Fuori dal coro, Retequattro ha il suo one man show

Gli ospiti e le anticipazioni del primo appuntamento in diretta su TvBlog dalle 21:30

Quasi quasi se ci mettessimo pure qualche coreografia e una lotteria di mezzo potrebbe diventare il Fantastico del 2020 nel mood di Retequattro, perché in fondo, Fuori dal coro c’è un grande one man show in cui Mario Giordano ha in mano la direzione e può fare quello che vuole. Il conduttore, giornalista ed ex direttore di Studio Aperto ormai è lanciatissimo nel suo spazio del martedì sera.

Sa certamente come catturare il suo pubblico con improvvisi colpi di scena spettacolari, quasi come degli sketch, totalmente inediti per un talk show d’attualità. Quando due anni fa commentammo l’esordio (allora in onda in fascia preserale e con una durata ben più corta della maratona di 4 ore in prima serata) parlammo di una “trasmissione urlata che ha ben poco di un approfondimento“, ebbene i suoi eccessi sono paradossalmente diventati il marchio di fabbrica del programma, superando persino la prova dei meme circolati nel web. Ma si sa, il meme non è sempre un premio al merito. 

Oggi Fuori dal coro è come un neonato che è cresciuto e sta camminando per la sua strada, la promozione in prima serata non ha fatto altro che limare le proprie imperfezioni diventando sì, una trasmissione di approfondimento, ma al contempo anche un cult di Rete 4 che non può fare a meno delle sfuriate di Giordano in faccia alla telecamera, che non può fare a meno delle sue lamentele continue e che non può fare a meno di veri e propri momenti di varietà. Ne è l’esempio più lampante l’apertura in cui non ha riservato il banale “Buonasera e benvenuti” ma un tuonante “Donato! Il banco con le rotelle!” in sella ad un banchetto lanciato verso il dietro le quinte.

Ora, immaginiamo un telespettatore totalmente ignaro dell’esistenza di Fuori dal coro. Mentre fa il suo zapping arriva mesto al tasto numero 4 e si becca un giornalista che plana su un banchetto con le rotelle: che reazione potrebbe avere? Meraviglia? Divertimento? Preoccupazione? Spavento? L’ultima opzione è quella più probabile per la scena raccapricciante, come la conseguenza del cambio di canale.

Sul fronte delle tematiche politiche affrontate non ci giriamo tanto attorno, la visione non è bipartisan. La totale mancanza di contraddittorio su certi dibattiti che si consumano tutto su un unico binario è percepibile persino da chi di politica non ne capisce niente.

Così come è accaduto per l’intervista a Matteo Salvini che, di contro, non aveva nessuno a replicare (se non Giordano che pendeva dalle sue labbra), anche l’argomento più spinoso legato alle riaperture delle scuole nell’emergenza covid non ha avuto nessuna rappresentanza del governo che potesse rispondere alle tante contestazioni di Giordano (che non le ha mandate a dire al Ministro dell’Istruzione Azzolina).

Più forte la seconda parte del programma, dalle inchieste giornalisticamente rilevanti come la gestione dell’emergenza immigrazione (tema fra i più affrontati del programma da sempre), a quelle più delicate come il dramma del piccolo Lorenzo, prelevato alla sua famiglia. L’indignazione fa da padrone quando riemerge un grande classico dei talk show: la polemica dei vitalizi d’oro, un cavallo di battaglia di Fuori dal coro. Qui esce fuori l’anima battagliera di Giordano, sicuro di sé, con la presunzione di avere tutte le carte in regola per la ragione in tasca! Peccato per la mancanza del pubblico in studio ad acclamarlo, sarebbe stata la ciliegina sulla torta.

Insomma, Mario Giordano fra urla, lamentele ed eccessi ha trovato la sua dimensione, il suo ‘parco giochi’, il suo spazio libero. Diverso da tutti, per questo unico nel suo genere.

Fuori dal coro, diretta prima puntata dell’8 settembre 2020

Segui la prima puntata di Fuori dal coro su Tvblog!

  • 21:30

    Sta per cominciare la nuova edizione di Fuori dal coro.

  • 21:34

    Intanto le tre reti mediaset in questo momento sono unificate per presentare la nuova stagione televisiva. Per questo l’inizio della prima puntata sarà ritardata…

  • 21:40

    Si parte, Giordano parte subito…urlando e planando su di un banco con le rotelle: “DONATO! DONATO IL BANCO CON LE ROTELLE”

  • 21:42

    La scenografia che si presenta è questa.

