V, l'invasione dei nuovi Visitors arriva su Italia 1

V-Visitors
In netto ritardo rispetto alla messa in onda originaria (in America ha debuttato nel novembre 2009 e si è conclusa a marzo 2011), debutta da stasera alle 21:10 su Italia 1 in prima tv free "V", ovvero il remake de "I Visitors", la storica serie tv fantascientifica che tenne incollati davanti alla tv milioni di telespettatori negli anni Ottanta (e che Italia 2 sta trasmettendo ogni martedì sera).

Kenneth Johnson, creatore della serie originale, è coinvolto anche in questa produzione, che vede la collaborazione con Scott Peters, creatore di "4400". Alla base del remake c'è la stessa storia del telefilm di quasi trent'anni fa, con le dovute modifiche sia in termini di effetti speciali (di cui lo show è ricco) che di tematiche relative all'attualità.

Ancora una volta, quindi, gli alieni arrivano sulla Terra, coprendo con le loro astronavi i cieli delle città più importanti del mondo. A capo della spedizione, però, troviamo Anna (Morena Baccarin, ora in "Homeland"), a cui spetta il compito di ottenere la fiducia degli umani ed il permesso di sostare sul loro pianeta. La sua gente, infatti, necessita di acqua e minerali che da loro non sono più reperibili. In cambio dell'ospitalità, i Visitatori offriranno alla popolazione mondiale tecnologie avanzate e rivoluzionari sistemi di cura.

V-Visitors
V- Visitors V- Visitors V- Visitors V- Visitors

Di fronte alla diplomazia ineccepibile di Anna, quasi tutti gli umani si dichiarano favorevoli a far scendere gli alieni a terra. A convincerli, li aiuta anche Chad (Scott Wolf), giornalista che trova nell'arrivo dei Visitatori un'occasione per fare lo scoop della sua vita e che presto diventerà una sorta di addetto stampa degli alieni.

Ma non tutti sono sicuri delle buone intenzioni degli extraterrestri. Tra questi, c'è Erica (Elizabeth Mitchell, Juliet in "Lost"), agente dell'Fbi che, nella prima puntata, non solo scopre che l'aspetto umano che Anna ed i suoi mostrano è solo una facciata che nasconde altro (se volete vedere fin da ora il vero aspetto dei Visitors, cliccate qui, ma attenzione agli spoiler), ma verrà anche a sapere le loro reali intenzioni.

Non è vero, infatti, che i Visitatori sono nuovi sulla Terra: molti di loro, sotto sembianze umane, si sono infiltrati nella nostra società, pronti a ricevere ordini proprio da Anna non appena sarebbero arrivati i rinforzi. L'obiettivo degli alieni, dunque, non è affatto pacifico, e nonostante Erica se ne renda subito conto, per lei sarà difficile trovare qualcuno che le creda. A darle una mano, Jack (Joel Gretsch), un prete cattolico che rimane spiazzato da come i fedeli stiano abbandonando la fede una volta visti i Visitor. Per questo, con Erica, cercherà di smascherare il loro piano.

Puntata dopo puntata, quindi, si forma un gruppo di personaggi che creeranno una resistenza agli alieni: tra loro, Ryan (Morris Chestnut), che sa molte cose dei Visitors, tanto da diventare un'arma a doppio taglio per i protagonisti. Per Erica, inoltre, la sfida sarà doppia, dal momento che dovrà mantenere il riserbo sulle sue operazioni anti-invasione con tutti, compreso il figlio Tyler (Logan Huffman), che invece si è totalmente appassionato ai Visitors, fino ad invaghirsi di una di loro, Lisa (Laura Vandervoort, Kara in "Smallville").

Azione, strategia e suspence sono alla base di questo remake che, come detto, prende spunto da una storia di fantascienza per inserire nelle vicende dei protagonisti alcune riflessioni sullo stato della nostra società, partendo dalla difficoltà dei mass media di essere obiettivi, fino alla fragilità della fede di molte persone, ed alla disperazione di una popolazione pronta ad affidarsi alle mani di una sconosciuta pur di trovare un po' di sollievo.

Tra fiducia mancata e riscoperta di un'unione che fa la forza, i Visitors del 2009 riescono ad appassionare con un intreccio di vicende che mettono sempre una contro l'altra (anche se dal vivo si incontreranno molto poco) le due protagoniste, Anna ed Erica, una consapevole di essere la salvatrice del proprio popolo, l'altra costretta ad assumere il ruolo di ribelle per il bene di quelle stesse persone che ora non le crederebbero.

Se ci chiedete se "V" merita di essere visto, la nostra risposta è sì: l'impegno della Abc nel realizzare una serie che non scimmiotti la versione originale e contestualizzi una storia già nota è tale da rendere la serie molto interessante, sia dal punto di vista produttivo che narrativo. I fan dello show degli anni Ottanta, inoltre, avranno una sorpresa nella seconda stagione della serie (che Italia 1, a meno che non ci ripensi, dovrebbe trasmettere subito dopo la messa in onda dei dodici episodi della prima stagione), dove compariranno come guest star Jane Badler, interprete della perfida Diana nella serie originale, e Marc Singer, Mike nello show di trent'anni fa, nei panni di un componente della resistenza.

Dobbiamo però avvertirvi: "V" è stato cancellato dalla Abc per via dei bassi ascolti (nonostante il debutto record di 14,3 milioni di telespettatori nel primo episodio, lo show è via via sceso fino a cinque milioni di media, troppo pochi per una serie dagli alti costi di post-produzione ed effetti speciali), motivo per cui il finale di serie non chiuderà le storyline raccontate nel corso degli episodi.



V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors
V- Visitors

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: