• Tv

Alberto Sordi, il film-tv prima al cinema e poi su Raiuno

Permette?, il film-tv di Luca Manfredi dedicato ad Alberto Sordi ed interpretato da Edoardo Pesce prima di arriva in tv su Raiuno sarà al cinema, in occasione del centenario dalla nascita dell’attore

E’ un’abitudine sempre più frequente, quella di proporre al cinema prima che sul piccolo schermo serie e film-tv evento che fanno parlare prima ancora della messa in onda. Succederà il 27, 28 e 29 gennaio con i primi due episodi de L’Amica Geniale 2 e succederà anche con Permette?, il film-tv dedicato ad Alberto Sordi.

Inizialmente previsto per gennaio, la Rai ha deciso di posticipare a data da destinarsi la messa in onda della pellicola diretta da Luca Manfredi e che vede Edoardo Pesce nel compito di interpretare il mitico attore che, come ha detto Ettore Scola, “non ci ha mai permesso di essere tristi”.

Se per vederlo in tv dovremo aspettare, Permette? ha invece una data di debutto cinematografica. Il 24, 25 e 26 febbraio, infatti, il film-tv sarà distribuito nelle sale cinematografiche grazie ad Altre Storie, che lo proporrà nei giorni in cui saranno celebrati i 17 anni dalla sua scomparsa (Sordi morì il 24 febbraio 2003), ma soprattutto nell’anno del centenario della sua nascita (avvenuta il 15 giugno 1920).

Permette?, co-prodotto da Rai Fiction e da Ocean Productions, racconta vent’anni di vita di Sordi, dal 1937 al 1957, ovvero da quando Sordi fu espulso dall’Accademia di Recitazione dei Filodrammatici di Milano per la sua cadenza romana. Deciso a non mollare, tornato a Roma sostenne con successo il provino per diventare la voce di Oliver Hardy, fino a riuscire a farsi notare nei varietà ed alla radio con il personaggio di Mario Pio. Sempre in quegli anni strinse amicizia con Federico Fellini, che lo diresse ne “Lo sceicco bianco” ed “I vitelloni”, si innamorò dell’attrice e doppiatrice Andreina Pagnani e raggiunse il successo con “Un americano a Roma”.

Il cast del film-tv vede, oltre a Pesce, anche la presenza di Pia Lanciotti (Andreina), Alberto Paradossi (Fellini), Paola Tiziana Cruciani, Luisa Ricci, Michela Giraud, Paola Giangrasso e con la partecipazione amichevole di Giorgio Colangeli, Martina Galletta, Francesco Foti, Sara Cardinaletti e Lillo Petrolo nel ruolo di Aldo Fabrizi.

“Permette? Alberto Sordi vuole essere un affettuoso omaggio al grande talento di uno dei maggiori interpreti di un genere che ci ha reso famosi in tutto il mondo: la Commedia all’italiana”, ha detto Manfredi. “Un genere capace di raccontare i drammi e i vizi della nostra società̀, appena uscita dall’ultima guerra, con il sorriso e l’ironia. Un attore straordinario, dotato di un talento innato, che ci ha regalato con più̀ di duecento film una galleria di personaggi indimenticabili con un gioco di invenzioni e di ‘tic’ sui loro modi di parlare e di muoversi, come il suo famosissimo saltello. Ma Alberto ha dovuto faticare non poco, per vedere riconosciuto il suo talento. Senza mai abbattersi, ma anzi, combattendo con una tenacia inarrestabile (che poi ha trasferito in uno dei suoi personaggi più noti, il Dentone) è riuscito a diventare uno degli attori più apprezzati del grande cinema italiano”.