Boom per Fleabag dopo la vittoria agli Emmy. Amazon riuscirà a convincere Phoebe Waller Bridge a proseguire?

Phoebe Waller-Bridge firma un accordo in esclusiva con Amazon

Tutti amano Phoebe Waller-Bridge.

E dopo gli addetti ai lavori, i produttori, il pubblico più appassionato, tutti si stanno accorgendo del grande talento dell'attrice e autrice dopo il trionfo agli Emmy in cui non solo Fleabag era la miglior comedy e Phoebe la miglior attrice, ma Jodie Comer ha vinto come miglior attrice drammatica per Killing Eve, serie tv creata da Waller-Bridge (anche se non più impegnata fisicamente nella sua scrittura).

Un talento indiscutibile che giustamente Amazon ha deciso di mettere sotto contratto: le sue nuove produzioni saranno in esclusiva su Amazon Prime Video nei duecento paesi in cui è presente. Addio quindi allo "spezzatino" con Fleabag prodotto con BBC, il futuro Run realizzato per HBO o Killing Eve per BBC America (in Italia su TIMVISION), il futuro di Waller-Bridge sarà targato Amazon.

La piattaforma sta in fondo avendo una prova concreta del fenomeno Waller-Bridge. Secondo lo studio di Parrot Analyitics dopo la vittoria di domenica agli Emmy, nelle prime 24 ore c'è stata una crescita di richieste e di visualizzazioni del 148% in Nuova Zelanda, del 130% in Canada, del 121 in Spagna ma anche del 102% negli USA e del 106% addirittura nel Regno Unito dove è nato su BBC Three.

Parrot Analytics ha sviluppato questi dati misurando l'interesse per lo show unendo streaming, download, ricerche via internet e post sui social media. Purtroppo la società che ha pubblicato in esclusiva i dati per deadline, non ha segnalato la percentuale di interesse dell'Italia, forse un po' più restia a scoprire le novità e meno interessata al fenomeno Emmy.

Jennifer Salke ha commentato l'accordo tra la società di cui è a capo, gli Amazon Studios e Phoebe Waller-Bridge sottolineando il grande talento di Phoebe "è intelligente, brillante, generosa e piena di talento in vari campi tra cui la scrittura, la recitazione e la produzione. Fleabag è stato un vero regalo per i nostri clienti Prime Video e non vediamo l'ora di vedere le prossime creazioni che verranno dalla sua mente brillante, per intrattenere il nostro pubblico in tutto il mondo”.

E naturalmente in questo futuro le piacerebbe vedere anche una nuova stagione di Fleabag come ha lasciato intendere durante un incontro al Paley Center di Beverly Hills, nonostante gli altri le dicano che sta solo negando l'evidenza. "Stiamo parlando di una produttrice prolifica, ma non fa mai uno show tanto per farlo. Sta pensando a un film, a una nuova serie." Una filosofia che Amazon condivide perchè "non competiamo in una gara per la quantità ma per la cura del prodotto".

Lei a Tvline dice che vorrebbe riprendere il personaggio interpretato in Fleabag quando avrà tra i 45 e i 50 anni "in ogni caso voglio lasciarla andare per un po'". Ci sarà quindi da aspettare, magari il 2030.

  • shares
  • Mail