Torna Scream Queens di Ryan Murphy? American Horror e Crime Story dureranno ancora a lungo

Rosanna Arquette sarà in Ratched di Ryan Murphy per Netflix. American Horror Story e American Crime Story dureranno ancora a lungo su FX nonostante Murphy sia ormai nella scuderia Netflix.

Update 7 febbraio: Charlie Collier presidente di Fox ha spiegato che al momento non ci sono progetti per un ritorno di Scream Queens.

Il colorato, vivace, sfrontato mondo di Scream Queens potrebbe presto avere un nuovo ciclo di episodi?

In un periodo storico in cui i revival, i reboot e i ritorni di vario genere vanno per la maggiore (basti guardare il progetto di finto documentario di Beverly Hills 90210) anche una serie flop come Scream Queens potrebbe avere un nuovo ciclo di episodi. O almeno così lascia intendere su Instagram il suo creatore Ryan Murphy. La serie andò in onda su Fox per due stagioni e un totale di 23 episodi tra il 2015 e il 2016, ma, pur senza avere numeri esaltanti, divenne un cult-pop per i suoi personaggi sopra le righe, l'atmosfera ironica e sarcastica e la parodia del mondo horror.

L'idea di Scream Queens, ricalcando altri progetti di Ryan Murphy, era semi-antologica con alcuni personaggi passati dalla prima alla seconda stagione ma un'ambientazione diversa, ambientate rispettivamente in un college e in un'ospedale, dove si ritrovano le stesse studentesse della prima stagione. Nel 2017 l'allora presidente di Fox, Gary Newman, disse che la serie era pensata come antologica e "Ryan Murphy sentiva di aver raccontato tutte le vicende nell'arco di due stagioni, che la storia fosse completa". Evidentemente ora Ryan Murphy ha cambiato idea.



Su Instagram, pubblicando una foto della seconda stagione di Scream Queens, Murphy ha spiegato che in molti gli stanno chiedendo di rifare Scream Queens e che con Emma Roberts, Lea Michele, Billie Lourd (protagoniste della serie) ci stanno pensando ma le domande che si fanno (e che indirettamente Murphy fa ai suoi follower per tastarne l'entusiasmo verso il progetto) "dovrebbe essere una limited series da 6 episodi? un film? chi altro dovrebbe tornare?".

Chissà dove trova il tempo Ryan Murphy per pensare di riportare in vita vecchie serie considerando tutti i suoi impegni e i progetti in cui è più o meno coinvolto. John Landgraf CEO di FX, ha infatti spiegato che nonostante l'accordo di Murphy con Netflix i suoi vecchi progetti non finiranno, American Horror Story e American Crime Story potrebbero andare avanti ancora a lungo, così come Feud, fermo dopo la prima stagione e su cui ancora non ci sono novità.

Landgraf ha spiegato che il tema della nona stagione di American Horror Story ancora non può rivelarlo e che la serie andrà avanti finchè Ryan Murphy vorrà e avrà idee per farlo. Riguardo a American Crime Story gli autori starebbero valutando quattro idee e che tutte e quattro potrebbero essere realizzate, basta solo capire quale sarà la prima. Al momento il progetto legato all'universo Katrina sembra bloccato, addirittura Scott Rudin che ha i diritti del romanzo Five Days at Memorial che avrebbe dovuto fungere da base di appoggio per l'analisi politica, sociologica e umana della città post uragano, starebbe provando a vendere il progetto altrove.

Provando a riassumere brevemente il caso di American Crime Story: Katrina, ricordiamo come inizialmente la serie era stata immaginata come la seconda stagione girata quasi in contemporanea con Versace. Il progetto è stato poi rimandato una prima volta e doveva avere una connotazione più politica con nel cast anche Annette Bening, successivamente è stato annunciato l'arrivo di Sarah Paulson nel cast. Al momento però, secondo queste ultime informazioni, tutto sarebbe bloccato è quindi facile immaginare che difficilmente avremo una terza stagione di American Crime Story nel 2019.

Restando nel mondo di Muprhy, Sarah Paulson ha usato Instagram per annunciare l'arrivo di Rosanna Arquette nel cast di Ratched la serie ordinata da Netflix, ma ancora prodotta da Fox 21 sotto il precedente accordo di Murphy con 20th Fox. Ratched, che ha un ordine da due stagioni e 18 episodi complessivi, sarà ambientato nel 1947 e vedrà Sarah Paulson nei panni dell'infermiera Ratched, personaggio di Qualcuno volò sul nido del cuculo.

 


 











Visualizza questo post su Instagram



















 

The story of Rosanna Arquette is a triumphant one- but it’s also disturbing. She was one of the first women to publicly speak out about Harvey Weinstein. I was stirred by several of her recent interviews where she was quoted as saying she couldn't find work -or representation -this seems a direct consequence of her bravery. I am producing a new Netflix show, RATCHED, with Ryan Murphy- and we decided this could not stand. Her body of work -from Desperately Seeking Susan to Pulp Fiction and beyond, has always been deeply inspiring to both of us. So there will be a multi-episode arc for this extraordinary actress. Ratched starts shooting Wednesday and I say with great pride- welcome to our family, Rosanna. I am thrilled to be in a position, due to the empowerment of my friend and collaborator, Ryan Murphy, not to just act in a piece, but hire the talent showcased in it, as well.


Un post condiviso da Sarah Paulson (@mssarahcatharinepaulson) in data:


Nel post su Instagram Paulson, anche produttrice della serie, ha annunciato l'arrivo dell'attrice facendo diretto riferimento a una recente intervista di Arquette in cui sosteneva che a causa delle sue accuse contro Harvey Weinstein non riusciva più a trovare un lavoro o addirittura un agente che la rappresentasse. Murphy e Pauslon hanno deciso di aiutarla offrendole un ruolo in più episodi della serie.

  • shares
  • Mail