Titolo V, il pretesto per un talk show come tanti altri. Non convincono i conduttori

Troppo enfatica la Elisei, troppo timido Vicaretti: tra dibattiti noiosi e collegamenti eccessivi diventa un’impresa seguire fino alla fine il debutto

Era proprio necessario l’ennesimo talk show, soprattutto nel corso di una pandemia in cui già esistono ben poche certezze? Su Rai3 è andata in onda la prima puntata di Titolo V, nelle intenzioni un’occasione per riflettere sulla riforma costituzionale del 2001 alla luce dell’attualità, quando l’opinione pubblica si è accorta che la sanità è una materia di pertinenza regionale.

Nella pratica tuttavia Titolo V si è rivelato un talk show come tanti altri in circolazione nella televisione italiana. I due conduttori Francesca Romana Elisei e Roberto Vicaretti, non sono sembrati molto all’altezza di una prima serata. La prima è parsa troppo enfatica, quasi teatrale (soprattutto in apertura) e su una rete storicamente di sinistra la sua presenza dopo mesi al Tg2 Post nel quale Salvini era ospite un giorno sì e l’altro pure risulta stridente. Il secondo si è dimostrato al momento troppo timido, capace di farsi parlare sopra da chiunque.

Non felice nemmeno l’idea di questo continuo rimpallo tra Milano e Napoli, con il risultato di creare due talk show entrambi di troppo. Troppi i servizi e troppi i collegamenti. Paradossalmente, a rendere interessante l’ultima parte di trasmissione è stata la guerriglia a Napoli, con il sindaco Luigi De Magistris saldamente alla sua postazione in studio fino alla chiusura mentre nella città della quale è sindaco si stava consumando il finimondo.

Titolo V, diretta prima puntata 23 ottobre 2020

21.20 Si comincia con l’anteprima di Roberto Vicaretti nello studio Rai di Milano: “Sembra di vivere in una favola di Gianni Rodari“, dice in riferimento alla seconda ondata italiana. Segue intervento della Elisei. Due interventi palesemente (mal) recitati.

21.25 Rvm che fa il punto sugli ultimi giorni, dal DPCM di domenica scorsa all’iniziativa del coprifuoco in alcune regioni. Viene citata una frase molto interessante della politologa Nadia Urbinati sul quotidiano Domani: “L’emergenza è stata decentralizzata“.

21.31 Inizia il programma vero e proprio. Francesca Romana Elisei lancia l’annuncio del lockdown campano da parte del presidente di Regione Vincenzo De Luca.

21.34 In studio con la Elisei ci sono Lucia Annunziata e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Quest’ultimo attacca il governatore sulla comunicazione odierna a proposito della tragedia a un passo (“Non sono parole buone“).

21.41 La conduttrice si rivolge all’esperto costituzionalista della trasmissione, Francesco Clementi, che spiega la “costituzionalità dei provvedimenti presi da De Luca.

21.50 Rvm sulle chiusure che stanno interessando Arzano, comune in provincia di Napoli divenuto zona rossa. Il Comune è stato commissariato tre volte per infiltrazioni mafiose.

21.56 Ci si collega con una manifestazione a Napoli ma c’è così tanto caos che la Elisei interrompe il collegamento. De Magistris rileva un pericolo legato alla criminalità, che andrebbe “più velocemente dello Stato“.

22.12 Vicaretti a Milano ospita il comico Enrico Bertolino, che parla della città alle prese con il coprifuoco. Parte un collegamento (l’ennesimo) coi Navigli, centro della movida. L’artista dice di venire anche in rappresentanza dei lavoratori dello spettacolo.

22.19 Servizio sulla seconda ondata in Spagna. Troppi collegamenti e rvm, ritmo finora non pervenuto.

22.24 Vicaretti ospita in studio Antonio Pesenti, coordinatore dell’Unità di crisi della Regione Lombardia per le terapie intensive.

22.31 Viene mostrata una Milano dai due volti: da una parte gli ospedali quasi al collasso, dall’altra aperitivi ai Navigli e matrimoni che si svolgono come nulla fosse successo, anche se con la mascherina. L’inviato fuori dal sagrato viene spintonato da persone non identificate (palese violazione del distanziamento sociale) e mandato al diavolo dallo sposo.

