Fisica o chimica, la serie censurata e mai più trasmessa dal 2013

La sesta e la settima stagione sono rimaste inedite nonostante il via libera dell’AGCOM

Sono passati quattro anni e mezzo da quando l’Agcom ha deliberato l’archiviazione del procedimento relativo a Fisica o chimica. La serie tv spagnola era finita nell’occhio del ciclone per la sua sospensione dal palinsesto di Rai4, allora diretta da Carlo Freccero.

L’Associazione cattolica AIART l’aveva, infatti, accusata di “intrecciare le vite dei personaggi, alunni e insegnanti, in vicende ambigue a base di sesso, droga e trasgressione che spingevano all’omosessualità”. Il primo a scagliarsi contro il diktat era stato proprio Freccero, rivendicando doverosamente le qualità pedagogiche del telefilm.

Peccato che la serie, dopo ripetuti cambi di collocazione per sedare le polemiche, sia totalmente sparita dagli schermi. Freccero, infatti, lasciò proprio in quel periodo la direzione di Rai4 e chi è venuto dopo di lui non si è più assunto l’onere di riprogrammare la serie.

Risultato? La sesta e la settima stagione, pur ancora attesissime e richieste dal popolo dei subs e delle fanpage suL web, sono rimaste inedite e mai doppiate in italiano.

Risulta piuttosto strano che la questione sia finita nel dimenticatoio a livello mediatico e qui, quattro anni e mezzo dopo, ci piace far riscoppiare il caso. Chissà che Netflix, dopo il caso della serie ben più forte “Undici”, tutta dedicata al bullismo, non decida di fare un regalo agli aficionados di Fisica o chimica trasmettendola in prima tv. Sperare che abbia “il coraggio” di farlo Rai4, dopo i “fastidi” del polverone che fu, è un’utopia.