X Factor 2020, la conferenza stampa: tutte le dichiarazioni

X Factor 2020, la conferenza stampa del programma, tutte le dichiarazioni. Il talent show parte giovedì 29 ottobre su Sky Uno

X Factor 2020, la conferenza stampa, tutte le dichiarazioni

11.00 Inizia la conferenza stampa di X Factor 2020

11.02. Nils Hartmann in collegamento parla di un percorso più intimo anche per assenza di pubblico: “Forse i 12 concorrenti più forti. La volontà di esprimersi, di raccontare se stessi, il mondo che hanno attorno, ci ha portato ad avere molti più inediti di qualità. Abbiamo accettato questa novità del primo live di giovedì, una puntata tutta di inediti. X Factor è un grande show televisivo, ci sembrava giusto accogliere questa sfida: giovedì primo episodio e tutti inediti”. Ringraziamenti a Rtl e Spotify.

11.05. Eliana Guerra, Curatrice X Factor 2020: “Abbiamo deciso di partire dando voce ai ragazzi, alla loro urgenza dei loro progetti musicali. E’ un percorso che abbiamo iniziato durante le selezioni e che trova la sua amplificazione ai live. E’ stato bello scegliere come fare questo programma, mano a mano che andavamo avanti. I ragazzi ci hanno portato a questo. Ci siamo accorti di avere tra le mani una materia umana identificabile. Questo è il giusto punto di partenza, la linea guida che ci porterà a strutturare i live. Ovviamente poi ci saranno anche le cover e altri brani originali”. Si parla del mixtape con i brani originali dei 12 concorrenti, già disponibile dalla fine della puntata di giovedì prossimo.

11.10. Il team creativo sta lavorando da quasi un mese. Tra di loro i Modulo Project. Nils Hartmann: “Ci sono squadre fortissime di persone che lavorano”: I Modulo: “X Factor è una macchina ricca di persone con esperienza, questa cosa ci aiuta tantissimo. La nostra complicità l’abbiamo riportata in tutti i team e di portare in scena quello che vedrete già di giovedì”.

11.13. Daniela Collu in collegamento: “Torno e torno per raccogliere i momenti a caldo del giudici a fine puntata. Adesso inizia la gara ed è il momento in cui gli animi si accendono. Una chiacchierata a fine puntata di tutto quello che viene detto online, nei camerini e durante i live”.

11.15. Marta Cagnola di Radio 24 chiede se ci sono novità per la costruzione dei live visto questo periodo storico difficile: Protocolli di sicurezza rigidissimi, “siamo costretti e rinunciare a momenti collettivi”. Ci sarà una finestra dello show con Daniela Collu ma senza la parte successiva, Strafactor. “Un sistema di tamponatura strettissimo, tutto quanto rivisto e rimodulato” le parole di Eliana Guerra.

11.20. Domanda dei giornalisti: perché non eliminare direttamente le cover? Nils Hartmann: “Penso che abbiamo fatto un percorso in questi anni, ci troviamo con degli inediti nella prima puntata. X Factor, oltre ad essere un trampolino di lancio per i talenti, è un grande show televisivo e le cover ci stanno, ci devono stare. Quello che ci siamo detti con Eliana è che ci devono essere delle cover adatte agli animi e alle personalità dei ragazzi”. Eliana: “Nella direzione che stai dicendo ci stiamo andando. Ci sarà una prima puntata di brani originali, nell’edizione ci saranno cover e altri pezzi inediti. Ci potremo spingere di più quando i progetti saranno più a fuoco. Le cover sono comunque un elemento essenziale quando diventa parte del percorso artistico dei concorrenti”.

11.23. Ci si muovere per sensibilizzare sul tema dei lavoratori dello spettacolo fermi da febbraio? Nils Hartmann: “Penso che ci sarà il momento per fare una riflessione anche in questa edizione”.

11.24. Pubblico in studio? Quante le puntate dei live? Cosa vi immaginate per la finale senza Forum? “Ci sarà un pubblico di figuranti che dovranno passare un test su entusiasmo e cognizione musicale. Le puntate sono 7, la finale si farà in studio, verrà ribaltata come un calzino per avere un look diverso”.

11.25. C’è una stanchezza intorno ai format dei talent show? “Tentiamo di non fare il passo più lungo della gamba, credo che sia una evoluzione naturale che c’è sempre stata. Ora siamo molto focalizzati su questa edizione. E’ evidente che questo cambiamento che abbiamo iniziato (sugli inediti, ndr) avrà un seguito”. Eliana: “E’ giusto interrogarsi sulle stanchezze, i formati sono degli appuntamenti che si devono riempire su quello che la contemporaneità suggerisce. Torno a dire, ci sarà tanta musica tanta musica originale, crediamo sia un passo importante in questa edizione. Il pubblico è importante, c’è uno scambio, una dialettica”.

11.30. Alessandro Cattelan: “Ci siamo divertiti a trovarci su quel divano e commentare i casting come fossimo il pubblico da casa. Abbiamo inserito questa novità. Io mi sono divertito, sono venute fuori tante cose, alcune non erano trasmettibili (ride).

