Seconda Vita, Enzo Miccio racconta un settore in difficoltà (anche in tv): “Periodo duro, non so quanto durerà”

Intervistato da Parpiglia, il wedding planner confessa di non pensare al matrimonio. Intanto manda messaggi confortanti alle spose.

Enzo Miccio si racconta a Gabriele Parpiglia in una delle sette nuove puntate di Seconda Vita, su Dplay Plus in binge watching da domenica 29 novembre e poi su Real Time in prima serata dal 9 dicembre. Il tema non può che essere quello dei matrimoni: per il wedding planner più conosciuto della tv ovviamente è l’argomento clou, valido sia per la vita privata che per quella professionale. Ed è di certo in questo secondo ambito che la situazione in questo 2020 è particolarmente difficile. Con il settore delle cerimonie sostanzialmente fermo causa Covid, sia la pianificazione delle cerimonie che il racconto delle nozze in tv è diventata una scommessa, quasi un azzardo. Una situazione che rappresenta una crisi complicata per il mondo del wedding e per l’intera filiera. Alle incertezze economiche si aggiungono anche quelle psicologiche ed emotive. E lui che lavora a stretto contatto con le spose si ritrova anche a dover ‘consolare’ e tranquillizzare le sue clienti.

Abbiamo vissuto un periodo difficile e lo stiamo ancora vivendo e non so per quanto tempo ne avremo. Abbiamo cercato di stringere i denti, ho cercato di rassicurare le mie spose, i miei clienti, gli atelier. Ora ne approfitto per dire che l’abito da sposa non è legato a una stagione, è legato al tuo cuore, a un sentimento, quindi è un abito senza tempo, senza mode, quindi l’abito che avete scelto per quest’anno va benissimo l’anno prossimo.

dice Miccio, che gli abiti da sposa li disegna e li produce, oltre a cercarli in giro per l’Italia in veste di ‘Randy Fenoli’ tricolore. Oltre a tenere per Discovery Il diario di un wedding planner, è andato anche in giro per la Penisola per la versione italiana di Abito da sposa cercasi, prima a Palermo e poi in Puglia per una seconda edizione prevista nei palinsesti Real Time del 2020 ma immaginiamo rimasta al palo causa Covid. E inevitabilmente insieme a un settore che muove ogni anno in Italia di euro soffrono anche le produzioni tv. Un caso è anche quello de Il Castello delle Cerimonie, riuscito però finora a compensare concentrandosi sulle feste della Famiglia Polese e mettendo da parte altre celebrazioni. E proprio Matteo Giordano, anima con la moglie Imma del docureality di Real Time, è uno dei protagonisti di questo secondo ciclo di appuntamenti: e a Parpiglia ha raccontato la sua esperienza, difficile, col Covid.

1

Intanto Miccio non pensa alle nozze, proprio lui che commenta i royal wedding, che orchestra matrimoni vip come quello di Bossari e Lagerback o le recenti nozze di Elettra Lamborghini:

Matrimonio? In questo momento della mia vita non sento questo bisogno. Io ho sempre detto che faccio sposare gli altri. E non perchè il mio compagno non meriti, perchè sono io proprio.

dice nella clip in anteprima esclusiva per TvBlog che potete vedere in alto. Il resto dell’intervista sarà disponibile da domenica 29 novembre su Dplay Plus, la piattaforma pay di Discovery con tutte e sette le puntate (di 30′ ciascuna) pronte per il binge watching e poi in onda in chiaro in prima serata dal 9 dicembre su Real Time (DTT, 31).