  • 21:48

    E’ già show. Sono già sopraffatto dalle grida. Giordano dà dell’incapace al ministro Azzolina – manco a dirlo – sottolineando il negativo dell’operato del ministro “e lo sanno tutti”.

  • 21:53

    Magari rallentiamo il ritmo. Con tutte le tematiche da affrontare, spararle così velocemente in pochi minuti potrebbe sfasare la trasmissione ed è solo l’inizio.

  • 21:54

    In collegamento c’è Michele. Non riesce a pagarsi l’affitto. Ha perso il lavoro, faceva il pizzaiolo a Firenze ma da 5 mesi vive per strada. Un’altra vicenda è quella di Osvaldo che non ha preso ancora la cassintegrazione.

  • 21:55

    Durante la puntata parlerà Marco, il fratello di Luca, il ristoratore che quest’estate si è drammaticamente tolto la vita.

  • 21:56

    Dal 1° gennaio 2019 all’8 settembre 2019 gli sbarchi degli immigrati sarebbero aumentati del 250%

  • 21:57

    L’inchiesta dei falsi minori stranieri in Friuli Venezia Giulia che l’inviata nel servizio qualifica come “La Lampedusa del nord”.

  • 22:03

    Si salta dai casi scomodi dei banchi, alle vicende drammatiche in italia, all’inchiesta sull’immigrazione, all’emergenza Covid. Tutto in 15 minuti. Ma si può?

  • 22:06

    In collegamento Massimo Galli, direttore malattive infettive “Ospedale Sacco” di Milano

  • 22:08

    “Abbiamo un virus da Shangai passando per Monaco ma nessuno è colpevole di questo. Non è arrivato in Italia fortunatamente. E’ arrivata una variante più simile a quello che è circolato a Wuhan che è girato di meno. Mi viene il sospetto che abbia avuto una minore efficacia di contagio”

  • 22:09

    Scambio di battute tra galli e Giordano sul caso scuole/covid. Il mio primo giorno di scuola ero così “Pensa com’è peggiorato”. “Come vede il banco con le rotelle?” chiede il giornalista. Risposta: “Con perplessità”

  • 22:11

    Galli: “Spero che arrivi presto il vaccino ma non penso arrivi entro la fine dell’anno”

  • 22:13

    Si scopre che l’intervento con Galli era registrato e lo si capisce da un fermo immagine nel lancio del servizio che introduce l’arrivo di Matteo Salvini.

  • 22:15

    Nel servizio Conte afferma che ha difficoltà a parlare con il leader della Lega “Gli mando i messaggi ma lui non risponde”. La prima risposta di Salvini: “Ho qui la chat, ma per rispetto non la faccio vedere”

  • 22:16

    Il ministro Azzolina ieri ad Agorà: “Ma Salvini ha una coscienza?” Risposta: “Abbiamo fatto decine di proposte con lei. Ha perso 4 mesi cercando banchi con le rotelle. Ci sono degli appalti da decina di milioni di euro che sono sospetti”.

  • 22:19

    Salvini dà il bentornato a Mario Giordano: “Un abbraccio a tutti i tuoi tecnici e grazie per questa trasmissione libera”

  • 22:24

    E’ arrivata Veronica Gentili, conduttrice di Stasera Italia News.

  • 22:27

    Servizio sui boss fuori dal carcere, ce ne sarebbero ancora 168 scarcerati in concomitanza con l’emergenza Covid.

  • 22:29

    Salvini commenta: “E’ una vergogna, un oltraggio al sacrificio quotidiano delle donne e degli uomini di chi lavora alla polizia penitenziaria”.

  • 22:34

    L’omicido di Willy a Colleferro. Salvini: “Io spero che ci sia la galera a oltranza per chi ha ucciso. Devono stare in carcere finché campano”

  • 22:36

    Domanda di Veronica Gentili: “Se la campagna elettorale è diversa da quella che portò avanti a gennaio? L’emergenza Covid l’ha reso diverso?” Risposta: “Sono quello di sempre con i miei pregi e difetti.”

  • 22:44

    Ci mancava il bacio con la fidanzata a Venezia

  • 22:48

    Giordano riesce a strappare una promessa a Salvini, il confronto con l’Azzolina: “Ci organizziamo” e lo congeda.

  • 23:02

    Dopo una pausa pubblicitaria Giordano parla del tema dei bambini portati via alle famiglie.

