Wild Food Maremma su Food Network con Stefano Bini: anticipazioni

Wild Food Maremma condotto da Stefano Bini: tutte le informazioni sul programma in onda da venerdì 29 luglio su Food Network

Da venerdì 29 luglio, alle ore 8.40, su Food Network (canale 33 del digitale terrestre) partirà Wild Food Maremma, programma in nove appuntamenti condotto da Stefano Bini che mira a raccontare le bellezze, non solo, ma soprattutto enogastronomiche, della Maremma toscana. Qui, nella regione geografica che si estende tra le province di Livorno e Grosseto fino a Siena e Viterbo, le meraviglie paesaggistiche, infatti, incontrano una ricca tradizione culinaria che va dagli antipasti ai dolci.

In particolare, Wild Food Maremma porterà i telespettatori a Castel del Piano, Grosseto, Magliano, Manciano, Orbetello, Piancastagnaio, Pitigliano, Saturnia e Sorano. L’itinerario condurrà il pubblico tra i faggeti di Castel Del Piano alla scoperta di “Pinolia” che oggi si chiama Principina a Mare, per le Vie Cave, antichissimi e affascinanti percorsi etruschi a cielo aperto, corridoi ciclopici tra Pitigliano Sovana e Sorano. L’ultima puntata – monotematica – vedrà protagonista Saturnia con le sue famose terme. Tutte zone con cui Stefano Bini, all’esordio alla conduzione in solitaria (lo scorso anno era nel cast di Il lato positivo, in onda in seconda serata su Rai2 con Greta Melissa Marchetto e Fabrizio Biggio), ha grande familiarità:

Sono nato a Grosseto, nipote e figlio di ristoratori da sei generazioni e, dopo tante co-conduzioni, eventi in Italia ed Europa, volevo fare qualcosa per la mia terra, quella dove affondano le mie radici. In questo programma, nato da un’idea mia e di Valerio Mori, mio cugino, per la prima volta, sarò solo alla conduzione, autore e capo progetto. Sarà una trasmissione dove parleremo di ricette della tradizione maremmana in nove tappe, in ognuna delle quali scoveremo due luoghi “wild” e due ricette della tradizione. Per me un ritorno a casa, quella che ho lasciato per rincorrere i miei sogni, trasformandoli in realtà e in una carriera radiofonica e televisiva che è la mia “strada” ma che non può farmi dimenticare i paesaggi e il profumo di questa terra magica, meravigliosa e un mestiere che è nel mio DNA e che conosco bene. Ho sempre trascorso le estati, da studente, lavorando nel ristorante dei nonni e di mio padre. Dedico questo progetto a mio nonno Giancarlo che, insieme all’amico Luigi Veronelli, hanno portato il buon cibo e il buon vino italiano in giro per il mondo. Manco da diciotto anni e questo vuole essere un ritorno importante; un omaggio e una dichiarazione d’amore per la mia terra. Wild Food Maremma è fortemente territoriale.

 

Stefano Bini