La sospensione (e la ripartenza) di Seconda linea su Rai2

Il direttore di Rai2 Ludovico Di Meo ha annunciato la sospensione di “Seconda linea”. Ecco le motivazione e quando potrebbe ripartire

di Hit

Lo ha annunciato oggi stesso il direttore di Rai2 Ludovico Di Meo durante una “call” con le agenzie di stampa: Seconda linea, il programma condotto da Francesca Fagnani e Alessandro Giuli viene sospeso sine die. Lo stesso capo della seconda rete della Rai ha spiegato le motivazioni di questa sospensione che non dipenderebbero dai dati Auditel, pur molto bassi :

La scelta non dipende dagli ascolti, perché sperimentare resta un diritto, ma dal fatto che il programma non ha corrisposto completamente all’impianto editoriale immaginato all’inizio.  Il programma va ripensato per ripartire il prima possibile

Nessun cambio di giorno in vista per il programma informativo di Rai2 come sottolinea lo stesso responsabile della programmazione del secondo canale della televisione pubblica:

E’ una fossa dei leoni, ma vogliamo restare lì, in questa arena complicata, provando a offrire un modello informativo un po’ diverso. Nelle prossime settimane potremo dare una risposta più precisa rispetto alla ripartenza.

 

Su questo TvBlog, ovvero su quando il programma ripartirà,  ha indagato e pare che il ritorno del programma informativo del giovedì sera di Rai2 (già perchè potrebbe anche non chiamarsi più “Seconda linea”) non arriverà prima di dicembre, anche se la data più probabile pare essere gennaio 2021, dopo le feste natalizie.

Sulle motivazioni di questa chiusura ha pesato il fatto che la squadra che realizza la trasmissione non appariva più coesa e c’erano molte correnti di pensiero su come si sarebbe dovuto confezionare il programma e su quale direzione prendere dopo le prime due puntate di questo nuovo appuntamento informativo.

Sul capitolo conduzione appare quasi certo un avvicendamento alla guida dello spazio informativo del giovedì sera di Rai2 e l’ipotesi di una conduzione singola appare al momento la più probabile, anche se è davvero difficile trovare la figura giusta al momento per questo ruolo. Ci sono tre mesi di tempo per ripensare sia il prodotto, che la squadra, oltre ovviamente la conduzione.

Ultime notizie su Seconda linea

Tutto su Seconda linea →