• Tv

Live in Courmayeur, Sky Tg24 porta sul territorio un intero palinsesto: si parte dalla montagna

Sky Tg24 si sposta per un giorno Live a Courmayeur: il 5 dicembre programmazione speciale in esterna ricca di ospiti, da Sassoli a Ken Follett.

Dai vertici delle Istituzioni Europee al Consiglio dei Ministri quasi al completo, passanto per i leader di partito a esponenti del mondo dello spettacolo e della cultura: un parterre decisamente denso per una programmazione che di speciale ha principalmente la formula, ovvero il trasferimento di studio, giornalisti, format e palinsesto in esterna. Questo lo spirito di Live in Courmayer, un primo appuntamento pensato da Sky Tg24 per “portare l’informazione sul territorio” che andrà in onda sabato 5 dicembre dalle 13.30.

La scelta di partire da Courmayeur- Mont Blanc sa di provocatorio, con qualche tratto forse inopportuno, ma senza dubbio mostra coraggio  visto che proprio in queste settimane i luoghi ‘sacri’ del turismo bianco sono al centro di una bufera politica e sociale, non sono italiana. Da una parte la necessità di non seppellire un comparto e la volontà degli operatori turistici di non bruciare la stagione, dall’altra la necessità di tenere sotto controllo la diffusione del contagio e far finalmente scendere la curva dei morti giornalieri per il Covid, stabilmente sugli 800 decessi quotidiani. Nel mezzo le difficoltà di una concertazione europea che coordini le politiche turistiche sciistiche, con la Svizzera pronta ad accogliere turisti da tutta Europa e poi rispedirli a casa.

L’idea di questi Live è dunque quella di portare Sky Tg24 sul territorio e con esso tutti i suoi ospiti, per quanto possibile: e la lista degli ospiti raccoglie i vertici della politica italiana e europa. Sono previste interviste con il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il ministro della Salute Roberto Speranza. Previsto un incontro con i leader di partito da Vito Crimi del M5S a Nicola Zingaretti del PD, da Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia a Matteo Renzi di Italia Viva, senza dimenticare Matteo Salvini della Lega, e Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia. Se fossero tutti insieme sarebbe l’Evento politico-televisivo degli ultimi due anni.

Attesi anche talk a tema: per le politiche e gli argomenti dell’Unione Europea presenti il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli e il Vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis, con la premier Katrín Jakobsdóttir racconterà la via islandese alla lotta al Covid. A proposito di Pandemia, interverranno Andrea Crisanti, Franco Locatelli e Alessandro Vespignani. Ovviamente spazio anche ai temi economici e ad esponenti del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport, tra cui Ken Follett, Paolo Giordano e Federico Buffa.

Interviste singole, talk a tema, incontri: la programmazione si articolerà in format diversi che saranno annunciati prossimamente. Vedremo se le misure Covid permetteranno almeno agli ospiti italiani di raggiungere una delle località sciistiche più prestigiose d’Europa. A leggere le collaborazioni e le sponsorship si capisce però che è un progetto che parte da lontano, che coinvolge il Comune di Courmayeur in veste di coproduttore e partner del calibro di Enel, Jaguar Land Rover, Leonardo, Pirelli, Sace, Snam e Spotify. Un progetto editoriale coprodotto e sponsorizzato, quindi, che senza pandemia avrebbe probabilmente avuto più tappe. Certo è che l’idea di cogliere l’occasione per trasmettere in diretta il Welcome Winter, la cerimonia che saluta l’arrivo dell’inverno di Courmayeur Mont Blanc con tanto di accensione di albero di Natale con questi chiari di luna e dopo (durante o prima) quel che avremo sentito su crisi e Covid sembra un pizzico inopportuna o quantomeno rischiosa, diciamo così. Probabilmente era nata così in tempi pre-Covid, con tanto di accordo con l’amministrazione Comunale e si sa, magari non si va troppo per il sottile quando ci si deve promuovere. Il punto è proprio però ‘in funzione’ di cosa, visto che si va verso il blocco della stagione sciistica in Europa.

Ma intanto vediamo cosa ha immaginato Sky Tg24 e come lo metterà in scena: alla fine l’aspetto più interessante è proprio nell’operazione produttiva. E co-produttiva.

I Video di TvBlog