22.42 Ancora Milano: Vicaretti parla della crisi pandemica con i governatori Giovanni Toti e Michele Emiliano. Il conduttore è troppo timido, chiunque gli parla sopra. Intanto il giornalista lancia l’indiscrezione di un coprifuoco alle 18 voluto dal governo.

22.54 In collegamento da New York ecco Antonio Di Bella, che parla dell’effetto Covid sulle presidenziali Usa (stanotte c’è stato l’ultimo confronto Biden vs Trump). Per il cronista negli Usa c’è stato un pareggio.

23.07 Continuo rimpallo tra Milano e Napoli con i relativi collegamenti dalle città per vedere come si svolge il coprifuoco.

23.27 Giungono notizie preoccupanti da Napoli: ci scontri con le forze dell’ordine. Ferito un giornalista Sky.

23.37 Si continua a parlare in studio a Milano dei fatti di Napoli. Il dibattito procede noioso, sembra che nessuno voglia stare lì, sia in presenza che da remoto.

23.58 Il ministro Provenzano dice che le persone che stanno manifestando a Napoli dice che non c’entrano nulla con i piccoli commercianti.

00.00 Si chiude con De Magistris incredibilmente sindaco della città in cui si sta consumando una guerriglia. La prima puntata finisce qui. “Noi torniamo evidentemente venerdì prossimo“, saluta Vicaretti. Auditel permettendo.

Titolo V, anticipazioni prima puntata 23 ottobre 2020

Andrà in onda stasera alle 21.20 su Rai3 la prima puntata di Titolo V, nuovo talk show con la conduzione di Roberto Vicaretti e di Francesca Romana Elisei. TvBlog seguirà in liveblogging questo debutto.

Il titolo della trasmissione (di cui vi avevamo anticipato qualche giorno fa) deriva dal Titolo V della Costituzione, ovvero quella parte oggetto di una modifica nel 2001 che ha assegnato le competenze in materia di sanità alle Regioni e altre responsabilità ai sindaci. L’opinione pubblica se ne è accorta soprattutto ai tempi della pandemia da coronavirus, con presidenti di Regione che vanno ognuno per conto suo a suon di ordinanze.

Naturalmente Titolo V non potrà che essere un talk show sull’attualità, ma nelle intenzioni il leitmotiv sarà la riflessione sull’efficacia di questa riforma costituzionale. Caratteristica principale del programma è che Vicaretti condurrà dagli studi Rai di Milano, mentre la Elisei da Napoli.

Ricco il parterre di ospiti. Si comincia  il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, Lucia Annunziata, Ferruccio De Bortoli, Giulio Tremonti, il costituzionalista firma de Il Sole 24 Ore Francesco Clementi e Marino Golinelli.

Laureato in Scienze politiche presso l’università di  Perugia, Roberto Vicaretti  ha iniziato la sua carriera con il mensile TamTam e successivamente cronista sportivo per  Il Giornale dell’Umbria. Ha poi frequentato la Scuola di Giornalismo radiotelevisivo di Perugia ed è divenuto giornalista professionista nel 2008. Arrivato a RaiNews24, ha presentato la rassegna stampa e il talk show Studio 24. Nel 2020 ha condotto Agorà Estatediventando la rivelazione della stagione a tal punto che il direttore di rete Franco Di Mare ha pensato a nuovi progetti per lui.

Francesca Romana Elisei è giornalista professionista del 2007. Esordisce alla redazione de Il Messaggero in Umbria e nel 2004 consegue il Master in Giornalismo Radiotelevisivo Rai a Perugia. Ha esperienze all’attivo per Repubblica, Giornale Radio Rai e Sky Tg 24. Nel 2007 collabora per Annozero di Michele Santoro. L’anno successivo è alla conduzione del Tg2, nel 2012 al Gr1, l’anno dopo a TG2 Insieme. Nel 2019 ha condotto la striscia di approfondimento in access prime time Tg2 Post.

COME VEDERE TITOLO V IN STREAMING

Sarà possibile vedere Titolo V in livestreaming su Raiplay sull’app per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani si potrà vedere in Guida Tv/Replay.

I Video di TvBlog