Stranger Things, la parodia di Natale con i personaggi in versione Peanuts (Video)

Leigh Lahav ed Oren Mendez hanno pubblicato online una parodia di Stranger Things ambientata nel mondo dei Peanuts, in cui Will chiede ai suoi amici come mai si senta a disagio

Halloween è alle porte, ma c'è già chi pensa al Natale, inventandosi un'azzeccata parodia dei Peanuts ambientata nel mondo di Stranger Things. Merito di Leigh Lahav ed Oren Mendez, già avvezzi alle parodie tratte da film e serie tv di successo, che hanno deciso di cimentarsi con la serie tv rivelazione dell'estate scorsa.

Nella clip, ritroviamo i cinque protagonisti dello show di Netflix in una tipica storia di Natale: Will, da poco tornato dal Sottosopra, si sente a disagio. E' come se fosse ancora nella dimensione in cui è rimasto intrappolato nel corso della prima stagione del telefilm, e non riesce a sentire lo spirito del Natale.

Chiede così aiuto ai suoi amici: per Dustin è solo il suo carattere a renderlo nostalgico, mentre Undici, improvvisatasi terapista, non riesce a dargli i giusti consigli. Mike, invece, gli propone una terapia a base di musica, ascoltando la colonna sonora -già cult- di Stranger Things. Neanche Joyce, la madre di Will, riesce ad aiutarlo: "a volte", dice, "credo si possa parlare agli adulti solo tramite delle luci messe sul muro". Anche vedere il Demogorgone posizionato come Snoopy sulla sua cuccia non aiuta.

Sconfortato, Will in realtà ha già la soluzione ai suoi problemi, ovvero i suoi amici: "Credo che dovrei essere felice del fatto che tutta la città sia venuta a salvarmi, è questa la felicità in fin dei conti: la gente che ci tiene a te. La gente che farebbe di tutto per tirarti fuori da un'inquietante universo parallelo".

Stranger Things

Per Will è andata così, mentre per Barb, come mostra la clip, le cose sono diverse. Il video non ha coinvolto nè Netflix nè gli attori protagonisti del telefilm, ma è riuscito a catapultare il mondo di Stranger Things dentro quello dei Peanuts rispettando i toni di entrambi.

  • shares
  • Mail