Sanremo 2021, Giovanni Toti annuncia misure più restrittive a Sanremo e a Ventimiglia

Il governatore della Liguria firmerà un’ordinanza con la quale verranno applicate misure più restrittive riguardanti Sanremo e non solo.

Il Festival di Sanremo si svolgerà in una Sanremo che dovrà osservare ulteriori misure restrittive per contenere il contagio da COVID-19.

Giovanni Toti, governatore della regione Liguria, infatti, ha annunciato nuove misure cautelative che riguardano la Riviera di Ponente della Liguria, con particolare attenzione a Ventimiglia, Sanremo e ai comuni adiacenti, e che entreranno in vigore da mercoledì 26 febbraio fino al prossimo 5 marzo.

Il Festival di Sanremo, come ricordiamo, si terrà da martedì 2 a sabato 6 marzo 2021.

Le motivazioni, però, non sono collegate direttamente alla kermesse sanremese che, come sappiamo, già non vedrà la presenza di pubblico al Teatro Ariston e che ha visto anche l’annullamento di tutti gli eventi collaterali e un rigoroso protocollo sanitario da rispettare.

Toti, che firmerà l’ordinanza durante la giornata di domani, ha dichiarato che la decisione è stata presa, come riporta l’Ansa, “per evitare che la zona di confine possa traghettare l’ondata del virus dalla Francia all’Italia”.

Stando a quanto dichiarato da Toti, infatti, il Ponente della Liguria ha registrato dati decisamente superiori rispetto alle altre province liguri e legati ai recenti focolai della Costa Azzurra.

A Sanremo e a Ventimiglia, quindi, le scuole, di ogni ordine e grado, resteranno chiuse; per quanto riguarda Ventimiglia e comuni limitrofi, l’ordinanza prevede ulteriori misure restrittive come il divieto di asporto, il divieto di vendita di alcolici nelle ore serali, il divieto assoluto di assembramento e il divieto di spostamento tra comuni.

Come già scritto in precedenza, la decisione è stata presa in via preventiva:

Riteniamo di raffreddare un picco pandemico che se si prolungasse potrebbe portare ad una serie di problemi che, per fortuna, però oggi non sono gravi nei nostri ospedali ma che non vogliamo che tali diventino nei prossimi giorni.

Ricordiamo che la Rai e Amadeus starebbero lavorando anche ad una sorta di evento “risarcitorio” nei riguardi della città di Sanremo e dei suoi abitanti, da organizzare agli inizi della prossima estate, nella speranza, ovviamente, che la pandemia di COVID-19 abbia dato un po’ di tregua .

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →