Blogo retroscena: Adriano De Maio e Alessio Rocchi supplenti di Rizzelli nel day time di Rai1

Insieme a Raffaela Sallustio sostituiranno per un mese Stefano Rizzelli

di Hit

Nei corridoi del quinto piano di viale Mazzini è l’argomento del giorno, anzi dei giorni. Da queste colonne ne abbiamo già parlato, ma come tutte le notizie in itinere, ogni giorno giungono nuovi dettagli e nuovi particolari che aggiungono nuovi tratti alla notizia, dando della medesima un quadro sempre più completo.

Il riferimento è al caso Rizzelli e al suo stop lavorativo. Partiamo dal dirvi che Stefano Rizzelli è il capo struttura responsabile di alcuni dei programmi più popolari del day time di Rai1. Nella fattispecie in questo momento la sua struttura si occupa di Vita in diretta estate, il programma condotto da Marcello Masi con Andrea Delogu e Io e te, la trasmissione condotta da Pierluigi Diaco, programmi questo che compongono il palinsesto pomeridiano estivo della Rete 1. Da settembre, con la partenza della nuova stagione televisiva la struttura guidata da Stefano Rizzelli si occuperà di Storie italiane di Eleonora Daniele, Vita in diretta di Alberto Matano ed Italia sì di Marco Liorni.

Nei giorni scorsi Rizzelli ha informato Rai1 che si sarebbe preso un periodo di un mese di stop per questioni strettamente personali. Il direttore di Rai1 Stefano Coletta, appresa questa informazione e vista la delicata situazione di inizio stagione tv, ha deciso di affidare provvisoriamente, dunque per il mese in cui Rizzelli non ci sarà, ad altri tre dirigenti della sua rete le tre trasmissioni di cui sopra. Come vi abbiamo informato Raffaela Sallustio si occuperà di Vita in diretta ed oggi siamo in grado di aggiungere che Alessio Rocchi si occuperà di Storie italiane e Adriano De Maio di Italia sì.

Sallustio, De Maio e Rocchi saranno dunque i supplenti di Stefano Rizzelli in questo suo mese di assenza lavorativa. Al termine del quale tutti a Rai1 si augurano possa riprendere regolarmente il suo posto alla guida della struttura day time della prima rete del servizio pubblico radiotelevisivo. A proposito poi degli attriti di cui si parla, in particolare quello con Alberto Matano, c’è stato un confronto a luglio sulla scelta del produttore di Vita in diretta per la successiva stagione, detto questo è normale che il ruolo di capostruttura spesso pone di fronte il dirigente televisivo ad alcune situazioni delicate e particolarmente perniciose con i conduttori dei programmi che segue e anche Rizzelli -che in questi giorni si è imposto il silenzio- ha avuto discussioni con i professionisti che hanno guidato e guidano i suoi programmi.

E’ del tutto evidente inoltre che la soluzione praticata da Stefano Coletta di distribuire i tre programmi della struttura di Rizzelli ad altrettanti professionisti della rete, è una soluzione che intende rispettare la situazione attuale del Rizzelli, attendendolo quindi ad un ritorno al lavoro nei tempi più brevi possibili.