• Tv

È morto Larry King, storico volto della CNN

All’età di 87 anni si spegne Larry King, giornalista al timone di uno dei più longevi talk show statunitensi trasmesso per 25 sulla CNN.

Si spegne un altro pezzo di storia della televisione e del giornalismo a livello mondiale. Larry King, storico volto della CNN è morto oggi, sabato 23 gennaio 2021 all’età di 87 anni. Con un post pubblicato sui suoi profili social alle 13:45 (ora italiana) e dunque primo mattino in America, la notizia diramata dalla ORA Media (la casa televisiva dove ha lavorato negli ultimi anni) è piombata sulle agenzie e sta già facendo il giro del web:

Con profonda tristezza, Ora Media annuncia la morte del nostro co-fondatore, conduttore e amico Larry King, scomparso questa mattina all’età di 87 anni al Cesars-Sinai Medical Center di Los Angeles.

Il giornalista era ricoverato da un mese nell’ospedale sopra citato a causa del Covid-19. King veniva ritenuto ‘paziente ad alto rischio’. Ha sofferto di diabete di tipo 2, in passato ha avuto degli attacchi cardiaci e pure un cancro ai polmoni.

Era nato a Brooklyn (New York) il 19 novembre 1933. Gli esordi nei media lo videro nel ruolo di conduttore radiofonico per una stazione radio di Miami Beach, in Florida. In quegli anni si chiamò semplicemente ‘King’, per poi evolversi anno dopo anno fino a diventare un giornalista e commentatore per le partite di football americano alla fine degli anni ’70.

 

Come detto però il suo volto e la sua notorietà è stata messa in risalto grazie alla CNN che nel 1985 gli affida un importante trasmissione che sin dal titolo ha un’impronta ben precisa, la sua: nasce il Larry King Live. Oltre i presidenti degli Stati Uniti, nei 25 anni di messa in onda ha potuto intervistare grandi nomi dello spettacolo che si sono alternati a leader mondiali, personaggi, protagonisti degli scandali più rumorosi degli scorsi decenni e Presidenti degli Stati Uniti d’America portando prestigio e successo non solo al programma, ma anche alla rete che lo ha ospitato.

Nel 2010 decide di ritirarsi, il 16 dicembre di quell’anno va in onda l’ultima puntata del suo ‘Live’, ma due anni dopo riprende il filone delle interviste per il suo sito web mentre su Ora TV (rete on-demand di cui è stato co-fondatore) ha condotto il Larry King Now che per molti versi somigliava al programma della CNN (che lo ha definito ‘leggendario’ e il Re dei talk).

Nel 2020 King ha dovuto subìre anche il dramma della perdita di due dei suoi cinque figli nel giro di tre settimane: il 28 luglio suo figlio Andy di 65 anni è morto a causa di un attacco di cuore, il 19 agosto la figlia Chaia di 52 anni per un cancro ai polmoni.

I funerali del giornalista saranno annunciati non appena possibile in accordo la famiglia King che ha chiesto di rispettare la loro privacy.

I Video di TvBlog