The Midnight Club dal creatore di Hill House arriva un horror YA perfetto per Halloween

La serie è ispirata al romanzo del 1994 di Christopher Pike.

In tempo per Halloween arriva su Netflix The Midnight Club adattamento del romanzo per ragazzi di Christopher Pike uscito nel 1994, realizzato da Mike Flanagan e Leah Frog, team già dietro alle storie horror su Netflix da Hill House a Midnight Mass. Protagonisti della serie un gruppo di ragazzi malati terminali che vivono in una clinica allestita in una vecchia casa e che ogni notte a mezzanotte si riuniscono per raccontarsi alcune storie dell’orrore.

The Midnight Club, la trama

Sette tra ragazzi e ragazze malati terminali, vivono a Rotterdam Home una casa di cura destinata ad alleviare la sofferenza di chi resta e di chi vive la malattia. Più o meno coetanei, il gruppo di giovani condivide le stesse emozioni, pur avendo ciascuno caratteri e personalità diverse. Rispettando un’antica tradizione della struttura che i pazienti si tramandano ormai da anni, ogni notte il gruppo si riunisce in biblioteca per raccontarsi storie dell’orrore.

The Midnight Club, la recensione

Mike Flanagan torna a popolare di incubi una dimora isolata in The Midnight Club. Il racconto per ragazzi si mette il vestito elegante e prova a bussare alla porta del gran galà delle serie, rimanendo però sull’uscio. La serie è così uno strano ibrido tra l’intrattenimento pauroso per ragazzi, per un pubblico Young Adult e un horror più maturo, con il rischio di risultare troppo paurosa per i primi e poco interessante per i secondi. Nei meandri del racconto si nascondono tante infinite potenzialità che risultano soffocate dalle storie dei ragazzi. La casa è popolata da simboli che restano inesplorati probabilmente in attesa di una seconda stagione in cui la serie potrebbe liberarsi dei racconti dei più giovani e intraprendere una strada più matura e complessa.

Le dinamiche di uno Young Adult si innestano su un racconto horror e talvolta le due parti finiscono per scontrarsi non trovando una vera e propria sintesi. Tutti i caratteri tipici delle storie per i più giovani si ritrovano nella serie: c’è quella che non si arrende e chi si è già arreso al suo triste destino, il bello e gentile, quella più indurita dalla vita. Tutti sono talmente ben tratteggiati da risultare poco interessanti. Ogni notte ciascuno si confessa con un racconto che innesta le caratteristiche individuali, quell’idea di vita che avrebbero voluto vivere e che sanno di non poter fare, su generi classici della letteratura. Dal thriller alla fantascienza fino agli horror orientali, i diversi racconti prendono vita permettendo agli autori di giocare con stili e atmosfere diverse.

Paradossalmente questi racconti che potremmo definire antologici, risultano meglio realizzati della serie stessa, costruita su elementi fin troppo accennati e risolti in modo approssimativo. La sensazione che lascia è quello di un prodotto che non ha una vera identità e su cui in troppi hanno messo mano, cambiandone forma durante la stesura. Nonostante questo resta perfetto per il periodo di Halloween.

The Midnight Club, il cast

Nel cast di The Midnight Club ritroviamo alcuni attori che hanno già recitato nelle miniserie di Mike Flanagan come Zach Gilford che era in Midnight Mass così come Samantha Sloyan, Rahul Kohli. Il cast dei giovani protagonisti della storia è formato da Iman Benson, Adia, Igby Rigney, Aya Furukawa, Ruth Codd, William Chris Sumpter. Mentre la direttrice è Heather Langenkamp.

The Midnight Club, come vederlo in streaming

The Midnight Club è una serie originale Netflix quindi è necessario l’abbonamento alla piattaforma di streaming per poterlo vedere.

The Midnight Club quante puntate sono?

La prima stagione è composta da 10 puntate rilasciate tutte il 7 ottobre su Netflix.

The Midnight Club 2 si fa?

A differenza degli altri progetti di Mike Flanagan come Hill House, The Midnight Club non è stato presentato come una miniserie e il finale di stagione apre alla possibilità di un rinnovo della serie. Al momento però non c’è stata alcuna decisione ufficiale da parte di Netflix.