Vincenzo Malinconico: ultima puntata, cast, trama e streaming della nuova fiction di Rai 1

Tratta dai libri di Diego De Silva, il protagonista di questa nuova fiction è un avvocato semi-serio, semi-disoccupato e semi-divorziato…

C’è un nuovo personaggio pronto a popolare le storie della fiction Rai ed a far sorridere il suo pubblico: è il protagonista di Vincenzo Malinconico-Avvocato d’insuccesso, la nuova serie tv destinata a Raiuno che vede nei panni del protagonista un attore che il cinema e la fiction conosce bene, ma qui alla prima esperienza da protagonista assoluto. Siete curiosi di saperne di più? Allora proseguite nella lettura!

Vincenzo Malinconico, puntate

Quarta puntata, 10 novembre 2022

“Divorziare con stile”
Teicheué, interrogato dagli inquirenti, si ostina a ripetere d’essere stato incastrato e chiede a Malinconico di difenderlo. Il rapporto con Alessandra Persiano procede serenamente ma l’improvviso arrivo di Alf riaccende le insicurezze della donna, spingendola a prendere in considerazione nuove proposte lavorative. Imprevedibilmente, Vincenzo viene contattato dalla bella moglie di Tarallo, un potente avvocato, che gli chiede di assisterla nella sua causa di separazione dal marito. L’avvocato Starace Tarallo, al contempo, offre a Malinconico una grossa somma di denaro in cambio della sua rinuncia alla difesa. Tarallo è così determinato a vincere la causa di separazione da offrire inutilmente a Malinconico una grossa somma di denaro in cambio della sua rinuncia alla difesa. Veronica, dal canto suo, sembra attratta da Malinconico che però si nega seccamente. Proseguendo nelle sue indagini con l’aiuto di Tricarico, Malinconico riesce finalmente a fare luce sul mistero della morte di Brooke.

Terza puntata, 3 novembre 2022

In tribunale, Malinconico conosce per caso l’ingegnere Romolo Sesti Orfeo, il padre di un giovane ucciso dalla camorra, che, esasperato dalla lentezza della giustizia, gli confida di essersi messo sulle tracce dell’assassino del figlio. Intanto, durante un duro confronto con Malinconico, il Burzone capisce di aver involontariamente provocato l’omicidio di Brooke e viene colto da infarto. Vincenzo scopre anche che Dylan si era messo nei guai con le scommesse clandestine e doveva dei soldi a un certo Teicheué. Nel frattempo riesce ad avere un’informazione importante per Sesti Orfeo e si reca da lui presso il centro sportivo frequentato dal killer del figlio, al quale l’uomo ha teso una trappola.

Seconda puntata, 27 ottobre 2022

“I frigoriferi degli uomini soli”
Malinconico accompagna in questura il suo vicino di casa, Giustino Talento, preoccupato per la scomparsa della giovane moglie ucraina Lulla. Un dettaglio però, insospettisce il commissario. La polizia perquisisce l’appartamento della coppia rilevando delle macchie di sangue. Malinconico inizia a scavare nell’ambiente frequentato dalla donna e appunta i propri sospetti su Ante, il fratello della donna. La soluzione del caso è ancora lontana. Malinconico si reca a casa di Dylan, il fidanzato di Brooke, che è scomparso ormai da giorni. Lì conosce la madre e la sorella del ragazzo, Yvonne, che gli racconta della condotta scapestrata del fratello e del suo rapporto burrascoso con Brooke. Vincenzo scavando nel passato di Lulla, appunta i propri sospetti su Ante, il fratello della donna, e fa scarcerare Giustino.

Prima puntata, 20 ottobre 2022

Nel primo episodio, “Un avvocato d’insuccesso”, Vincenzo Malinconico, modesto civilista dalla complicata vita sentimentale, viene nominato d’ufficio per assumere la difesa di Domenico Fantasia in arte Mimmo ‘o Burzone, accusato di essere un becchino di camorra. Intenerito dalla figlia di lui, Brooke, che gli ricorda tanto la sua Alagia, Vincenzo accetta di difendere il camorrista. In tribunale, Vincenzo incrocia Alessandra Persiano, l’avvocatessa più corteggiata del tribunale, che si mostra attratta dalla sua goffa timidezza e, con suo grande stupore, gli lascia il numero di telefono.

Nel secondo episodio, “Non avevo capito niente”, Malinconico ottiene dal GIP la scarcerazione del Burzone ma c’è qualcosa che non lo convince. Brooke, innamoratissima del violento Dylan, confida felice a Malinconico che il ragazzo, dopo essere sparito per qualche giorno, si è finalmente rifatto vivo e vuole fare pace con lei. Presto, i dubbi di Malinconico si rivelano fondati. Il Burzone viene riarrestato in flagranza di smistamento di cadaveri: la scarcerazione era frutto di una strategia dei magistrati per prenderlo con le mani nel sacco. Vincenzo non fa in tempo a metabolizzare il fallimento, che viene raggiunto dalla tragica notizia dell’omicidio di Brooke.

