HBO rifiuta la seconda stagione di The Outsider ma i produttori provano a farla lo stesso

I produttori hanno presentato a HBO l’idea per una seconda stagione incentrata sul personaggio di Holly ma HBO ha gentilmente rifiutato.

Il termine “miniserie” che noi italiani usiamo per indicare una produzione seriale che si conclude dopo un numero definito di puntate, come The Outsider, è decisamente più forte rispetto a quello usato dagli americani, “limited series“, intendendo il fatto che si tratta di serie tv con un numero ridotto di episodi rispetto al normale. Peccato che questo “normale” sia un po’ datato, legato a un mondo in cui la stagione completa di una serie tv era di 18/24 episodi, negli ultimi anni tutto è cambiato e normale probabilmente è diventato 10/13 episodi.

Però l’uso tutto americano di “limited series” permette a queste produzioni di lasciare una porta aperta per uno sviluppo successivo. Così Big Little Lies ha avuto una seconda stagione, Perry Mason idem e adesso anche The Outsider, la serie tratta dal romanzo di Stephen King, trasmessa in Italia da Sky Atlantic e Now Tv, potrebbe avere una seconda stagione.

Dobbiamo usare il condizionale perchè per una volta è il canale che l’ha mandata in onda a non volerne il seguito. Infatti nonostante gli ottimi ascolti, con una crescita del 90% dal debutto al finale passando da 1,2 milioni a 2.2 milioni, fino a diventare la serie più vista degli ultimi 3 anni con 11 milioni per episodio tra tutte le piattaforme, nonostante questi numeri, HBO ha rifiutato l’idea di dargli un seguito proposta dai produttori di MRC.

Una scelta forse folle, lontana dalle logiche commerciali di inseguimento del pubblico ma HBO ha semplicemente detto “no grazie, ci è piaciuto lavorare con voi e vi auguriamo ogni bene“. Il produttore e autore Richard Price ha presentato a HBO il piano per una seconda stagione che andrebbe oltre il romanzo di Stephen King dando vita a una sorta di spinoff sul personaggio di Holly, interpretata da Cynthia Erivo, un’idea che avrebbe ricevuto la benedizione di Stephen King. Il progetto di seconda stagione di The Outsider amplierebbe i temi del romanzo e della prima stagione, andando a esplorare il rapporto tra uomo e natura, soprannaturale e reale.

Il rifiuto di HBO non ha fermato il produttore MRC Television “ringraziamo HBO per la collaborazione ma stiamo cercando una nuova casa” ha spiegato il presidente Elise Henderson. Senza entrare troppo nei dettagli, per chi non avesse ancora avuto modo di vedere questa intensa miniserie The Oustider parte come un’apparentemente normale indagine sulla morte di un ragazzino per poi introdurre elementi soprannaturali, mistici, magici con una forza e una consapevolezza capaci di rendere reale quello che non è. La paura per l’ignoto è accresciuta dall’incertezza verso la fonte della malvagità.

Il personaggio di Holly Gibney (Erivo) è introdotto nel corso delle puntate, un’investigatrice privata dai metodi non proprio ortodossi ma dalle capacità innate. Holly è anche presente nella serie tv Mr Mercedes (recuperabile con le sue tre stagioni su StarzPlay in Italia), interpretata da Justine Lupe.

La decisione di HBO è sicuramente rischiosa, perchè qualcun altro (Netflix?, Apple?, Amazon?) potrebbe sfruttare un successo creato e costruito da lei, ma al contempo coraggiosa, certo considerando che hanno accettato la seconda stagione all star di Big Little Lies viene da chiedersi cosa in questo caso li abbia spinti a fare questa, giusta, mossa.

I Video di TvBlog