Porta a Porta, la conferenza stampa del 9 settembre 2019

La conferenza stampa di Porta a Porta.

  • 12:10

    Inizio conferenza. La direttrice di Rai 1, Teresa De Santis, non è presente. Bruno Vespa: "Porta a Porta ha avuto una felicissima anteprima sabato sera con lo speciale di Mike Bongiorno. Abbiamo fatto numeri straordinari. La stagione la apriremo con Matteo Salvini e Nicola Zingaretti, uno domani e l'altro dopodomani. Luigi Di Maio verrà al ritorno da New York. Noi invitiamo sempre il premier. Lui non preferisce la televisione e ci ha dato la risposta definitiva il 7 agosto ossia che non sarebbe venuto. Quel giorno, abbiamo invitato Salvini e Zingaretti. Ci saranno delle piccole novità: proveremo ad aprire i colloqui con i leader in maniera informale ossia prendendo un caffè nel bar di Via Teulada".

  • 12:20

    Bruno Vespa: "Ai sondaggi ci sarà Antonio Noto e Alessandra Ghisleri. Due volte a settimana, ci sarà Osho. Questo è il 14esimo governo che Porta a Porta racconterà. Abbiamo un grande rimpianto con la crisi di governo ad agosto ma cercheremo di rimediare. Porta a Porta è molta attenta a tutti i problemi della cronaca, della politica, dello spettacolo... Cercheremo di migliorare la grafica. Questo studio è molto vecchio e poco disponibile alle novità tecnologiche. Ma siamo affezionati a questa location e non vogliamo abbandonare Via Teulada. Faremo piccoli miglioramenti sulla grafica. La squadra resta la stessa. Diamo il benvenuto a Sabrina Busiello che sarà la nuova regista. Ringrazio Alberto Sugaroni per le "chiusure".

  • 12:25

    Vespa: "Passiamo dalla politica alla cronaca nera o allo spettacolo, senza nemmeno avere il tempo di bere un bicchiere d'acqua. Tutto questo è merito della squadra".

  • 12:30

    Salvini sulla crisi di governo: "Nessun leader avrebbe immaginato fino all'8 agosto quello che è successo. Nemmeno io, quindi, potevo immaginarlo! Ne abbiamo viste di cotte e di crude. Ciò che è successo non è accaduto neanche durante la Prima Repubblica".

  • 12:33

    Vespa: "Ho scelto Osho perché ha un successo straordinario. Io portai in tv Forattini e non fu facile. Sono sempre stato legato ai vignettisti. Osho è molto intelligente. L'introduzione al bar con i politici sarà informale ma non sarà leggera. In confidenza, si dicono le peggio cose!".

  • 12:34

    Vespa: "La storia della Terza Camera nacque da una battuta di Andreotti. La Terza Camera è una battuta. Il ruolo di Porta a Porta viene riconosciuto da tutti. Noi andiamo in onda in un orario disumano. L'Italia è l'unico paese al mondo dove la prima serata inizia alle 21:30. Nonostante ciò a Porta a Porta viene ancora riconosciuto un ruolo, non spetta a me dire quale: i politici sono contenti di venire a Porta a Porta. Porta a Porta non ha perso il proprio ruolo originario".

  • 12:35

    Vespa: "Porta a Porta ha anche il problema del traino. L'anno scorso, abbiamo avuto 27 partite di calcio! Sono molto grato ai telespettatori di Porta a Porta".

  • 12:37

    Vespa: "Il mio errore più grande? Non avrei intervistato in studio i Casamonica. Non ci stavano bene in studio, onestamente".

  • 12:40

    Vespa: "Porta a Porta, nelle previsioni, doveva durare al massimo 4-5 puntate. Noi siamo come i ristoratori, andiamo al mercato e vediamo qual è la verdura migliore... La nostra è una macchina continua. Sabrina, non lo sa in che guaio si è cacciata! I ritmi sono forsennati!".

  • 12:42

    Vespa: "Una delle ragioni per la quale Porta a Porta è rispettata è la correttezza assoluta. Abbiamo invitato Salvini e Zingaretti il 7 agosto. Non cambia niente che Salvini sia passato all'opposizione. Il primo ospite sarebbe stato Conte se avesse accettato l'invito. Non sarebbe stato il caso di revocare l'invito a Salvini".

  • 12:44

    Vespa: "La prima domanda che farò a Salvini al bar? Non lo so e se lo sapessi, non lo direi! Spesso, decido la domanda durante la sigla! Tra oggi e domani, c'è un secolo! Può succedere di tutto! La prima domanda la saprò un minuto prima. Riguardo altri argomenti fuori dalla politica, ancora non lo sappiamo... Vediamo. Riguardo i 5 Stelle, abbiamo degli inviti in corso".

  • 12:46

    Vespa: "Io in politica? No per carità! No, sempre di più. Alla politica, ho resistito. Non sarei proprio capace, col carattere che ho. Mi ammazzerebbero nella culla!".

  • 12:48

    Vespa: "Per Di Maio, abbiamo l'accordo per dopo il 20. Domani sera, se il palinsesto non impazzisce, andremo in onda prestissimo, per noi, 23:15, una pomeridiana, praticamente!". Fine conferenza.

Oggi, lunedì 9 settembre 2019, a partire dalle ore 12, si terrà la conferenza stampa di presentazione di Porta a Porta, il programma di approfondimento giornalistico condotto da Bruno Vespa, in onda su Rai 1.

Porta a Porta: la nuova edizione

Martedì 10 settembre 2019, in seconda serata su Rai 1, avrà inizio la venticinquesima edizione di Porta a Porta, il programma di approfondimento giornalistico di Bruno Vespa, con la regia a cura di Sabrina Busiello.

Porta a Porta andrà in onda con tre puntate settimanali (martedì, mercoledì e giovedì) e, anche per quanto riguarderà questa nuova edizione, confermerà la propria linea editoriale legata agli avvenimenti della politica, ai grandi fatti di cronaca e alle mutazioni della società.

La missione editoriale di Porta a Porta, stando al comunicato ufficiale del programma, sarà quella di "rinnovarsi secondo le esigenze dell’attualità politica e di cronaca" e di essere presente "con tempestività e professionalità su tutti gli eventi nazionali e internazionali".

Lo scorso 7 settembre, è andato in onda lo speciale di Porta a Porta dedicato ai 10 anni dalla scomparsa di Mike Bongiorno. Lo scorso 17 luglio, invece, è andato in onda uno speciale dedicato ad Andrea Camilleri.

Porta a Porta: la conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione di Porta a Porta, a partire dalle ore 12.

Durante la conferenza stampa, interverranno Bruno Vespa, giornalista e conduttore di Porta a Porta, e Teresa De Santis, direttrice di Rai 1.

  • shares
  • Mail