Vincenzo Malinconico, quando inizia?

La fiction è pronta ad andare in onda a partire da giovedì 20 ottobre 2022, alle 21:25. La serie prende così il posto di Imma Tataranni, di cui Raiuno in questa parte iniziale di stagione ha mandato in onda la seconda parte della seconda stagione. Da martedì 18 ottobre, il primo episodio (dei due in onda il 20 ottobre) è disponibile in anteprima su RaiPlay.

Vincenzo Malinconico, la trama

Prendete la persona più simpatica che conoscete. Poi quella più intelligente. Poi ancora quella più stupida e infantile. Più generosa. Più matta. Mescolate bene. Ecco, grosso modo, il protagonista di questa serie. Un po’ Woody Allen, un po’ Holden, un po’ semplicemente se stesso: Vincenzo Malinconico (Massimiliano Gallo), iconico personaggio nato dalla penna di Diego De Silva, è un avvocato semi-disoccupato, un marito semi-divorziato, e soprattutto un grandioso, irresistibile filosofo naturale. Capace di dire cose grosse con l’aria di sparare fesserie e di affrontare la camorra come l’amore con la stessa piroettante, alogica, stralunatissima forza, Malinconico ci fa affezionare alle sue vicende sgangherate e irrisolte e ci fa vedere il mondo attraverso il suo sguardo ironico e autentico, costringendoci a pensare ridendo.

Avvocato d’insuccesso, forse più psicologo che avvocato, Vincenzo Malinconico non raggiunge mai la piena sufficienza. Il suo portafoglio clienti ha un profilo decisamente leggero, si occupa di contenziosi non particolarmente impegnativi (sinistri stradali, liti di condominio, separazioni, recupero crediti non ingenti) e non sempre porta a casa delle vittorie.

C’è solo una cosa che sa fare davvero (e senza che mai nessuno glielo chieda): filosofeggiare. Vincenzo ha sempre un pensiero in testa. Generalmente, un pensiero fuori tema. Il precariato professionale di Vincenzo va di pari passo con quello privato: Nives (Teresa Saponangelo), la sua ex moglie, affermata psicologa, lo ha lasciato da tempo per sposare un architetto e tuttavia non riesce a non tradire il nuovo marito con il suo ex.

Malinconico vorrebbe ricostituire l’unità familiare ma viene puntualmente respinto eppure, quando Vincenzo inizierà una relazione con la bella collega Alessandra Persiano (Denise Capezza), Nives dimostrerà che non ha nessuna intenzione di farsi da parte.

Vincenzo e Nives hanno due figli: Alfredo (Francesco Cavallo), e Alagia (Chiara Celotto), figlia di un precedente compagno di Nives. Per via del divorzio, Vincenzo coltiva la colpa di non sentirsi un padre all’altezza ma è una convinzione solo sua, perché sia Alagia sia Alfredo gli sono profondamente legati.

Rassegnato ormai all’ozio delle giornate tutte uguali, Malinconico viene chiamato d’ufficio a difendere un certo Mimmo ‘O Burzone, squallido macellaio di camorra su cui pende l’accusa di fare a pezzi cadaveri scomodi e smaltirli con radicata nonchalance. In un primo momento, Malinconico vorrebbe rifiutarsi di difenderlo, appellandosi a principi deontologici. Poi, convinto dalla figlia di Burzone, Brooke, che gli ricorda la sua Alagia, accetta l’incarico.

Quest’avventura nei meandri della camorra, a cavallo tra commedia e giallo, darà a Malinconico l’occasione di conoscere Amodio Tricarico (Francesco Di Leva), un surreale tuttofare della malavita che da un momento all’altro si autoproclama suo braccio destro e non lo lascia più, nella buona e nella cattiva sorte. Ed è proprio la cattiva sorte a dare il via all’indagine made in Malinconico, la notte in cui Brooke viene trovata assassinata senza un apparente motivo.

Vincenzo Malinconico, quante puntate sono?

In tutto, gli episodi della prima stagione sono otto, ciascuno della durata di circa 50 minuti ed in onda su Raiuno due per volta, per quattro prime serate ed altrettante settimane. Il finale di stagione, quindi, va in onda il 10 novembre.

