• Tv

The Outsider dal romanzo di Stephen King su Sky Atlantic e Now Tv: quando la paura arriva dall’ignoto

Recensione in anteprima dei primi sei episodi di The Outsider miniserie HBO in Italia su Sky Atlantic e Now Tv dal 17 febbraio

The Outsider è una nuova miniserie d’autore in arrivo dal 17 febbraio su Sky Atlantic e in streaming su Now Tv, prodotta da HBO e che sarà distribuita in 5 settimane con due episodi a settimana. Adattamento del romanzo omonimo di Stephen King, la miniserie è costruita su una sceneggiatura di Richard Price esperto del mondo crime già dietro alla miniserie sempre HBO The Nght Of. Jason Bateman è qui attore, produttore e regista dei primi due episodi, protagonista è Ben Mandelsohn nei panni del detective Ralph Anderson chiamato a indagare sul brutale omicidio di un ragazzo.

Mettendo insieme tutti questi elementi si ottiene un prodotto di alta qualità che scava nelle paure più profonde delle persone, quel terrore verso l’ignoto, la sensazione di insicurezza insita quotidianamente nell’animo umano perchè non puoi mai sapere quello che succede facendo un passo in più o in meno. Non c’è il libretto di istruzioni della vita. The Outsider è un thriller insolito, che indugia sulla rappresentazione per creare una sensazione sospesa in cui far rosolare la paura, ma senza trasformarsi in un futile esercizio stilistico.

Gli spot realizzati prima da HBO e ora da Sky Atlantic, le immagini social, la trama, il romanzo, naturalmente svelano tutti un aspetto fondamentale di The Outsider, ma volendo preservare chi prova in tutti i modi a restarne immune, vi invitiamo a fermarvi qui e non proseguire nella lettura.

Un racconto carico di mistero

The Outsider parte come un crime puro, quasi come una puntata di un procedurale qualsiasi in cui i detective indagano su un omicidio e trovano il colpevole. Terry Maitland interpretato da Jason Bateman è il colpevole, ci sono i testimoni, le telecamere il DNA che lo prova. Ma Terry Maitland è davvero colpevole? Si gioca tutto qui il racconto di The Outsider e non è uno spoiler perchè è esplicitato in ogni luogo, in ogni video, in ogni immagine promozionale. Perchè la miniserie non è un giallo ma un thriller soprannaturale dalle venature horror.

Quando le prove sono così evidenti un detective non può far altro che arrestare il colpevole, anche se è un amico, anche se è l’amato coach di baseball dei ragazzi della città, anche se è un tranquillo padre di famiglia. Se poi il detective in questione vive ancora i traumi della recente morte del proprio figlio, la situazione è ancora più carica di emozioni. Il problema però è che questo colpevole era in realtà in un’altra città al momento dell’omicidio, ripreso da altre telecamere, visto da altri testimoni. Ma come è possibile questo?

I dubbi iniziano a cresce e qui la serie cambia veste ma senza modificare il proprio stile. Dimenticato il procedurale The Outsider si trasforma in un thriller soprannaturale e con l’arrivo della detective privata Holly Gibney interpretata da Cynthia Erivo la situazione si evolve. Il personaggio di Holly arriva dai romanzi del detective Bill Hodges di Stephen King, quelli da cui è tratta la serie tv Mr Mercedes (in Italia la trovate su StarzPlay), una ragazza, una donna nello spettro dell’autismo con una grossa capacità deduttiva e qualche difficoltà sul lato affettivo, anche se Richard Price ha specificato di voler costruire la sua Holly fuori dal mondo precedente.

Dal mistero alla paura

Il personaggio di Holly, magistralmente interpretato da Cynthia Erivo, sbatte in faccia allo spettatore e agli altri personaggi della serie quella verità che nessuno vorrebbe sentirsi dire. L’assenza di spiegazioni reali, concrete, tangibili, porta a ragionare su tutto quello che è impossibile, impalpabile, soprannaturale. Fin da bambini la paura più grande è il mostro sotto il letto, l’uomo nero che si nasconde dietro le porte delle camere, l’ignoto che spaventa. Crescendo la razionalità prende il sopravvento, la ricerca di dati scientifici, di prove concrete. Ma quando dobbiamo tornare a fare i conti con l’ignoto come reagisce il nostro cervello? Siamo pronti a sacrificare la razionalità per scoprire la verità?

The Outsider diventa così una riflessione sull’animo umano, su una paura irrazionale diventata improvvisamente reale e che provoca un profondo senso di insicurezza in ciascuno dei personaggi coinvolti perchè rappresenta qualcosa di incontrollabile e proprio per questo ancora più pauroso.

Nella miniserie di HBO e Sky Atlantic questo non prende la direzione di un horror soprannaturale irrealistico, ma di un thriller psicologico profondamente ancorato al quotidiano in cui l’imprevedibilità cresce con la diffusione del virus sconosciuto. Chiunque potrebbe essere vittima e colpevole a sua insaputa. E tutto quello che sfugge al nostro controllo fa dannatamente paura.

The Outsider in tv e in streaming

The Outsider è su Sky Atlantic il lunedì sera con due episodi per 5 settimane dal 17 febbraio, in streaming su Now Tv, in mobilità su Sky Go e disponibile su Sky On Demand.

I Video di Blogo

Sarah parla con Caitlin della sua identità sessuale: una scena di We Are Who We Are