Nove Perfetti Sconosciuti su Amazon Prime Video: la recensione, la trama ed il cast della serie tv

Un luogo immerso nella natura accoglie nove persone, tutti in cerca di risoluzione da una crisi: si faranno guidare da una donna dai metodi poco ortodossi

Nicole Kidman e David E. Kelley uniscono nuovamente le forze e, dopo i successi globali di Big Little Lies e The Undoing, tornano a lavorare insieme: questa volta per Nove Perfetti Sconosciuti, la novità disponibile in streaming in Italia su Amazon Prime Video a partire da domani, venerdì 20 agosto 2021. Ma di cosa parla Nove Perfetti Sconosciuti e, soprattutto, vale la pena vederla? Qui avrete tutte le risposte alle vostre domande!

Nove Perfetti Sconosciuti, la trama

Benvenuti a Tranquillum House, un resort immerso nella natura, dove ai suoi ospiti viene promessa una nuova vita. Un luogo di relax e benessere, certo, ma anche di meditazione e conoscenza di se stessi: a Tranquillum si entra per risolvere dei conflitti interiori e si esce rinati.

Ma non è un posto per tutti: di Tranquillum non si hanno informazioni sul web, e chi lo conosce è solo grazie al passaparola. Non solo: per accedere al trattamento esclusivo bisogna presentare certificazione medica, sottoporsi a dei prelievi di sangue e firmare una liberatoria con cui si garantisce che non saranno divulgate informazioni sui social media.

Un luogo avvolto nel mistero, insomma, così come la sua proprietaria, Masha Dmitrichenko (Kidman), donna di origine russa con un passato a dir poco turbolento. Nella sua nuova vita, Masha ha deciso di aprire un resort per chi, come lei, ha bisogno di rinascere. Ed è a Masha che si rivolgono i nove sconosciuti del titolo, nove personaggi ben differenti l’uno dall’altro ma accomunati dalla necessità di risolvere una crisi che li riguarda. Che sia esistenziale, professionale o sentimentale, i nove ospiti di Tranquillum accettano la guida di Masha per poter rinascere.

Non sanno, però, che il trattamento che Masha riserva ai suoi ospiti non è quello classico delle spa, ma ha delle procedure insolite, a volte poco ortodosse, che però tendono a sortire effetto su chi le mette in pratica. Nella loro permanenza a Tranquillum, i nove protagonisti affronteranno questa terapia chi con determinazione chi con scetticismo, mentre la stessa Masha dovrà vedersela con una misteriosa minaccia. Quel che è certo è che tutti usciranno da lì cambiati.

Nove Perfetti Sconosciuti, la recensione

Le aspettative erano alte: d’altra parte, se dici David E. Kelley, Nicole Kidman e Liane Moriarty non puoi non pensare ad un successo annunciato. Perché Nove Perfetti Sconosciuti parte da delle premesse sul piano produttivo che ricordano Big Little Lies: tratto da un libro della stessa autrice (che è anche produttrice esecutiva), adattato per la tv dallo stesso sceneggiatore e con un cast capitanato dalla stessa attrice.

Ma attenzione: i paragoni si fermano qui. Nove Perfetti Sconosciuti ha sì una componente di giallo e di mistero al suo interno, ma intraprende una strada ben più spiazzante rispetto a Big Little Lies. A cominciare dai protagonisti, quei nove sconosciuti del titolo. Nove personaggi dichiaratamente in crisi, disperatamente alla ricerca di un nuovo inizio.

Nove Perfetti Sconosciuti serie tvEd è proprio la disperazione il motore di questo racconto: quanto bisogna essere disperati per cercare aiuto ed uscire dal tunnel in cui ci si è ritrovati? Nove Perfetti Sconosciuti indossa l’abito della serie glamour, dove tutto è chic ed ordinato, ma è solo apparenza. Fa parte della volontà di Moriarty nel libro e di Kelley e John Henry Butterworth (co-creatore della serie), così come del regista Jonathan Levine: questa è una serie sull’apparenza che ha breve vita, sulla realtà e sulle sue mille crepe che si manifestano senza preavviso.

Per riuscire a dare questa impressione, la serie segue ritmi ben differenti da altre produzioni. In altre parole, ci vuole del tempo prima che la parte più succosa della storia si presenti: ma l’attesa non è sprecata. I primi episodi introducono ai personaggi e fin da subito ci fanno capire il tono del racconto, entrando in un clima ipnotico, che rilassa ma che ci fa stare al tempo stesso in uno stato di allerta.

