noto col nome d’arte Maccio Capatonda. L’autore e conduttore radiofonico è al momento impegnato su Mtv con la serie sulle avventure surreali dello sfortunato giornalista Mario.

Paola Ferrari sarà la terza ospite a fare due chiacchiere con Daria a proposito del proprio impegno a La Domenica Sportiva nonchè al ruolo che si vociferava potesse avere all’interno del nuovo consiglio regionale del Pirellone. Quanto c’era di vero? Lo scopriremo questa sera dalla viva voce della giornalista più illuminata del piccolo schermo.

Suor Anna Nobili racconterà poi la propria vocazione e le fasi che l’hanno preceduta: il periodo in cui girava per i locali di lap dance come ballerina hard. Chiude il decimo appuntamento con Le Invasioni Barbariche l’artista visivo Sebastiano Mauri che esordì nel 2012 con il romanzo Goditi il problema.

Ora che sapete tutto, non vi resta che decidere se passare il vostro mercoledì sera in compagnia di Daria Bignardi e dei suoi cinque ospiti. Qualunque cosa scegliate di fare, qui su TvBlog trovate il nostro consueto e dettagliatissimo live a partire dalle 21.10. A stasera!

Ultime notizie su Daria Bignardi

Tutto su Daria Bignardi →