Tv Talk, Ilaria D'Amico risponde a TvBlog: 'Resto a Sky'. Lo Spoglio intervista il M5S il 28 gennaio (forse), poi spazio ai Confronti

Ospite di Tv Talk, Ilaria D'Amico ha risposto a una delle domande poste dai lettori di TvBlog: scelta quella di Aldebaran85, in realtà una delle poche fatte, visto che questa volta i commenti hanno accolto per lo più complimenti. "Un'anomalia" come nota la Bancone. La domanda, per quanto semplice, spinge però la D'Amico a fare un po' il punto sulla sua trasmissione. "Lo Spoglio continuerà anche dopo le Elezioni?" domanda Aldebaran.

"Lo Spoglio, come si capisce dal titolo, che ha suscitato anche un po' di ironia, si fermerà il 24 febbraio. Poi con Sky sono allo studio esperimenti non legati solo alla politica".

Insomma, Lo Spoglio termina con le elezioni, ma non l'esperienza di Ilaria D'Amico fuori da Sky Sport. La giornalista stila anche un interessante calendario di appuntamenti per i prossimi giorni: fino al 30 gennaio Lo Spoglio continuerà con la formula delle interviste ai leader. Lunedì 21 gennaio è il turno di Pierluigi Bersani, mercoledì 23 tocca ad Antonio Ingroia, ma l'appuntamento più interessante è quello fissato per lunedì 28, data a disposizione del Movimento 5 Stelle. I contatti sono stati avviati, ma non si sa ancora se - e da chi eventualmente - lo slot sarà effettivamente occupato. La D'Amico non si aspetta Grillo (per quanto chiunque possa sperarlo): il comico non è candidato anche in virtù delle condanne che lo hanno portato ad auto-definirsi 'incandidabile'. Qualcuno del M5S approfitterà dell'invito della D'Amico?

Ma non è finita qui: a febbraio Lo Spoglio cambia formula per dedicarsi ai Confronti tra politici di spicco della scena nazionale. E anche qui spunta già qualche nome.

Nello studio di Ilaria D'Amico si son già dati appuntamento per un faccia a faccia Tremonti e Fini e Casini e Vendola. In calendario anche incontri con politici in vista ma non 'in lista', come il sindaco di Firenze Matteo Renzi o quello di Verona, Flavio Tosi.

L'attesa, però, è tutta per il 'gran confronto tv' tra i protagonisti di queste Elezioni 2013. Per la D'Amico ci sarà: conferma che "i segnali sono positivi" - come già anticipato dal direttore Sarah Varetto che è al lavoro per un confronto in tv l'8 febbraio- e ritiene ormai impensabile, dopo i confronti delle Primarie del Centrosinistra, che i leader si sottraggano a 'una prova di democrazia' come quella vissuta non più tardi di un paio di mesi fa.

Certo, la situazione è formalmente difficile: di candidato premier tra i principali protagonisti di questa campagna elettorale c'è solo Bersani; Monti non è formalmente candidato, Berlusconi è ufficialmente il capo della Coalizione di Centrodestra e Grillo è 'fuori' dai giochi. La quadratura del cerchio non è semplice, in effetti, e ogni scusa è buona per sottrarsi a un confronto, soprattutto se ben organizzato.

 

  • shares
  • Mail