Nove Perfetti Sconosciuti serie tvLa location, lontano da tutto, sicuramente aiuta, così come la performance di Nicole Kidman rende il tutto sublime: nel mezzo, tanti personaggi presi dalle varie facce del quotidiano, pronti a rivelare verità che superano i confini del proprio ruolo e che diventano un unico agglomerato di paure, speranze ed, appunto, disperazioni.

Difficile stabilire se Nove Perfetti Sconosciuti possa raggiungere la stessa popolarità di Big Little Lies, ma poco importa: non è il suo obiettivo. Qui siamo più dalle parti del racconto corale di un’umanità persa ma non arresa, disposta a tutto pur di ritrovarsi e tornare ad essere ciò che era. Morale della favola: tutti abbiamo bisogno, ogni tanto, di fermarci, ricaricarci e capire in che direzione andare. A fare la differenza, è il “come” lo si capisce…

Nove Perfetti Sconosciuti, il cast

A guidare il cast della serie, come detto, c’è Nicole Kidman, nei panni della misteriosa ed affascinante Masha, a capo di Tranquillum e responsabile del trattamento sui suoi ospiti. Masha è affiancata dagli assistenti Delilah (Tiffany Boone, Hunters) e Yao (Manny Jacinto, The Good Place).

Per quanto riguarda gli ospiti del resort, invece, ci sono Frances Welty (Melissa McCarthy, Una Mamma per Amica e Mike & Molly), scrittrice che teme che la sua carriera sia finita; l’ex campione di football Tony Hogbum (Bobby Cannavale, Mr. Robot, Homecoming), l’appassionato di spa Lars Lee (Luke Evans) e Carmel Schneider (Regina Hall), che arriva a Tranquillum per perdere peso ma che ha ben altri pensieri.

Ci sono poi i Marconi: Napoleon (Michael Shannon, candidato due volte agli Oscar), sua moglie Heather (Asher Keddie) e loro figlia Zoe (Grace Van Patten), tutti e tre uniti nell’affrontare un lutto, e Jessica (Samara Weaving) e Ben Chandler (Melvin Gregg, American Vandal), coppia che ha perso la passione.

Nove Perfetti Sconosciuti, quante puntate sono?

In tutto, gli episodi di Nove Perfetti Sconosciuti sono otto. Amazon Prime Video rilascia i primi tre il 20 agosto 2021, mentre dalla settimana successiva ne uscirà uno per volta. L’ultima puntata sarà quindi disponibile il 24 settembre.

Nove Perfetti Sconosciuti, dov’è stato girato?

Nove Perfetti Sconosciuti serie tvLa location della serie è la cittadina di Byron Bay, in Australia. E’ qui che il cast si è recato nell’agosto 2020 e vi è rimasto fino a dicembre per le riprese. A tutti i componenti del cast è stato chiesto di sottoporsi ad un periodo di quarantena ed al tampone prima di poter iniziare a girare, come protocollo anti-Covid.

Tranquillum è in realtà una spa di Byron Bay che si chiama Soma, una struttura dal design estremamente moderno e rilassante, circondata da quasi 90mila metri quadri di vegetazione. A Soma si può trovare una cupola geodetica per lo yoga ed una piscina a sfioro con acqua dolce. Questa la pagina ufficiale della spa.

Nove Perfetti Sconosciuti, la canzone della sigla

Siete rimasti anche voi affascinati dalla ipnotica canzone che fa da sigla alla serie? Il brano si chiama “Strange Effect”, è della band americana Unloved ed è una cover. La canzone, infatti, risale al 1965: fu scritta da Ray Davies e fu interpretata per primo da Dave Berry.

Numerose le versioni di questa canzone nel corso degli anni. Una delle più famose è degli Hooverphonic nel 1998, che divenne anche colonna sonora di uno spot di una casa produttrice di telefonini in America. La versione degli Unloved, invece, è già stata protagonista di una serie tv: la si sente nella terza stagione di Killing Eve.

Nove Perfetti Sconosciuti, il libro

Come scritto nella recensione, questa serie è tratta dall’omonimo libro del 2018 di Liane Moriarty, già autrice di Big Little Lies, altro romanzo diventato una serie tv di successo sulla Hbo, adattato per la televisione da Kelley e con Nicole Kidman. Il libro, in Italia, è uscito nel 2019 con lo stesso titolo, edito da Mondadori.