Messe in tv, Canale 5 la "scippa" a Rete 4; le proposte Rai e di Tv2000

Dopo il successo di ascolti del Rosario su Tv2000, Mediaset sposta su Canale 5 la Messa della domenica di Rete 4, mentre su Raiuno e sulla tv della Cei proseguono gli appuntamenti già noti al pubblico

L'effetto Tv2000 colpisce anche Mediaset. Dopo l'inaspettato risultato in termini di ascolto (4,1 milioni di telespettatori, terza rete nazionale in prima serata dopo Raiuno e Canale 5) del Rosario con Papa Francesco trasmesso in diretta dall'emittente della Cei, anche l'azienda di Cologno Monzese si mobilita per accaparrarsi parte di quel pubblico di fedeli in cerca di un momento di preghiera sul piccolo schermo. Così sarà domani, domenica 22 marzo 2020, quando Canale 5 manderà in onda alle 10:00 la diretta della Santa Messa dal Santuario della Madonna del Divino Amore di Roma.

D'altra parte, è ormai quasi un mese che in Lombardia (e successivamente nel resto d'Italia) un'ordinanza impone la celebrazione delle Messa senza il concorso del popolo (ma anche il divieto di celebrazione di matrimoni e funerali): i parroci, soprattutto quelli in provincia, si sono attrezzati alla meglio, facendo affidamento chi alle radio parrocchiali chi ai social network, riuscendo con un tablet o uno smartphone a fare una diretta su Facebook della funzione.

I fedeli apprezzano e seguono, così, da casa, la cerimonia. L'exploit ottenuto da Tv2000 giovedì scorso non ha fatto altro che confermare una richiesta che arriva da numerosi cristiani in un periodo così difficile per il nostro Paese e che permette alle generaliste di riscoprire e rivalorizzare la trasmissione della Messa.

Diciamo rivalorizzare perché, in effetti, Mediaset già trasmetteva la Messa delle 10:00 della domenica ma, fino alla settimana scorsa, è sempre andata in onda su Rete 4 (che da domani si dovrà accontentare, al suo posto, di una replica della fiction Carabinieri). Non una novità, insomma, ma una "promozione" sulla rete ammiraglia che chissà se sarà confermata anche ad emergenza conclusa. Da notare, piuttosto, che Canale 5 torna ad avere in palinsesto anche un contenuto religioso, dopo la chiusura, quasi tre anni fa, de Le frontiere dello spirito, in onda proprio la domenica mattina.

"Con l’emergenza in atto, la Santa Messa in tv diventa un servizio per il grande pubblico", scrive Mediaset in un comunicato: vale la pena, allora, ricordare che anche su Raiuno è possibile seguire, la domenica mattina, la Santa Messa, alle 10:55, in diretta, di settimana in settimana, da vari Santuari in giro per l'Italia. Una diretta che precede ed anticipa A Sua Immagine, appuntamento fisso del giorno festivo di Raiuno, condotto da Lorena Bianchetti; l'offerta si completa con la diretta dell'Angelus del Papa alle 12:00. Anche Raitre, alle 11:00, propone una funzione religiosa, in onda dalle chiese di varie regioni d'Italia ed in collaborazione con i Tgr regionali.

Ovviamente, Tv2000 non manca in questo elenco, con la proposta della messa delle 07:00 da Santa Marta e celebrata da Papa Francesco, quella delle 08:30 e l'Angelus delle 12:00. Proprio la celebrazione delle 07:00, alla presenza del Santo Padre, sarà trasmessa anche da Rtl 102.5 che così, si legge in una nota, "vuole contribuire a sostenere attraverso le parole del Santo Padre i suoi ascoltatori e tutti gli italiani, in questo momento così critico per l’Italia, colpita molto duramente dal contagio del Coronavirus". Sempre per quanto riguarda la radio, infine, confermata su Rai Radio 1 dalle 10:40 alle 12:15 La finestra su San Pietro, rubrica religiosa che include anche la S. Messa e l'Angelus, anticipata alle 10:30 da In viaggio con Francesco, programma a cura di Padre Fortunato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail