• Tv

Che fine ha fatto Marco Columbro?

Protagonista indiscusso del piccolo schermo negli anni ’80 e ’90, Marco Columbro è scomparso dal piccolo schermo: ecco che fine ha fatto

Quante volte avrete sentito parlare di quel personaggio famoso che tanto vi ha fatto sbellicare dalle risate negli anni d’oro dei grandi varietà televisivi? E quante volte vi sarete chiesti che fine ha fatto quel conduttore, quella valletta, quella presenza fissa che dalle stelle è passato alle stalle, oppure ha scelto di ritirarsi dalle telecamere?

TvBlog apre una finestra sui ‘desaparecidos’, i personaggi scomparsi dal piccolo schermo: cominciamo da Marco Columbro.

L’esordio, i successi e lo stop

Il suo percorso dagli anni ’80 ai primi anni 2000 è costellato di grandi successi targati Fininvest, ma sapevate che prima di passare al biscione il conduttore è stato ‘battezzato’ dalla Rai? Era il 1975 quando prese parte allo sceneggiato Marco Visconti, diretto da Anton Giulio Majano. Per vederlo pronto al grande pubblico bisogna aspettare il 1979, anno in cui entra a far parte del cast della prima edizione di Fantastico.

Dopo un quinquennio di ‘rodaggio’ in Rai, nel 1980 la neonata Canale 5 lo prese per mano affidandogli innanzitutto l’apertura dei programmi della giornata con Buongiorno Italia. In più la rete scelse lui come doppiatore della mascotte della rete, il pupazzo Five. Tutto va per il verso giusto, la strada per il successo è tutta in discesa.

Anno dopo anno, Columbro sale di gradino in gradino iniziando a spostarsi anche verso altri generi, ricordiamo solo alcune delle tappe più importanti. Nel 1983 approda nello storico Drive In di Antonio Ricci, più avanti sarà la volta dei quiz: da Autostop a Help! con Fabrizia Carminati, da C’est la vie e Studio Cinque sino alla consacrazione con Tra moglie e marito nel 1987, trasmissione che fa il bottino di telegatti tra il 1988 e il 1990.

Nel 1989 inizia il sodalizio con Lorella Cuccarini che lo portò a condurre in coppia con lei show di successo come Bellezze sulla neve, Buona Domenica, Paperissima e il Charity show Trenta ore per la vita. Parallelamente al varietà, Columbro alterna la carriera da attore: tra il 1993 e il 2002 mette a segno ottimi risultati anche grazie a sitcom e fiction come Papà prende moglie, Caro maestro e Ugo, per citarne alcuni.

Nel 2001, il dramma: Marco Columbro viene colpito da un aneurisma cerebrale che ferma tutto. Ricoverato all’ospedale di Novara, il conduttore rimase in come per un mese. Di questo momento difficile ha parlato in una recente intervista a Specchio:

Dopo l’ictus per la tv ero morto. Negli anni il mondo dello spettacolo ha continuato a inseguirmi, mi hanno proposto di calcare i palcoscenici del teatro. La verità è che non ho mai trovato nulla che davvero mi appassionasse.

Dopo un lungo periodo di pausa per la ripresa, nell’autunno 2002 conduce per l’ultima volta Paperissima, stavolta affiancato da Natalia Estrada. Nel 2003 l’ultimo programma da lui presentato (ancora con la Cuccarini) è in Rai, si tratta di Scommettiamo che…?

Dopo di che, la vita professionale di Columbro si concentra quasi esclusivamente sulla recitazione. Solo nel 2011 il suo ritorno in tv è segnato da una fiction Mediaset, Baciati dall’amore. Nel 2012 entra nella rosa dei conduttori per i talk show dell’emittente Vero TV, ma i risultati scarsi d’ascolto del canale costrinsero alla cancellazione delle trasmissioni.

Le ultime apparizioni in tv

Dopo essere stato concorrente nel talent show Si può fare! nel 2013 su Rai 1, inizia il periodo di allontanamento totale dalla tv. Nel 2017 viene ospitato a Che tempo che fa insieme a Lorella Cuccarini. Il 10 aprile 2018 è stato a Ieri Oggi Italiani, il programma condotto da Rita Dalla Chiesa su Rete 4 per ricordare Fabrizio Frizzi, scomparso pochi giorni prima.

Sempre nello stesso anno è stato a Mattino cinque per un talk sull’esistenza di forme di vita aliena (tema del quale è appassionato) e nel programma di Gigi e Ross Sbandati, su Rai 2.

Nel settembre 2019 ha reincontrato la sua amica e collega Lorella Cuccarini in un’ospitata a La vita in diretta. Nello stesso programma è comparso ancora nell’aprile 2020, in collegamento video nel pieno del primo lockdown dovuto al Covid-19.

Più fredda la sua presenza nello studio di Live non è la d’Urso nell’ottobre 2019. Durante un talk sui vip che si lamentano per i soldi scoppia un battibecco tra Barbara d’Urso (sua partner nella sit-com Ugo) e il conduttore.

Cosa fa oggi Marco Columbro?

Felicemente impegnato con la sua compagna Marzia Risaliti. Si occupa di una locanda (ex convento di Monaci Olivetani) in Toscana, in Val d’Orcia, con 18 ettari di bosco. Nell’intervista su Specchio ha detto: “In breve tempo l’ho comprato. Ne ho intuito subito le potenzialità, anche se allora (tra il 1997 e il 1998, ndr) era in completo abbandono, sembrava bombardato”. Nonostante il periodo di difficoltà dovuto alle limitazioni per la pandemia, il suo locale ha avuto un ottimo flusso di turisti, anche stranieri.

Da tempo interessato alla ricerca spirituale, Marco Columbro recentemente ha scritto il libro Il risveglio di Parsifal’ proponendolo agli editori: “E’ un’opera sul senso della consapevolezza“. Per il momento non si parla di un imminente ritorno in tv.