11.34. Collegamento anche con i giudici. Manuel Agnelli: “Uno dei motivi principali per il quale mi ha fatto piacere partecipare a questa edizione. X Factor, con gli inediti, inizia a dare una fotografia a quello che succede alla musica italiana. Una fotografia ampia. Come formula, chi uscirà alla quarta puntata avrà fatto più inediti di chi è arrivato in finale negli altri anni. Io sono anche a favore delle cover. Fanno parte di un percorso, anche io ne ho fatta tante anche se sono un autore. Serve a mettere a fuoco anche le personalità, adattarle alla personalità dell’artista. La gara li aiuterà a spronarsi e capire in cosa migliorarsi”

11.36. Emma. “Mi sono approcciata a X Factor con tutta l’onestà, stando attenta il più possibile a tutto quello che succede intorno a me. Ho apprezzato la voglia di mettersi in gioco dei ragazzi. Devo dire che X Factor è un programma migliorativo. Anche io mi sento cambiata dall’inizio ad oggi, ho imparato dai miei colleghi e dai ragazzi stessi. Soprattutto in questo momento, noi abbiamo possibilità di fare musica in un momento davvero tosto”.

11.37. Mika: “Siamo in una gara, dobbiamo difendere i nostri e le nostre scelte durante i live. Siamo molto coscienti, stiamo arrivando con un live di un format che ha fatto cambiamenti. Stiamo arrivando durante la settimana più difficile dell’Italia in questo autunno e per tutta l’Europa. Ricominciare la sfida iniziata all’inizio di questo anno. Non voglio negare la competizione ma non dobbiamo mettere il nostro ego. Dobbiamo essere sinceri, nella stessa maniera con cui li abbiamo ascoltati, difendere la musica e portarla nelle case di tutti quanti. Se gli argomenti sono intorno alla musica, possiamo litigare al massimo perché stiamo discutendo della cosa giusta.

11.41. Hell Raton: “Condivido le vostre parole. Anche per me le cover sono un metro di paragone importante. Possono essere autori ma anche interpreti. La vittoria sarà che la musica continui a parlare dopo il programma. La musica non si ferma dopo questo momento. Sono entrato in questo programma con questo scopo, credo di parlare anche a nome dei miei colleghi.

11.43. Domanda de Il Messaggero: “Pensate che la realtà dei tempi che state vivendo abbia modificato quello che cercate dalla musica?” Emma: “Sicuramente l’assenza del pubblico non ha influito nè negativamente né pubblicamente sulle nostre scelte. Siamo artisti che siamo sulla scena musicale da anni, basta vedere anche Manuel Agnelli o Mika. Abbiamo messo un peso umano, artistico, di come è il mondo musicale fuori da X Factor, prendere in considerazione il mondo delle radio, dello streaming. Fuori dal programma devono avere una strada, un futuro. La vittoria è sicuramente che tutti questi ragazzi lascino un segno nella musica, lo auguri a tutti i concorrenti”.

11.46. Si parla di Roccuzzo e delle polemiche per la sua esclusione: “Partiamo dal presupposto: io sono responsabile di quello che dico e non di quello che capiscono gli altri. Sono stati esclusi una quantità enorme di talenti ma tanti altri che, comunque, ci avevano emozionato tantissimo. Abbiamo un mese e mezzo per lavorare con i ragazzi e portarne solo tre. La mia scelta è caduta su personalità artistiche ben delineate e storiche. Non ho mai parlato di fragilità umana, i miei stessi ragazzi ne sono portatori sani. Io ho parlato di vulnerabilità artistica. Alla vigilia dei Mondiali arriviamo tutti allenatori”

11.48. Una domanda per Manuel Agnelli, commento su Dpcm e X Factor unica musica dal vivo, oggi: “C’è questa responsabilità che ci prendiamo volentieri. Un grande sforzo che anche tutti i tecnici stanno facendo. Il pubblico credo si renda poco conto di quanta gente lavora intorno alla musica, allo spettacolo o in televisione. Sui decreti bisogna essere delicati, capire quali sono le ragioni per le chiusure che dobbiamo subire. C’è una categoria di lavoratori che rimangono a casa e che non devono essere dimenticati ma aiutati, così come gli altri professionisti”.

11.51. Si parte dai gruppi di Manuel Agnelli, anche loro in collegamento. “E’ una delle squadre più particolari mai state a X Factor. Ho fatto una scelta che dipende anche dal tempo che abbiamo per farli crescere. Scelgo il talento con il quale posso lavorare in maniera più efficace per il tempo che abbiamo. Credo che mi permetteranno di fare un discorso più particolare sul mondo della musica. Sono tre gruppi molto contemporanei, posso fare esperimenti anche estremi con loro”. I gruppi sono d’accordo.

