• Tv

Troupe de La vita in diretta derubata in seguito ad un servizio sui furti in Veneto (VIDEO)

Paradossale episodio durante La vita in diretta: la troupe vittima di un furto proprio mentre si raccontano episodi analoghi in Veneto

Ha del clamoroso quanto accaduto durante la puntata odierna de La vita in diretta. Il programma di Alberto Matano si è occupato dei casi di furto che stanno scuotendo la normalità di alcune abitazioni in Veneto da parte di una banda che è stata ribattezzata “la banda dei VIP” poiché questi furti danneggiano imprenditori di una certa leva. Nel servizio la giornalista Flavia Marimpietri parla di bottini milionari messi a segno da 3/4 persone, tutti a volto coperto che sorprendono le vittime in casa a ora di cena.

A quanto pare sorprendono anche gli inviati di una trasmissione d’informazione, persone che vogliono solo fare il loro lavoro. Filomena Leone (giornalista inviata de La vita in diretta) e la troupe sul campo non potevano minimamente pensare che a pochi metri dal punto del collegamento, cuore dei fatti, la loro macchina venisse presa di mira dai ladri.

Dopo aver mandato in onda un servizio pre-registrato sulla vicenda, Matano si è collegato con la troupe seppur già coinvolta negli attimi concitati della denuncia ai carabinieri per un fatto che – fra l’altro – è avvenuto pochi istanti prima di andare in onda:

Sì sto bene – dice Filomena Leone – Un grande spavento come puoi immaginare. Subito dopo il primo collegamento con voi a quanto pare ci hanno rotto il finestrino della macchina. Avevamo parcheggiato a pochissimi metri dalla villa che è stata teatro della rapina (di Fernando Renè Caovilla, imprenditore calzaturiero, ndr) il 2 dicembre scorso. Hanno rubato le borse che avevamo all’interno con il computer. Probabilmente ci hanno visto o la villa dell’imprenditore era ancora sotto lo sguardo dei rapinatori. I carabinieri ci hanno detto che stanno ricevendo molte segnalazioni di questo tipo.

Il cameraman inquadra il vetro spaccato dai rapinatori: “I carabinieri ci hanno detto che due minuti prima son passati qui e non hanno visto nessun movimento sospetto”. Alberto Matano, preoccupato per le condizioni della giornalista e della troupe (fortunatamente nessuna conseguenza per loro), ha sottolineato l’assurdità dell’episodio: “In tre anni che faccio questo programma non mi era mai capitata una cosa del genere“.