Striscia la notizia e Le Iene: quando il cambio dei conduttori non incide sugli ascolti

Striscia la notizia e Le Iene: il tentativo di rivitalizzare i programmi (e gli ascolti) cambiando i conduttori non funziona

Come si può rinnovare un programma tv storico che dà segni di cedimento? Intervenendo sui contenuti, mettendo mano alla confezione, modificando la linea editoriale. Oppure cambiando i conduttori. È il caso di Striscia la notizia e Le Iene, due titoli di successo della tv italiana che da qualche tempo sembrano fare più fatica del solito, anche e soprattutto in termini di ascolti.

Al netto delle ragioni della fase di declino che stanno attraversando entrambi i programmi (Striscia da più tempo, Le Iene più recentemente), di cui parleremo più approfonditamente in altra circostanza, va registrato un comune tentativo di rinnovamento che riguarda la conduzione.

Striscia la notizia da sempre (o quasi, le primissime edizioni fanno eccezione) prevede la rotazione di una serie di conduttori, espediente che in teoria dovrebbe creare curiosità nel pubblico e aiutare in termini di dati Auditel. Quest’anno Antonio Ricci si è spinto oltre, scegliendo una coppia totalmente inedita per la prima parte di stagione, formata da Vanessa Incontrada e Alessandro Siani. Una bella coppia televisiva (lo abbiamo notato anche noi al debutto) che però non sembra aver dato la sperata svolta al tg satirico, che tra pochi giorni passerà alla coppia altrettanto inedita (ma meno popolare) formata da Sergio Friscia e Roberto Lipari.

Anche Le Iene ha scelto di percorrere la strada della conduzione a rotazione – già battuta in alcune occasioni in passato – fino in fondo, affiancando a Nicola Savino in ogni puntata una donna diversa, con l’obiettivo di eventizzare l’appuntamento televisivo. Da Elodie a Paola Egonu, passando per Elisabetta Canalis e Rocio Munoz Morales, per citare solo quelle già andate in onda. E da questa settimana arriva il bis, con la puntata del venerdì (perché questa collocazione così bizzarra, nella stessa serata di Grande Fratello Vip, Tale e quale show, Quarto Grado, Fratelli di Crozza e Propaganda Live?)

In entrambi i casi, i cambi nella conduzione non sembrano aver giovato agli ascolti. La puntata di ieri di Striscia la notizia si è fermata al 14,1% di share, facendosi nettamente battere (come accade quotidianamente) da Rai1, grazie al 21,7% de I soliti Ignoti.

È andata malino anche a Le Iene, ieri sera scivolato al 7,7% di share e battuto dalla prima puntata de Il Collegio ( 8.5%) su Rai2.

Insomma, cambiano i conduttori, ma non cambia la sostanza: Striscia la notizia e Le Iene in affanno erano e in affanno sono.

 

Ultime notizie su Striscia La Notizia

Striscia la notizia è lo storico tg satirico di Canale5, che presidia l'access dell'ammiraglia Mediaset dall'11 dicembre 1989 (dopo aver debuttato su Italia il 7 novembre del 1988).

Tutto su Striscia La Notizia →