11.57. “Non ho mai prediletto il mercato come punto di riferimento, l’ho fatto quando era personalità dell’artista. Io sono esattamente il contrario, ho sempre difeso la personalità degli artisti indipendentemente dalla possibile potenza del mercato. Oggi c’è una rappresentazione eterogenea della musica, oggi, più interessante, con più commistione. X Factor sta rappresentando il presente e anche un po’ il futuro prossimo. Se guardiamo l’estero, stanno tornando le band e stanno tornando le chitarre” racconta Manuel.

12.00. Emma e gli Under Uomini. “Sono tre ragazzi completamente diversi, a livello di personalità e a livello artistico. Scopro sempre cose nuovo su di loro. Hanno un mondo bellissimo da raccontare. Hanno tutti un’idea ben precisa di quello che sono e che vogliono fare”. Blind: “Mi sono subito trovato bene con lei, è una persona forte e ho voluto dimostrarlo anche a lei” Santi definisce un piacere e un onore lavorare con lei.

12.07.  Emma “Dal primo giorno ho detto che sul palco ci salgono loro. Cerco di essere super presente per lavorare al meglio sulla preparazione dei brani. Sono loro che devono combattere per il loro sogno. Io sono un mezzo, pronta a rispondere alle domande e ai loro dubbi, sarò sempre dalla loro parte ma sono loro a dover performare alla grande nel momento in cui tutti gli altri sono fermi”. Blue Phelix è felicissimo di essere ai live “e di lavorare a persone così brave e umane. Ha creduto in mente non smetterò mai di ringraziarla per questo”.

12.09. Emma: “Loro sono molto giovani ma sono sgamati, sanno come funziona il mondo fuori, quello dello streaming. Probabilmente riesco a cogliere delle sfumature che loro non conoscono ancora. Sono lì per fargli notare il mondo che hanno dentro. Il nostro lavoro è fatto di minuzie, particolari che non ci renderanno copie delle copie delle copie. La base è trasferire quello che hanno dentro nelle loro canzoni”.

12.14. Gli over di Mika “una squadra poetica pop”. Mika: “Siamo una squadra molto colorata, una visione alternativa di cosa potrebbe essere la musica pop, una contaminazione di generi. In ogni artista della mia categoria c’è una confluenza di culture, è quello che mi piace nella musica: mischiare senza problemi, una ricchezza totale”.

12.21. Mika: “La chicca che vedremo è la provocazione dell’emozione. Con tutti questi generi diversi fra di loro. La visione pop precisa di Vergo, il suo inedito, l’autotune. Poi c’è la parte di Eda con influenze diverse e l’artpop di Naip. Voglio dimostrare che qualsiasi genere può provocare sorriso, empatica, una fisica commovente e la libertà di un palco. Loro sono pronti, è questo il vantaggio della mia categoria, voglio provocare un’opinione della gente a casa. Non voglio vincere, voglio che loro vincano. E per farlo devono farlo fuori da X Factor.

12.22. Hell Raton e le Under Donna. CmqMartina, Casadilego e MyDrama le tre concorrenti. “Quando capisci che c’è questa magia vuol dire che stiamo facendo le cose bene. Io sto lavorando con artisti, un artista rap non è tanto diverso da un cantautore pop, le regole generali sono le stesse. E’ un lavoro di conoscenza, di costruzione di un percorso. Credo non ci siano state sbavature, le ragazze mi hanno sorpreso sempre”.

12.42. La conferenza stampa termina qui.

X Factor 2020, oggi la conferenza stampa della nuova edizione

X Factor 2020 è pronto a debuttare, con i live show, a partire da giovedì 29 ottobre,  in prima serata su Sky Uno.

A condurre Alessandro Cattelan mentre la giuria vede due ritorni “dal passato”, Mika e Manuel Agnelli, e due new entries, Emma e Hell Raton. C’è molta curiosità sulla partenza di questa edizione, dopo i precedenti appuntamenti dedicati alla formazione delle squadre. Dopo le audizioni e i Bootcamp (con lo switch tanto temuto), giovedì scorso c’è stata l’ultima fase, la Last Call con la consueta scelta dei tre componenti ufficiali (sui 5 semifinalisti) con cui comporre la squadra.

Ed ecco le decisioni ufficiali da parte dei giudici:

infine, Manuel Agnelli, ha scelto i Manitoba, Melancholia e Little Pieces of Marmelade.

Come da tradizione, ad ogni puntata dei live ci saranno due cantanti a rischio eliminazione. I giudici sono chiamati ad esprimere la loro preferenza finale. Ad eccezione di una eventuale parità (essendo in 4). A quel punto, con il Tilt, torna in gara il pubblico, che già aveva scelto i due meno preferiti, per la decisione ultima.

Appuntamento ogni giovedì, quindi, a partire dal 29 ottobre 2020, per seguire i live show di X Factor 2020, in diretta su Sky Uno e in replica, il giorno dopo, in chiaro, su Tv8.

Oggi, si terrà la conferenza stampa di presentazione di questa nuova edizione e noi di TvBlog la seguiremo, riportandovi le principali dichiarazioni o novità previste.

 

 

I Video di TvBlog

Ultime notizie su X Factor

Tutto su X Factor →