Addio a Willie Garson: morto l’attore noto per i ruolo di Stanford in Sex and the City e di Mozzie in White Collar

Garson, 57 anni, ha partecipato anche alle riprese dell’atteso sequel di Sex and the City, riprendendo il ruolo di Stanford, migliore amico di Carrie

Lutto nel mondo delle serie tv, ed in particolare di due titoli molto apprezzati dal pubblico statunitense e non solo. Nelle ore scorse è infatti morto Willie Garson, attore che lungo la sua carriera ha lavorato a numerosissimi film e serie tv, ma che ha trovato la popolarità in particolare grazie a Sex and the City e White Collar. Garson da tempo combatteva contro un cancro che non gli ha lasciato scampo: ad annunciarne la morte è stato il figlio Nathen. “Ti voglio bene papà”, scrive, “riposa in pace, sono contento che tu abbia condiviso con me tutte le tue avventure. Ti voglio bene, ma credo sia giunto il momento che tu intraprenda un’avventura per conto tuo. Sarai sempre con me”.

Nato ad Higland Park nel 1964, la carriera di Garson è stata costellata, tra gli anni Ottanta e Novanta, di tantissimi ruoli minori per il cinema e soprattutto la televisione: ha recitato, tra l’altro, in Quantum Leap, Ally McBeal, Coach, Mr. Belvedere, Party of Five e Friends. Nel 1996 la svolta, grazie al ruolo di Henry Coffield in NYPD Blue, ruolo che ha interpretato in alcuni episodi della serie fino al 1999.

Ma la sua notorietà tra il grande pubblico arriva quando, dal 1998 (e quindi dalla prima stagione), entra a far parte del cast di Sex and the City: a lui andò il suolo di Stanford Blatch, l’amico omosessuale di Carrie (Sarah Jessica Parker), spesso utilizzato come unico punto di vista della comunità omosessuale all’interno della serie e, soprattutto, considerato dai fan e non solo come il quinto componente del gruppo di amiche al centro del racconto.

Dal 2009, invece, interpretò Mozzie in White Collar: il personaggio (il cui vero nome è Teddy Winters), un piccolo truffatore, è amico e spalla del protagonista Neal (Matt Bomer), con cui lavora spesso anche dopo che quest’ultimo inizia a collaborare con il poliziotto Peter (Tim DeKay). Un personaggio, il suo, a cui il pubblico della serie si è affezionato da subito e che è rimasto nel cast per tutte e sei le stagioni della serie.

Garson ha continuato a lavorare per il cinema e la televisione, ma il suo legame con queste due serie è sempre stato molto forte. In particolare con Sex and the City, tanto che ha lavorato anche all’atteso sequel … And Just Like That, che sarà distribuito prossimamente da Hbo Max. Garson nei mesi scorsi è stato avvistato sul set con Parker, affiancato da Mario Cantone, interprete di suo marito Anthony. “La famiglia di Sex and the City ha perso uno dei suoi”, scrive lo showrunner Michael Patrick King. “La sua passione e dedizione è sempre stata presente sul set del sequel. Ha dato tutto se stesso, anche se era malato”.

Immancabile il ricordo del cast, a cominciare da Cynthia Nixon: “Abbiamo adorato lavorare con lui, è sempre stato un grande professionista”. “Non è giusto”, scrive invece Matt Bomer. “In quest’ultimo anno mi hai insegnato molto sul coraggio, la resilienza e l’amore. (…) Vivrai sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri. La famiglia di White Collar ci sarà sempre per Nathen”.