Una pezza di Lundini 3 per ora non è prevista: e se diventasse un’esclusiva Raiplay?

Il comico romano ha dichiarato che la terza edizione dello show “per ora non è all’orizzonte”

Sta registrando il sold out con il suo tour di Il mainsplaining spiegato a mia figlia, ma Valerio Lundini al momento non tornerà al momento su Rai2 con Una pezza di Lundini. “Per ora non è all’orizzonte“, ha spiegato il comico romano all’Ansa. Davvero un peccato.

Era settembre 2020 quando aveva esordito sul secondo canale in seconda serata un semisconosciuto ultratrentenne vestito come un impiegato che intervistava in studio in maniera imbarazzante – oggi diremmo cringe – altrettanti personaggi poco conosciuti dello showbiz come l’influencer Cristiano Caccamo o l’attrice emergente Ludovica Martino. A importunarlo la femminista Emanuela Fanelli, a sostenerlo la band dei Vazzanikki e uno stuolo di signori non più di primissimo pelo come pubblico.

Si è detto più volte che Una pezza di Lundini fa satira metatelevisiva e questo è stato il punto di forza del late night show. Probabilmente all’origine della mancata riconferma c’è probabilmente l’Auditel (la prima stagione ha registrato una media del 2.46% di share, la seconda dal 20 aprile al 20 luglio il 2.76%), ma se il programma fa soffrire Rai2 in seconda serata, non sarebbe meglio destinarlo altrove?

Cestinare Una pezza di Lundini sarebbe un delitto: a volte il ritmo è sin troppo lento ma è innegabile che sia amatissimo dai critici televisivi (anche noi di TvBlog ci siamo dichiarati entusiasti) e soprattutto che Valerio Lundini costituisca un idolo del web, non uno di quelli usa e getta, ma destinato a rimanere nella nostra memoria.

La seconda stagione ha poi visto l’esplosione della bravissima Emanuela Fanelli, protagonista della finta fiction Simonetta – La truccatrice della Magnani. La tv prende in giro se stessa dalla notte dei tempi, ma quei promo erano davvero esilaranti in quanto demolivano gli stilemi della fiction targata Rai1, con il loro eccesso di buonismo.

Una soluzione potrebbe essere costituita dalla migrazione dello show sulla piattaforma Raiplay, sulla scia di quanto avvenuto con Paese reale di Edoardo Ferrario, poi trasmesso in replica su Rai4. Oppure la collocazione in palinsesto di Una pezza di Lundini proprio su questo canale, mantenendo l’appuntamento ogni settimana.