Quarto Grado fedele a se stesso dopo 12 edizioni… e va bene così!!!

Diretta e recensione prima puntata stagione 2020 – 21 di Quarto Grado

Quarto Grado rimane fedele a se stesso. Un marchio di fabbrica di cui Rete4 non può fare a meno. Il racconto analitico e puntuale dei fatti, le testimonianze, le ipotesi, le autorevoli considerazioni del parterre di opinionisti scandiscono le oltre tre ore di diretta. Tutto è ben ordinato e studiato in ogni minimo dettaglio. Un compito in classe, eseguito correttamente, senza sbavature, che non ha bisogno di aggiustamenti.

La collaudata coppia Nuzzi – Viero è ormai una garanzia. I due padroni di casa, che appaiono insieme in video solo ad inizio e fine puntata, gestiscono, con professionalità, i propri spazi. Dialogano, sviscerano i punti oscuri dei vari casi di cronaca nera avvalendosi degli interventi in studio di esperti e protagonisti (come la presenza di Alessio Sakara, campione di MMA, che, stasera, ha preso le distanze dal comportamento violento dei fratelli Bianchi, ritenuti tra i responsabili della morte di Willy) che completano i già dettagliati servizi degli inviati del programma. Ed, infine, semplificano i tecnicismi del diritto (spiegando, per esempio, il nuovo ruolo di teste assistita (previsto nel Codice di procedura penale) di Viola Giorgini, fidanzata di Federico Ciontoli, chiamata, in qualità di testimone, nel processo d’appello bis sulla morte di Marco Vannini).

Vengono scandagliati, in maniera scrupolosa, i luoghi del delitto alla ricerca della verità (come i boschi del messinese in cui sono stati rinvenuti i corpi di Viviana Parisi e suo figlio Gioele) e di nuovi sviluppi giornalistici partendo dalle indagini dell’autorità giudiziaria.

Il pubblico da casa, anche quest’anno, è parte attiva del programma. Sui social, i quartograders, interpellati, a più riprese, dal padrone di casa, fanno sentire la propria voce, tutta la rabbia ed indignazione per gli assassini e tanta vicinanza emotiva nei confronti delle povere vittime e dei loro familiari.

Unica pecca? I macroblocchi delle singole storie (che vanno da trentacinque minuti a quasi un’ora ciascuno) in cui il grosso carico di informazioni, approfondimenti, analisi, opinioni e interventi in studio rischiano di distogliere l’attenzione e sfinire lo spettatore. Dedicarsi ad un maggior numero di storie (in minor tempo) potrebbe essere la scappatoia ideale?!

Quarto Grado diretta puntata 11 settembre 2020

  • 21:33

    La prima puntata della nuova stagione di Quarto Grado si apre con la morte di Willy, ucciso fatalmente da un gruppo di picchiatori. La Procura di Velletri indaga, al momento, per omicidio volontario. Ad ore, potrebbe esserci una quinta iscrizione nel registro degli indagati.

  • 21:46

    Un testimone Claudio, intervistato da Mattino 5, conferma che i fratelli Bianchi avrebbero seguito uno schema: “Con i fratelli conosciamo da piccoli. E’ una cosa abituale per quanto riguarda il loro gruppo. Hanno sempre lo stesso modo di operare, escono di casa per litigare. Mandano avanti il più piccolo, poi, arrivano i più grandi per dare il colpo finale. E’ successo anche due mesi fa. Un ragazzo ha preso tante botte e dei punti in faccia”

  • 21:49

    Marco e Gabriele Bianchi, ad oggi, rinnegano qualsiasi accusa e, dal carcere, puntano il dito contro altre persone. Nei loro confronti pendono otto denunce per violenza, droga e minacce. Entrambi hanno praticato l’MMA.

  • 21:53

    Alessio Sakara: “Non c’entra niente con la violenza. Noi dedichiamo ore di disciplina e sacrificio in palestra. L’arte marziale è rispetto. Gli allievi non devono avere un grande ego. Gabriele e Marco non hanno nulla a che fare con l’MMA. Un allievo di MMA è umile, rispetta tutti”.

    Domani, si terranno i funerali di Willy al campo sportivo di Paliano. Parteciperà anche il premier Giuseppe Conte. I genitori hanno invitato tutti quelli che interverranno alla funzione di indossare una maglietta bianca.

  • 22:04

    Ci sono ancora tanti punti oscuri sulla morte di Viviana e Gioele. Luigi Parisi, padre della donna crede che la figlia sia stata aggredita da qualcuno o qualcosa e che abbia cercato di difendere il figlio. La cognata, invece, potrebbe avallare l’ipotesi di un suicidio solo se il piccolino fosse morto prima.

  • 22:17

    Papà Luigi: “Il suicidio? Non esiste. Per come era religiosa. E’ stata paura di aver causato l’incidente. Doveva andare a comprare queste scarpe… non è andata lì. Voleva raggiungere la Piramide e tornare. Le è andato male. Ha avuto quell’incidente, si è spaventata. Daniele non l’avrebbe mai sgridata. Non è un ragazzo violento”

  • 22:39

    Mariella Mondello, sorella di Daniele e cognata di Viviana: “Le ricerche svolte saranno iniziate per le 16:30. Ci hanno bloccato allo svincolo per due ore. Quelle due ore potevano essere fondamentali per fare le nostre ricerche personali . Ci hanno impedito di cercare Viviana e Gioele. Le ricerche sono state fatte con superficialità, fatte male. C’è dolore e molta rabbia. Il 3 agosto di notte, i soccorsi non c’erano”.

