Non è l’Arena, one man show di Giletti: su La7 il format di successo di Rai1 sbrodolato

Il debutto di Massimo Giletti su La7: leggi la recensione di TvBlog

Come prevedibile, Non è l’Arena è L’Arena. Massimo Giletti debutta su La7 replicando il format che ha portato al successo su Rai1 (negli scorsi giorni avete mai sentito parlare, per caso, dei 4 milioni di spettatori?). Prevedibile, inevitabile, logico.

Non è l’Arena è il one man show con Giletti protagonista assoluto. Apre la puntata con un sentito monologo sul suo tormentato addio all'amata Rai, torna a polemizzare con il dg Orfeo, ammicca in camera, domina lo studio, ‘comanda’ la regia a distanza, si sbraccia, chiama gli ospiti politici con il loro nome di battesimo (anzi no, alla Moretti, con la quale - secondo i gossip - ha avuto una relazione, dà del lei), menziona almeno due volte “la mia mamma” per richiamare gli interlocutori ad un linguaggio accessibile a tutti, riconduce a sé il dibattito quando si parla di pressioni dei potenti sulla tv pubblica.

Messa in chiaro una ovvietà, cioè che non esisterebbe Non è l’Arena senza Giletti, veniamo al merito.

Quattro ore di diretta (tante, troppe, ma ormai è una prassi per la tv generalista), studio e scenografia da prime time (forse troppo buio?), tre argomenti trattati: caso Tulliani sbrodolato per tentare di valorizzare lo scoop di Bonistalli; pensioni e vitalizi perché 'Giletti è in linea con la pancia del Paese'; la caldissima vicenda delle molestie nel mondo dello spettacolo (pochi minuti dopo lo sputtanamento di Brizzi ad opera de Le Iene su Italia1) con Lele Mora ospite in studio.

Non è l’Arena viaggia per lunghi tratti sottoritmo, argina gli interventi urlati di Klaus Davi e si accontenta – suo malgrado - di ospiti sulla carta di scarso richiamo per il pubblico televisivo perché sconosciuti o, al contrario, inflazionatissimi (da Giannini alla Moretti, passando per Bongiorno e Costamagna, già viste insieme nel flop di La7 Bianco e Nero).

In attesa degli ascolti che, inevitabilmente, diranno molto sul destino del programma, Giletti con Non è l’Arena dimostra di avere le idee chiare: in tv il pubblico non va sorpreso, va (ri)trovato.

P.S. Nessuna traccia di Valter Lavitola, l’unico ospite annunciato in conferenza stampa.

Non è l'Arena su La7, prima puntata in diretta

  • 20.20

    Non è l'Arena nei titoli del Tg di La7 di stasera. Tra 15 minuti il via.

  • 20.25

    Collegamento in diretta con Giletti che ringrazia Mentana: "Grazie per tutto quello che hai fatto per me".

  • 20.26

    Mentana chiede a Giletti come abbia trovato La7. La risposta: "Ha i migliori giornalista, ora bisogna creare un grande evento per accendere La7 in tutta Italia".

  • 20.37

    Si parte con il monologo di Giletti che - con linguaggio epico ("tempesta") racconta di aver chiuso la porta dell'ufficio di Orfeo la scorsa estate. Cita i "due amici" Lamberto Sposini e Fabrizio Frizzi.

  • 20.38

    Giletti cita anche Minoli. Poi sulla Rai: "Dirò sempre grazie all'azienda che continuo ad amare. Mi ha dato tante possibilità. Sono entrato ragazzo e sono uscito uomo e giornalista da quell'azienda. Vorrei fosse chiaro: giornalista. Forse qualcuno non l'aveva capito".

  • 20.40

    Giletti fa sapere che in conferenza stampa si è emozionato fino alle lacrime. Quindi parte la sigla, Un mondo migliore di Vasco Rossi.

