C'è ospite Matteo Salvini e Tg2 Post dura 10 minuti in più

A Tg2 Post c'è Matteo Salvini e il talk dura dieci minuti più del solito. Il Ministro dell'Interno va poi in piazza e si lamenta per lo scarso spazio che la tv gli riserva. Ma negli ultimi quattro giorni è apparso altrettante volte

C’è Matteo Salvini e Tg2 Post dura dieci minuti in più. Sarà un caso, sicuramente. Ma se per fare una prova occorrono tre indizi, noi tre indizi ce li abbiamo.

Puntata di giovedì. L’appendice al notiziario della sera ha in collegamento il Ministro dell’Interno, intervistato dalla conduttrice Francesca Romana Elisei. Assieme a lei anche il direttore dell’Unione Sarda Emanuele Dessì e il vicedirettore di Libero Fausto Carioti.

Si parla di Sardegna (domenica si tengono le elezioni regionali, per chi non se ne fosse accorto), Tav, legittima difesa, caso Diciotti e tenuta del governo, con il talk che passa il testimone a Popolo Sovrano solo alle 21 e 31.

Rischio sforamento? Come do la parola riesco pure a toglierla”, commentò la Elisei il giorno della conferenza stampa. “Se devo chiudere alle 21.20, chiudo alle 21.20”.

A dire il vero, fino al faccia a faccia con Salvini la puntualità era stata un marchio di fabbrica del programma. Ed è proprio questo aspetto a generare stupore.

I complottismi e le polemiche politiche le lasciamo ad altri. Tuttavia, volendosi soffermare sulla mera analisi televisiva è impossibile non lanciarsi in un confronto con gli appuntamenti precedenti.

Lunedì scorso, nella puntata d’esordio con ospiti Giorgia Meloni e il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana, il Tg2 Post era durato poco meno di 20 minuti. Si è scesi  a 17 minuti e 30 secondi martedì (presenti i giornalisti Peter Gomez e Claudio Cerasa) per risalire a 20 mercoledì, quando il candidato alla segreteria del Pd Maurizio Martina si è confrontato con Vittorio Feltri. Col Ministro si è addirittura sforata la mezzora.

Ironia della sorte, poco dopo la diretta con Raidue lo stesso Salvini si è lamentato nel corso di un comizio il Sardegna per la scarsa attenzione che la tv gli riserverebbe.


“Ringrazio la stampa locale che ci ha dato tanto spazio, perché se aspettassimo i giornaloni e le grandi televisioni campa cavallo”.

Per la cronaca, da domenica sera ad oggi il leader della Lega è stato ospite a Non è l’Arena (17 febbraio), Di Martedì (19 febbraio), Agorà (20 febbraio) e, per l’appunto, a Tg2 Post.

  • shares
  • +1
  • Mail