SAG-AFTRA, la ‘Tata’ Fran Drescher nuova presidente: succede a Gabrielle Carteris (da ‘Beverly Hills 90210’)

Fran Drescher, La Tata, è la nuova Presidente della SAG-AFTRA: ha vinto con la lista che fu di Gabrielle Carteris contro Matthew Modine.

La ‘Tata’ ha vinto: Fran Drescher è la nuova presidente della SAG-AFTRA: ha vinto di misura sul rivale Matthew Modine, candidato presidente per la lista Membership First (il nome ne suggerisce l’orientamento, con una percentuale del 52,5% sul ​​47,5%. Non una vittoria schiacciante, quindi, per l’erede di Gabrielle Carteris, candidata per il suo stesso schieramento, Unite for Strength, e ora pronta a prenderne il posto. A dimostrazione di una sostanziale spaccatura all’interno della Screen Actors Guild – American Federation of Television and Radio Artists, l’elezione a tesoriere e segretario del vice di Modine, Joely Fisher, che ha battuto il vice della Drescher, Anthony Rapp, per 57,7% a 42,3%: uno stacco più significativo di quello registrato per la leadership.

La SAG-AFTRA, dunque, sceglie ancora la lista Unite for Strength, che guida il sindacato dal 2009. Ma la presidenza della Drescher si presenta già in salita…

SAG-AFTRA, la ‘Tata’ Fran Drescher si candida alla presidenza

(20 luglio 2021)

La Screen Actors Guild – American Federation of Television and Radio Artists, nota come il sindacato degli attori (semplificando) USA, è alle prese con la campagna elettorale per la prossima Presidenza. Dopo i due mandati di Gabrielle Carteris, conosciuta dal grande pubblico per il ruolo di Andrea Zuckermann in Beverly Hills 90210 e per la partecipazione al mockumentary revival di un paio di anni fa, la SAG-AFTRA è pronta a nuove elezioni ed è tempo di candidature. Ad aver annunciato la sua decisione di scendere in campo è stata qualche giorno fa ‘The Nanny’ Fran Drescher, l’amatissima Tata dell’omonima sitcom anni ’90, che in un’intervista a Deadline ha raccontato di aver scelto di candidarsi osservando l’Oceano Pacifico, quasi realizzando che tutto quello che ha fatto nella vita era servito, in fondo, ad arrivare a questo preciso momento della sua vita. A lei, dunque, il compito di prendere il posto di Gabrielle Carteris quantomeno come candidata alla Presidenza della lista Unite for Strength; contro di lei solo un’altra candidatura, ovvero quella dell’attore Matthew Modine, altro amatissimo volto anni ’90, in lizza per la lista d’opposizione (ormai da diversi mandati) che va sotto il nome di Membership First (e il nome ci dice qualcosa).

Le votazioni inizieranno il 3 agosto: c’è tempo per i due candidati, solo loro due, per presentare i propri programmi agli elettori: la Drescher si pone come obiettivo quello di andare “oltre le divisioni disfunzionali che caratterizzano il sindacato […], per fare in modo che tutti i membri possano essere più forti, più sicuri, anche più ricchi, nel segno dell’equità e di forza contrattuale al tavolo dei negoziati” con le altre realtà dell’industria hollywoodiana, cinematografica e televisiva.

Non male come programma: sarà interessentare vedere quale sarà la scelta dei membri della SAG-AFTRA. I risultati si avranno il 2 settembre. E che vinca il migliore.