  • 23:10

    Un servizio racconta passo per passo la storia di Lorenzo, un bambino prelevato dalla sua famiglia. Suo zio ha chiesto aiuto agli assistenti sociali.

  • 23:15

    Secondo l’università di Padova, al giorno vengono allontanati 63 bambini dalle loro famiglie.

  • 23:24

    Titolo, Virus e Polemiche – Parla Vittorio Feltri. Eccolo, quanta eleganza… ma perché?

  • 23:29

    Il podio delle 3 affermazioni più particolari secondo Fuori dal coro : “L’idea del ministro de micheli, una pista ciclabile sopra sullo stretto” mentre al primo posto mette l’Azzolina “come Oronzo Canà” che spiega i suoi schemi di gioco.

  • 23:33

    Servizio sugli sprechi della scuola. In studio l’elenco dei costi (certo, impressionanti) delle strutture poi abbandonate.

  • 23:38

    Vissani ospite nel simbolo dell’Italia che ce la può fare: “La sardegna è stata trattata male”

  • 23:43

    Orietta Berti è ospite di questa sera per il tema dell’immigrazione. Un po’ come ospitare un vegano alla sagra dell’arrosto. Molto bene.

  • 23:50

    Si ritorna nuovamente sull’inchiesta degli immigrati falsi minori.

  • 0.15

    Il dramma della crisi, le città vuote e le testimonianze di chi sta subendo maggiormente il colpo: i negozianti.

  • 0:30

    Non potevano mancare gli inossidabili temi più pruriginosi come i vitalizi d’oro

  • 0:47

    “Le auto blu sono in aumento del 30%”

  • 0:52

    Floresta, 478 abitanti e… un auto blu il sindaco: “Non abbiamo mezzi pubblici, io non so come muovermi”

  • 0:55

    Intanto mancano 6 minuti all’una del mattino, ma mica è tutto finito qua. C’è il parere di Orietta Berti: “E’ uno spreco”. Bene.

  • 0:58

    Savina e Giuseppe avevano aperto un ristorante nel 2019. Con il covid il locale è stato chiuso e non hanno ricevuto sussidi: “Nessuno ci sta aiutando, siamo abbandonati. Abbiamo chiuso l’attività per colpa del governo”.

  • 1:00

    I tempi improvvisamente si sono fatti più veloci e Giordano taglia corto: “Mi arrabbio perché la situazione è questa”

  • 1:03

    “Mi sono arrabbiato talmente tanto che ho bisogno di una parola buona” e si apre un improbabile colloquio con Don Camillo: “Non devi arrabbiarti, non devi esagerare”

  • 1:05

    E dando l’appuntamento a Don Camillo alla prossima settimana si chiude la prima puntata di Fuori dal coro. Buonanotte!

Fuori dal coro, nuova edizione con Mario Giordano: prima puntata dell’8 settembre 2020

Oggi martedì 8 settembre 2020, alle 21:30 ritorna Mario Giordano ad accendere il prime time di Rete 4 con una nuova edizione di Fuori dal Coro. Approfondimenti e inchieste che saranno discusse in studio con gli interventi degli ospiti in studio e in collegamento.

Nel primo appuntamento sarà messa l’attenzione sull’intervista al leader della Lega Matteo Salvini. Tra i temi in risalto l’attualità politica, economica e sociale, le prossime elezioni regionali, il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari, la situazione contagi e la gestione dell’emergenza Coronavirus.

Un’ampia pagina dedicata alla riapertura delle scuole: fra difficoltà, misure di distanziamento e servizi da rivedere, in che modo si potrà ripartire?

Il tema dell’immigrazione sarà affrontato con un’inchiesta sulla gestione dei migranti tra business dell’accoglienza, sfruttamento del lavoro e il boom di arrivi di minorenni nel Nord-Est dell’Italia. E ancora, le telecamere della trasmissione riaccendono l’attenzione sui boss liberati durante il lockdown e mai rientrati in carcere e sul dramma dei bambini sottratti ingiustamente alle famiglie.

Tra gli ospiti della prima puntata: il professor Massimo Galli, direttore del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, Vittorio Feltri, lo chef Gianfranco Vissani, Orietta Berti e Veronica Gentili.

 

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Fuori dal coro

Fuori dal coro è un programma d'approfondimento giornalistico in onda su Rete 4, condotto da Mario Giordano.

Tutto su Fuori dal coro →