Riverdale omaggia Luke Perry nell'episodio in onda e riprende la produzione

Tutti gli aggiornamenti su Riverdale dopo la morte di Luke Perry

UPDATE 11/03/2019 | 18:41 

I vertici CBS confermano che gli sceneggiatori troveranno il modo di omaggiare Luke Perry in 90210 (qui tutti i dettagli)

UPDATE 7/3/2019 | 8:43

La produzione di Riverdale è ripresa ieri mercoledì 6 marzo a Vancouver in Canada. Inoltre l'episodio in onda negli Stati Uniti mercoledì 6 marzo si è concluso con la scritta In Memoriam Luke Perry 1966-2019. 

Secondo un'indiscrezione del Daily Mail sembra che Luke Perry avesse firmato per partecipare a 90210 il revival/sequel finto documentario di Beverly Hills.

UPDATE 5/3/2019 | 19:34

Per il secondo giorno consecutivo il set di Riverdale, serie tv dove recitava Luke Perry, è fermo come segnala TvLine

UPDATE: 4/3/2019 | 21.25 

Riverdale si ferma per la morte di Luke Perry, anche se per un solo giorno. Con una nota, infatti, la CW annuncia che la produzione della serie si ferma nel giorno della morte dell'attore: niente riprese e un giorno di pausa per il cast, che potrà così ricordare il collega.

+++++

 

La morte di Luke Perry ha sconvolto l'industria televisiva americana e i fan di tutto il mondo. Un uomo, un attore, ancora nel pieno della sua attività professionale di soli 52 anni che lascia sola la sua famiglia e i fan di tutto il mondo.

Quando muore un attore non muore soltanto lui ma anche i suoi personaggi, soprattutto se parliamo di film o serie tv ancora attive. Oltre il ricordo, oltre l'affetto c'è un mondo da portare avanti "The Show Must Go On" Lo spettacolo deve andare avanti, sempre soprattutto in un'industria televisiva come quella americana che ha implicazioni e ramificazioni globali. Un esempio in questo senso lo può dare la commedia Otto semplici Regole con Katey Sagal e un'ancora giovane Kaley Cuoco futura Penny di The Big Bang Theory che si ritrovò a dover gestire la morte del protagonista interpretato da John Ritter. Naturalmente anche il suo personaggio venne fatto morire, dando un tono più triste e malinconico a quella che era una commedia familiare.

In Riverdale sicuramente faranno morire Fred Andrews interpretato da Luke Perry e padre del protagonista Archie (KJ Apa). Fred Andrews era il proprietario di un'impresa di costruzione e, quando il destino talvolta gioca in modi imprevedibili, alla fine della prima stagione viene ferito gravemente e soltanto nella successiva stagione si scopre che riesce a sopravvivere e arriverà addirittura a candidarsi a sindaco.

Luke Perry era ovviamente ancora nel cast di Riverdale le cui riprese si svolgono a Vancouver e che non aveva ancora completato la terza stagione attualmente in onda negli Stati Uniti su The CW e in partenza dal 26 marzo in Italia su Premium Stories. Una stagione che acquisisce un ulteriore valore in quanto ultimo progetto in cui l'amato Luke Perry ha lavorato e per scoprire il modo in cui il personaggio verrà fatto morire nella serie. Nelle prossime settimane ci saranno ovviamente scene già girate in cui potrebbe essere presente il personaggio di Luke Perry creando un effetto particolare per fan, colleghi, amici e familiari.

Indubbiamente gli sceneggiatori dovranno lavorare duramente per cercare di gestire anche le reazioni del figlio Archie, protagonista della serie, e capire le implicazioni nello sviluppo complessivo della storia. Vi aggiorneremo non appena ci saranno sviluppi in merito a come sarà gestita l'uscita di scena di Fred Andrews nella serie.

La morte di Luke Perry sicuramente condizionerà anche i 6 episodi di 90210 recentemente ordinati da Fox previsti per la prossima estate e che vedranno in una forma ibrida tra fiction e documentario i vecchi attori interpretare un mix tra loro stessi e i loro personaggi. Luke Perry (così come Shannen Doherty) non era previsto nella serie che vede coinvolti Jason Priestley, Jennie Garth, Ian Ziering, Gabrielle Carteris, Tori Spelling e Brian Austin Green ma è in dubbio che troveranno il modo per inserire la sua morte all'interno della serie. Questo revival celebrativo del passato glorioso del mondo di Beverly Hills sarà così l'occasione anche per salutare nuovamente l'attore. Anche in questo caso bisognerà capire cosa sceglieranno gli autori se riprendere le scene del funerale, realizzare una puntata in memoriam o trovare altre formule per ricordare l'attore e al contempo l'amato personaggio di Dylan.

  • shares
  • Mail