• Tv

American Horror Story, svelato il tema della sesta stagione: è… (spoiler)

Il primo episodio della sesta stagione di American Horror Story ha svelato il tema, introducendo i protagonisti della serie tv, ma lasciando altre questioni in sospeso

Con una mossa inedita per la serie, American Horror Story ha atteso fino alla premiere della sesta stagione per rivelare il suo tema. La prima puntata, andata in onda la notte scorsa in America, ha finalmente rivelato l’argomento centrale della stagione ma, soprattutto, ha svelato il formato tramite cui la storia sarà raccontata.

-Attenzione: spoiler-
A sorprendere, infatti, più che il tema della sesta stagione è il modo in cui è stato introdotto, ovvero il mockumentary. La storia è quella di una coppia, l’istruttrice di yoga Shelby Miller ed il marito e commesso viaggiatore Matt. La serie racconta la loro inquietante vicenda come se fosse un factual, con i due (interpretati da Lily Rabe ed Andre Holland) che raccontano in camera la loro esperienza, che viene riportata sotto forma di fiction da Sarah Paulson e Cuba Gooding Jr.

Attraverso il racconto di Shelby e Matt viene messa in scena la loro esperienza: i due, dopo che lui è stato aggredito a Los Angeles da alcuni teppisti e che lei ha abortito, decidono di trasferirsi in Carolina del Nord. Qui comprano una vecchia baita, a Roanoke: la tesi secondo cui la sesta stagione avrebbe raccontato il mistero della colonia perduta di Roanoke, avvenuto nel 1585, quando un gruppo di coloni sparì mentre cercava di insediarsi in zona, è quindi quella corretta. Non è un caso che il sottotitolo di questa stagione è “My Roanoke Nightmare”.

Nel primo episodio si sono intravisti alcuni dei personaggi principali: oltre a Shelby ed a Matt, si è vista Lee (Angela Bassett) sorella di Matt ed ex poliziotto, chiamata dal fratello per prendersi cura della moglie, ed un misterioso personaggio, il fantasma di una colone, interpretata da Kathy Bates.

Ci sono, però, ancora delle incognite da chiarire: i due periodi temporali secondo cui il presidente di Fx, John Landgraf, si sarebbe suddivisa la stagione sono quelli del presente della docufiction e della sua rappresentazione o ce ne saranno altri? Ryan Murphy, inoltre, aveva indicato che questa stagione avrebbe avuto a che fare con i bambini, tematica non centrale nel primo episodio. Poi, ovviamente, ci sono tutti gli altri attori del cast che devono ancora comparire: il racconto potrebbe espandersi ulteriormente e rivelare nuove sorprese. Non è ancora chiaro, inoltre, quale tra i teaser rilasciati nelle settimane scorse dal network fosse quello effettivamente riferito alla stagione e non fuorviante.

In mezzo a tutti questi enigmi, il pubblico americano non sembra aver accolto con grande entusiasmo il primo episodio: in molti si sono sentiti confusi, e non hanno ben capito quale sia lo scopo di raccontare sotto forma di mockumentary una storia che poteva essere narrata nello stile già rodato delle altre stagioni. Eppure, Murphy aveva detto che questa stagione sarebbe stata diversa e che gli autori avrebbero fatto qualcosa di insolito. Un rischio che ha di sicuro dato ad American Horror Story una spinta diversa.