Vincenzo Malinconico, Massimiliano Gallo e il cast

Come detto sopra, il cast è guidato da Massimiliano Gallo, interprete di teatro e cinema che la tv ha scoperto da qualche anno a questa parte grazie a dei ruoli in serie di successo. È, infatti, nel cast de I Bastardi di Pizzofalcone, in cui dà volto al Vice questore Luigi Palma, mentre in Imma Tataranni-Sostituto Procuratore è Pietro, marito della protagonista. Ma la serie ospita anche altri voti noti, come Lina Sastri, Michele Placido, Ana Caterina Morariu e Gianfelice Imparato, che ha lavorato già con Gallo proprio ne I Bastardi di Pizzofalcone.

Massimiliano Gallo è Vincenzo Malinconico: il protagonista, avvocato civilista, fra i tanti che si barcamenano come possono per restare a galla nel soprannumero del mercato delle libere professioni. Filosofo naturale, rimuginatore compulsivo, è dotato di un forte spirito di osservazione e di un senso del ridicolo con cui eroga perle di saggezza di cui però non sa servirsi.

Teresa Saponangelo è Nives: ex moglie di Vincenzo, ma ancora sua amante. Psicologa, quando Malinconico accenna a rifarsi una vita sentimentale, in lei albeggia la gelosia e il desiderio di ricreare la famiglia di un tempo.

Denise Capezza è Alessandra Persiano: avvocatessa, collega di Vincenzo, che ha una cotta per lei. Anche Alessandra prova qualcosa per il protagonista, sebbene siano molto diversi e lei sia la più corteggiata del Tribunale in cui lavorano.

Francesco Cavallo e Chiara Celotto sono Alfredo ed Alagia: i figli di Vincenzo. Alfredo ha delle inclinazioni sessuali che il padre fatica a comprendere, mentre Alagia è spesso più saggia del padre, a cui dà spesso consigli e con cui condivide una passione segreta per i fast-food.

Giovanni Ludeno è Espedito Lenza: vecchio amico di Vincenzo, un commercialista con cui condivide lo studio.

Francesco Di Leva è Amodio Tricarico: un tuttofare e protettore di Vincenzo che gli viene assegnato dalla camorra, nonostante lui faccia di tutto per tenerselo lontano.

Lina Sastri è Assunta: madre di Nives ed ex suocera di Vincenzo, mantiene con lui un buon rapporto, mentre ha fatica a gestire quello con la propria figlia.

Carlo Massarini è Mister Fantasy: il giornalista musicale torna a vestire i panni del personaggio da lui creato per l’omonimo programma Rai degli anni Ottanta. Qui, però, diventa l’amico immaginario di Vincenzo, a cui dà qualche consiglio.

Luca Gallone è Benny la calamita: collega di Vincenzo, un avvocato svogliato che lavora in Tribunale solo perché ha eredito un ricco portafoglio clienti dal padre.

Ana Caterina Morariu è Veronica Starace Tarallo;

Giacomo Rizzo è Giustino Talento;

Michele Placido è Ugo Maria Starace Tarallo;

Gianfelice Imparato è Romolo Sesti Orfeo.

Vincenzo Malinconico, regista e sceneggiatori

La regia di questa serie è di Alessandro Angelini, già dietro la macchina da presa per Il clan dei camorristi, Tutto può succedere e Gli orologi del diavolo. La sceneggiatura, invece, è scritta da Diego De Silva (autore dei libri da cui è tratta), con Massimo Reale, Valerio Vestoso e Gualtiero Rosella. A produrre è Alessandro Passadore per Viola Film, con Rai Fiction.

Vincenzo Malinconico, libri

La serie è tratta dalla fortunata saga letteraria di Diego De Silva, cominciata nel 2007 e composta ad oggi da sei libri, editi da Einaudi. In particolare, la prima stagione della fiction è tratta dal primo, secondo e quarto, ovvero “Non avevo capito niente”, “Mia suocera beve” e “Divorziare con stile”.

Vincenzo Malinconico, dov’è stato girato?

Nel corso della serie non viene citata una città in particolare, ma sappiamo che l’ambientazione è la Campania, anche perché la fiction è stata realizzata con il sostegno di Film Commission Regione Campania. Le location sono principalmente a Salerno, dove sono avvenute le riprese, durate sedici settimane e cominciate a giugno 2021: stando a quanto scrive Fenailp Salerno, la serie è stata girata presso il Tribunale, la Stazione Marittima, la Villa Comunale, il Palazzo Sant’Agostino, il Palazzo Genovese, il chiostro del Duomo, il lungomare cittadino e il centro storico, ma anche in Costiera Amalfitana con scene a Cetara e Vietri, e in provincia, a Cava De’ Tirreni, Nocera Inferiore e Nocera Superiore. Gli interni sono stati girati a Roma.

Vincenzo Malinconico, streaming

È possibile vedere la serie, oltre che durante la messa in onda su Raiuno, anche in streaming su RaiPlay e sull’app per smart tv, tablet e smartphone. A questo link la pagina ufficiale della serie.