• Tv

Sabina Guzzanti e il suo Berlusconi su YouTube

Sabina Guzzanti era tornata in televisione il 30 ottobre 2008 a Annozero, e il suo ritorno aveva suscitato un congruo numero di polemiche preventive e consuntive. E anche una certa critica che avevamo stigmatizzato (perché non si trattava di critica ai contenuti ma di una critica preventiva fatta senza nemmeno vedere integralmente la trasmissione).Fra i

di

Sabina Guzzanti


Sabina Guzzanti era tornata in televisione il 30 ottobre 2008 a Annozero, e il suo ritorno aveva suscitato un congruo numero di polemiche preventive e consuntive. E anche una certa critica che avevamo stigmatizzato (perché non si trattava di critica ai contenuti ma di una critica preventiva fatta senza nemmeno vedere integralmente la trasmissione).

Fra i pezzi che aveva preparato, la Guzzanti, ce n’era uno che Annozero scelse di non mandare in onda: è, obiettivamente, velenoso, e rappresenta, in qualche modo, la visione secondo la Guzzanti del premier alle prese con immaginarie fantasie sessuali. Il che potrebbe fare anche sorridere vista la quantità di scritti, carta e considerazioni che sono state fatte in seguito, dal caso Noemi Letizia in avanti, veline (rigorosamente con la “v” minuscola) incluse.

Ignorata, in quella sua specifica rappresentazione di qualche mese fa, da Annozero, che pure mandò in onda altri brevi filmati che ritraevano la Guzzanti versione premier con corona d’alloro in testa, ecco che la comica, dichiarando scientemente: Lo faccio per guastare il G8, mette quel video su YouTube. E per rovinarlo meglio, questo G8 che appare già destinato a suscitare notevoli polemiche (dalla Maddalena a L’Aquila, con tanto di piani B e C pronti all’uopo), lo sottotitola anche in inglese. Lo si può vedere dopo il salto.

Dice ancora la Guzzanti a Repubblica:

La cosa divertente è che questo pezzo di Berlusconi l’ho girato l’anno scorso a novembre per lo spettacolo Vilipendio e sembra fatto apposta per questo momento. L’ho girato lo stesso giorno in cui ho fatto quello per Annozero con la corona di alloro che era la versione accettabile per la tv. Quando sono venuti a vederlo quelli di Annozero sul set, dentro di me coltivavo la speranza che dicessero: ma usiamo anche quest’altro che fa molto ridere, tutto sommato il pisellone di gommapiuma è una roba da farsa plautina, roba che si vede in gita nei musei etruschi.

Ma non andò così. E allora, arriva la rete, non quella televisiva, ma internet, a mostrare quel che la televisione non ha mostrato, un’inedita interpretazione – signori, prima di indignarvi ricordatevelo: è diritto di satira, questo. Rivendicato dai vignettisti e autori di ogni estrazione sociale e credo politico. Non ultimo quel Forattini che si celebra in questi giorni, per dirne uno – delle voglie di Silvio:

Con un ultimo colpo di reni ho deciso di aggiungere questo pezzo allo spettacolo. Ho pensato, uno così ossessionato dalle donne forse sotto sotto è gay e così ho realizzato questo Berlusconi su un letto d’oro che, col senno di poi, non ha niente da invidiare al letto descritto dalla D’Addario, donato da Putin a Silvio. Alla fine penso che sia uno dei Berlusconi più riusciti e in questo momento mi sembrava un peccato che potessero vederlo solo gli spettatori a teatro.