  • 20.40

    Giletti cita De Filippi e Costanzo. Quindi lancia il video messaggio di Fiorello: "La Rai non ha capito, ti hanno lasciato andare così. Meno male che quel gran volpone di Cairo era lì pronto a carpire le tue qualità. In bocca al lupo per quello che farai".

  • 20.41

    Giletti: "Grazie davvero Fiorello, non ti dimenticherò mai, non dimenticherò mai quello che hai fatto per me".

  • 20.42

    Giletti parte mostrando le immagini di Tulliani: "Abbiamo fatto uno scoop prima ancora di andare in onda".

  • 20.43

    Si parte col talk: ospiti Alessandra Moretti (con la quale Giletti avrebbe avuto un flirt) del Pd, Nunzia De Girolamo del Pdl, Massimo Giannini, Gianmarco Chiocci del Tempo.

  • 20.46

    Il primo servizio è intitolato: "Il cognato di Fini arrestato a Dubai".

  • 20.48

    Primo servizio di breve durata, poi si torna in studio con il commento di Chiocchi. Quindi nuovo servizio.

  • 20.50

    Giletti chiama le politiche col nome di battesimo. Poi saluta Klaus Davi.

  • 20.51

    Terza parte del servizio di Bonistalli, realizzato a Dubai.

  • 20.54

    Giletti chiede a "Nunzia" se sia mai andata a Dubai.

  • 20.56

    Klaus Davi accende il talk, è suo il primo "é una vergogna".

  • 20.59

    Ci si sposta da Dubai a Montecarlo, per la famosa casa di Tulliani. Fini sapeva?

  • 21.04

    Pubblicità.

  • 21.10

    Giletti mostra la mail di Garzelli, costruttore della casa, spedita al legale di Tulliani.

  • 21.13

    Giletti manda in onda una clip tratta da L'Arena. In studio Chiocci: "Fini ha mentito dall'inizio alla fine".

  • 21.16

    Guido Paglia in studio: vi entra, seduto, grazie ad una piattaforma mobile.

  • 21.18

    Paglia: "Venni chiamato da Fini allora presidente della Camera, lo incontrai con il cognato Tulliani. Mi chiese di aiutare Tulliani ad entrare in Rai".

  • 21.20

    Paglia: "Fini un coglione? No, ma finisce sempre per -one".

  • 21.23

    Grafica per spiegare i passaggi della vendita della casa di Montecarlo.

  • 21.27

    De Girolamo: "Non ho capito che tipo di -one sia Fini, di certo è una grande delusione".

  • 21.27

    Moretti: "Vicenda squallida".

  • 21.29

    Giannini a Paglia: "Ora che Fini non è più niente, è più facile sparargli contro". Paglia: "All'epoca ho detto no, e l'ho pagato". E gli rinfaccia l'atteggiamento di Repubblica che difendeva Fini.

  • 21.31

    Il talk si infiamma sul tema: Repubblica si è servita di Fini per attaccare Berlusconi? Giannini: "Questo agli italiani non interessa".

  • 21.33

    Giletti: "L'avvocato di Fini ieri sera mi ha detto che Fini non gli ha dato il permesso di esserci stasera".

  • 21.37

    Per gli amanti del gossip. Giletti a Moretti: "Se a suo marito arrivassero dei soldi sul conto?"

  • 21.45

    Dopo il secondo nero, si torna in studio. Prosegue il racconto del caso Tulliani.

  • 21.47

    Giletti ora dà del lei alla Moretti.

  • 21.47

    Intanto Non è l'Arena va in live streaming sulla home del Corriere della Sera.

  • 21.50

    Le immagini dell'incontro tra l'inviato Bonistalli e Tulliani in aeroporto. E in studio ecco proprio Bonistalli.

  • 21.57

    Bonistalli racconta l'arresto di Tulliani.

  • 22.01

    Giletti annuncia che tra poco si parlerà di privilegi della politica.

