Game of Thrones, tredici episodi per la settima ed ottava stagione?

Gli showrunner di Game of Thrones David Benioff e Dan Weiss hanno spiegato di pensare ad una settima ed ottava stagione della serie tv che abbiano in tutto solo tredici episodi

I fan di Game of Thrones ora sono tutti in attesa della sesta stagione della serie tv, che debutterà in America il 24 aprile. Ma alla Hbo si sta già pensando alle prossime stagioni dello show, che dovrebbe essere le ultime. In particolare, sembra che i due showrunner del telefilm, David Benioff e Dan Weiss, stiano lavorando ad una settima ed ottava stagione composte in totale da tredici episodi. Non più, quindi, dieci episodi a stagione, ma sette per la settima e sei per l’ottava ed ultima stagione.

Un’idea che non è ancora stata confermata dalla Hbo, ma su cui stanno lavorando gli autori, come ha spiegato Benioff a Variety:

“Credo che faremo i nostri ultimi tredici episodi dopo questa stagione. Siamo al nostro ultimo giro. E’ un’ipotesi, nulla è stato scolpito ancora nella pietra, ma stiamo pensando a questo”.

I due autori, in passato, avevano detto di voler chiudere la serie dopo sette stagioni, ma il network, forte del successo dello show, starebbe insistendo per avere un’altra stagione. Anche il presidente della Hbo, Michael Lombardo, preferisce andarci piano, sostenendo che il network appoggerà la decisione dei due autori:

“Questo è quello che so da loro al momento, sono le conversazioni che abbiamo avuto. Per come stanno lavorando al racconto, sembra che bastino altre due stagioni. Da dirigente e da fan vorrei altre sei stagioni? Sì. Sono sempre un’ottimista, e credo davvero che troveremo una soluzione”.

Di certo c’è che dalla sesta stagione in poi, gli autori non possono più fare affidamento sui libri pubblicati da George R.R. Martin, dal momento che “The Winds of Winter”, da cui sarebbe tratta la sesta stagione, deve ancora uscire. Sembra, però, che Martin stesso abbia dato delle note sui racconti non ancora usciti che saranno utilizzati dagli showrunner per scrivere le stagioni.

Con questa questione in sospeso, è difficile che Benioff e Weiss possano lavorare ad un possibile spin-off del telefilm, idea che è circolata già in passato. Ad Entertainment Weekly, Lombardo ha chiarito che non stanno lavorando ad altri progetti, anche se l’idea, ovviamente, lo interessa:

“Se dovesse succedere, dipenderà da cosa pensano Benioff e Weiss, o se Martin crede che sia la cosa giusta da fare. Non sapendo come finirà la serie, non so se lo faremo. Ci sono un sacco di personaggi secondari su cui si potrebbe costruire un mondo intorno. Cerchiamo sempre di essere motivati da una forte visione creativa. Ma non lo faremo se non sentiremo la loro passione”.

L’idea di uno spin-off interessa i due autori che, però, dice Weiss, ora sono troppo impegnati su Game of Thrones per pensarci:

“Non ne parliamo. Il lavoro che facciamo ora è così enorme ed avvincente che non possiamo farci distrarre dall’idea di uno spin-off, di parchi a tema, o di spettacoli sul ghiaccio… Ma se qualcuno ha una buona idea su uno spettacolo sul ghiaccio di Game of Thrones, ce lo faccia sapere”.

Mentre pensate a come inviare ai due autori la vostra idea per vedere i protagonisti dello show nei palaghiaccio, sulla pagina ufficiale di Facebook della serie tv è stata pubblicata la sigla interattiva, realizzata dalla Hbo con Elastic, la compagnia che ha prodotto la sigla originale del telefilm. Attraverso questa reinterpretazione, è possibile viaggiare per i Sette Regni con il mouse, decidendo cosa vedere e muoversi in mezzo ai luoghi della serie tv raccontati come nella sigla.

“Da Approdo del Re a Dorne, esplora il mondo di Westeros come non hai mai fatto nella nostra esperienza a 360 gradi”.

Ultime notizie su Game of thrones

Tutte le novità e le curiosità sulla serie HBO tratta dal ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, trasmessa in Italia da Sky con il titolo Il trono di spade.

Tutto su Game of thrones →