  • 23:23

    Che cosa è successo a Sabrina Beccalli scomparsa, da Crema, lo scorso Ferragosto? Alle 15:11, un uomo con vistosi tatuaggi a strisce sulle braccia, guida la Panda della donna. Dopo due minuti, lo stesso uomo passa con il monopattino diretto verso la periferia della città. Alle 21:25 le telecamere riprendono l’uomo che fa lo stesso percorso del pomeriggio. Alle 22:37, i vigili del fuoco spengono le fiamme che avvolgono la vettura in cui ci sono rinvenute delle carcasse di un cane come stabilito da due veterinari.

  • 23:32

    Prima di sparire nel nulla, Sabrina ha trascorso l’ultima notte con l’amico Luigi. L’uomo teme che la ragazza abbia chiesto una dose di droga ad Alessandro Pasini, descritto come un tipo poco raccomandabile denunciato dall’ex fidanzata. Gli inquirenti riconoscono in Pasini (grazie ai tatuaggi) il tipo ripreso dalle telecamere. L’uomo ha confessato di essere stato respinto da un approccio sessuale, di essersi addormentato e di averla trovata morta nella vasca da bagno. Ha detto, poi, di essersi liberato dal suo corpo e dell’auto solo perché preso dal panico. Una vicina non confermerebbe la sua tesi perché, all’alba, avrebbe udito delle urla di una donna alla ricerca di aiuto. Le ossa rinvenute nel veicolo sono umane come stabilito dal generale Luciano Garofano e dalla dottoressa Cristina Cattaneo.

  • 23:59

    Due giorni fa, è stata sentita Viola Giorgini, la fidanzata di Federico Ciontoli, in qualità di testimone del processo d’appello bis per la morte di Marco Vannini. La ragazza ha affermato di essersi fidata della versione di Antonio Ciontoli, di non essersi accorta della ferita della povera vittima (ha saputo dello sparo solo all’ospedale) e di aver obbedito solo agli ordini del papà del compagno.

  • 0:08

    Per mamma Marina Conte, Viola Giorgini (ancora fidanzata con Federico Ciontoli) ha sempre mentito: “Anche io ci sono stata in quella casa. Tra Federico ed il Ciontoli non c’è stato un bel rapporto ma in quella casa comandava Federico. Infatti è stato lui a fare la prima chiamata al 118. Mi hanno ammazzato il figlio con tanti sogni nel cassetto che lui non realizzerà più”

  • 0:31

    Dopo la nascita del piccolo Evan, Letizia ed il fidanzato Stefano mettono fine alla loro relazione. La donna inizia una relazione con un altro uomo Salvatore Blanco. Il bimbo riporta tagli, lividi e viene portato tre volte in ospedale (solo l’ultima volta le autorità sanitarie lanciano l’allarme) all’insaputa del padre, della zia e della nonna. Il papà decide di presentare denuncia alla Procura di Genova per maltrattamenti. Il neonato muore la mattina del 17 agosto. Il fratellino, nella sua deposizione, accusa la madre ed il convivente della morte del bambino.

  • 0:39

    Dopo la denuncia, vengono messe delle microspie nell’appartamento in cui vivevano Salvatore e Letizia. Registrano gemiti e sospiri di Evan quando l’uomo era in camera con lui (lo chiama con il nomignolo bastardo). I vicini avvertono i pianti del bimbo di notte ma nessuno lancia l’allarme. Il convivente, in altre registrazioni, strattona il bimbo dopo una feroce lite con la fidanzata. E, poi, la musica ad alto volume a tutte le ore del giorno per coprire le urla? L’esposto, presentato dall’avvocato di Stefano Lo Piccolo, è stato trasmesso troppo tardi (dopo 15 giorni) alla Procura di Siracusa.

Quarto Grado puntata 11 settembre 2020: anticipazioni

“Quarto Grado”, torna, stasera, venerdì 11 settembre 2020, in prima serata, su Rete4, con la prima puntata della dodicesima edizione. Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, e la squadra del programma in onda sulla rete di Sebastiano Lombardi, riprendono a indagare su episodi attuali di nera e cold case che attendono da troppo la verità.

Al centro della prima puntata dell’approfondimento a cura di Siria Magri, inchieste sulla morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele e sul caso di Willy Monteiro.

I contorni della vicenda della donna e di suo figlio, di soli quattro anni, restano ancora poco chiari: omicidio-suicidio, incidente o «incontro sfortunato»?

Agghiacciante per modalità e aggravato dall’ombra del movente razziale, il dramma del ragazzo di 21 anni di Colleferro (Roma), ucciso di botte nella notte tra il 4 e il 5 settembre. Intanto, il gip di Velletri ha convalidato l’arresto per concorso in omicidio preterintenzionale per i fratelli Gabriele e Marco Bianchi, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia.

“Quarto Grado” conferma inoltre l’intervento di esperti e ospiti: tra questi, Luciano Garofano, Alessandro Meluzzi, Massimo Picozzi, Carmelo Abbate, Grazia Longo e Sabrina Scampini.

Quarto Grado 2020 – 21, dove vederlo in diretta tv e live streaming

Quarto Grado si può seguire su Rete 4 dalle 21.30 oppure in diretta streaming su Mediaset Play selezionando il canale.

Quarto Grado 2020 – 21, second Screen

Quarto Grado è anche social: si rinnova, infine, anche lo stretto rapporto che lega Quarto Grado con i suoi telespettatori, una community online molto attiva – i quartograders – che ogni venerdì commenta e interviene in diretta via Facebook, Messenger e Twitter.

I Video di TvBlog