  • 22.01

    Giletti chiede alla Moretti (a cui continua a dare del lei, a dispetto della De Girolama chiamata "Nunzia") lo stato delle cose sul trattato di estradizione. Il conduttore: "Non voglio litigare con la Moretti, se no poi chissà cosa scrivono".

  • 22.06

    L'inviato Danilo Lupo a Fiumicino per accogliere la fidanzata di Tulliani. Lei nega che a Dubai sia una "latitanza dorata".

  • 22.08

    Giletti: "Continueremo la saga dei Tulliani". E si appella a Fini: "Noi siamo qua, un uomo di Stato deve dire la verità. Questo distingue gli uomini dai quaquaraqua".

  • 2209

    Giannini su Bonistalli: "Non ha preso neanche una testata? Delusione!".

  • 22.09

    Si cambia pagina: le pensioni e i vitalizi.

  • 22.12

    Giletti cita Claudia Lombardo, la politica andata in pensione a 41 anni, 5000 euro netti al mese.

  • 22.13

    Il pubblico rumoreggia quando Giletti parla dei vitalizi. Il conduttore: "Non fate così, altrimenti mi cacciano anche da qui"

  • 22.14

    Giletti si collega con Mauro, il panettiere.

  • 22.18

    Lupo scova la Lombardo, "la più giovane pensionata d'Italia" (anzi, no, precisa Giletti in studio). Lei sfugge.

  • 22.22

    In studio il sindaco di Olbia Nizzi. Percepirà 3 vitalizi (consigliere regionale, sindaco e parlamentare)? Pubblicità. Giletti assicura: "Succederà di tutto".

  • 22.30

    Giannini non ha dubbi: "Il decreto Richetti non sarà approvato".

  • 22.35

    Giletti intervista Nizzi, che dice: "Sono disponibile a ridurre il mio beneficio, ma prima deve esserci una legge che lo indichi".

  • 22.38

    La grafica: "Mauro Guidi, panettiere, non può ancora andare in pensione".

  • 22.40

    Giletti si sbraccia animatamente, probabilmente chiedendo qualcosa alla regia. E le telecamere lo beccano, suo malgrado.

  • 22.45

    L'avvocato Paniz in studio.

  • 23.00

    Al ritorno dalla pubblicità, Giletti: "Io sono super privilegiato, ma non faccio politica".

  • 23.05

    Giletti: "Il mio allontanamento dalla Rai è stato dovuto anhe al mio battermi con coraggio per chi non ha voce".

  • 23.17

    In un servizio il caso del sindaco di Tempio Pausania con baby vitalizio. A firmarlo Danilo Lupo.

  • 23.20

    Giletti annuncia "un grande ospite importante" e che si parlerà di molestie.

  • 23.23

    Lele Mora ospite.

  • 23.24

    Servizio satirico della comica Rosanna Sferrazza.

  • 23.27

    Giletti: "È uscito il nome del regista italiano che avrebbe fatto alcune violenze nei confronti di giovani attrici".

  • 23.28

    Mora conferma che nel mondo dello spettacolo c'erano donne e uomini pronti a tutto per fare carriera: "Io sono stato vittima di stalking". E aggiunge: "Non esistono molestie, ma donne facili".

  • 23.32

    Mora: "Berlusconi è un gentleman. Ma non parliamo sempre di Arcore...".

  • 23.32

    Giulia Bongiorno e Luisella Costamagna in studio.

  • 23.33

    Giletti legge l'Ansa sulle accuse rivolte a Fausto Brizzi. E non cita Le Iene, limitandosi a dire "un noto programma".

  • 23.39

    Mora: "Non ho mai portato qualcuna a indurla a darla".

  • 23.40

    L'ex attrice Serena Bruni in studio. Per intervistarla Giletti si siede su uno sgabello.

  • 23.51

    Dopo la pubblicità la Bruni continua il racconto del suo incontro con un produttore cinematografico che la molestò.

  • 23.55

    In un servizio la testimonianza dell'attrice Claudia Federica Petrella, molestata da un regista "noto": "Se non stai con me, il film non lo fai".

  • 23.58

    Costamagna si è "stufata di sentire attacchi in televisione senza fare nomi e cognomi e fare denunce".

  • 00.01

    Claudia Mori in collegamento telefonico. Ma "non la sento per niente, Massimo".

  • 00.05

    Giletti si sbraccia ancora e la regia anche stavolta non riesce ad evitare l'inquadratura.

  • 00.10

    Giletti annuncia la presenza dell'ex tronista di Uomini e donne Rosa Perrotta.

  • 00.14

    Entra in studio la Perrotta: "Sono più orgogliosa dei miei no che dei miei sì. Ipocrita dire che non esiste molestia e violenza. La violenza è a priori, già quando il potente ti mette nella condizione di dover fare una scelta".

  • 00.17

    Mora: "Non è vero che se la dai lavori, non è tutto così lo spettacolo. Se una non la vuole dare non la darà mai".

  • 00.18

    Perrotta racconta l'incontro con un agente. Costamagna: "Ma perché non fa i nomi?".

  • 00.26

    Giletti: "Non vorrei esordire con una querela". Serena Bruni ammette che fare il nome del produttore sarebbe una liberazione, ma chiede sostegno alla Bongiorno.

  • 00.26

    La Bruni all'uomo molestatore: "Vorrei dirgli che è una merd@".

  • 00.27

    L'intervista a Lina Wertmuller.

  • 00.29

    Titoli di coda.

  • 00.33

    Giletti chiude la puntata ringraziando Cairo: "Sono contento di aver portato a termine questa mia prima serata su La7. Voglio dire grazie a Cairo perché ho passato un'estate difficilissima; presidente, le dico grazie: ha avuto fiducia in me e in tutti i ragazzi che lavorano dietro le telecamere che con coraggio hanno intrapreso una nuova avventura. Trovare un editore libero in questo Paese è un segno di grande civiltà e di democrazia".

non-e-arena.jpg

Inizia stasera, domenica 12 novembre 2017, Non è l'Arena, il programma con il quale Massimo Giletti debutta su La7. L'appuntamento è alle ore 20.35, subito dopo il telegiornale della sera. Su TvBlog il liveblogging.

Non è l'Arena di Massimo Giletti su La7 | Cosa è?

Non è l'Arena mira a mettere al centro della scena i temi e i protagonisti della più stretta attualità politica, sociale e della cronaca. Una serie di inchieste “live” con testimonianze, documenti e servizi filmati che aprano la discussione e l’approfondimento in studio, lasciando il campo a un metodo esclusivamente giornalistico.

Il programma va in onda dagli Studios di Via Tiburtina a Roma. Lo studio di circa 1100mq è di forma circolare nel quale trovano posto 250 persone. La scenografia è dominata da grandi schermi che occupano una superficie di oltre 300mq.

Non è l'Arena di Massimo Giletti su La7 | Anticipazioni puntata 12 novembre 2017

Nella prima puntata al centro la vicenda che vede protagonista Gianlcarlo Tulliani, arrestato all’aeroporto di Dubai la scorsa settimana. Tulliani, irreperibile per la giustizia italiana nonostante un mandato di arresto emesso a suo carico il 20 marzo 2017, è stato bloccato all’aeroporto di Dubai a seguito dell’intervento della troupe dell’inviato di Non è l’arena Daniele Bonistalli.

Tra gli ospiti il faccendiere Valter Lavitola.



Non è l'Arena di Massimo Giletti su La7 | Come seguirlo in tv e in streaming

Non è l'Arena va in onda ogni domenica su La7 in prima serata, alle 20.35. È possibile seguirlo in live streaming sul sito del programma, anche dall’estero. Dopo la messa in onda saranno disponibili on demand tutte le puntate integrali e le clip cult della puntata.

Non è l'Arena di Massimo Giletti su La7 | Second screen

Il programma ha un account Twitter (@nonelarena) e una pagina Facebook ufficiali.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 480 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO